Italiano Français Nederlands Deutsch English
Ordina per: località di partenza Ordina per: numero progressivo Ordina per: data ultimo aggiornamento Ordina per: numero di commenti Ordina per: lunghezza (ove disponibile)
Ordina per: dislivello totale Ordina per: tempo totale Ordina per: difficoltà
[01] [02] [03] [04] [05] [06] [07]
Trekking 'Sui sentieri del Re'
VR.06 Rifugio Soria Ellena - Passaggio dei Ghiacciai del Gelas - Rifugio Federici Marchesini al Pagarì
Rifugio Soria Ellena (1840 m) - Passaggio dei Ghiacciai del Gelas (2777 m) - Bivacco Città di Moncalieri (2700 m) - Lago Bianco del Gelas (2523 m) - Passaggio soprano del Muraion (2466 m) - Rifugio Federici Marchesini al Pagarì (2627 m)
Traversata Scarica la traccia GPS in formato GPX [Commenta la tappa] [Leggi i commenti (0)] [Stampa]
5 - Punta della Siula e il Lago Bianco del Gelas dal Bivacco Moncalieri (2008)
5 - Punta della Siula e il Lago Bianco del Gelas dal Bivacco Moncalieri (2008)
Sebbene la parte iniziale della salita si svolga su comodo sentiero, oltre la Pera de Fener bisogna spostarsi tra detriti, terreni morenici anche instabili e nevai. Valicato il Passaggio dei Ghiacciai e discesa l'aerea crestina per il Bivacco Città di Moncalieri terminano le difficoltà maggiori, ma l'attenzione va tenuta alta fino al termine della tappa. Tutta la fatica è però ripagata da scenari grandiosi, laghetti incastonati tra le rocce e stambecchi in ogni dove.
A Da Rifugio Soria Ellena (1840 m) a: Dislivello
[m]
Dislivello A/R
[m]
Tempo
[h:mm]
Tempo A/R
[h:mm]
Distanza
[m]
Difficoltà Segnavia
B Passaggio dei Ghiacciai del Gelas (2777 m) +971 / -34 - 3:20 - 3:50  -  5954 EE M11B » M11 » M18 » M18A
C Bivacco Città di Moncalieri (2700 m) +971 / -111 - 3:30 - 4:05  -  6196 EE M20
D Lago Bianco del Gelas (2523 m) +971 / -288 - 3:50 - 4:30  -  6832 EE M20
E Passaggio soprano del Muraion (2466 m) +1070 / -444 - 4:30 - 5:15  -  8122 EE M29
F Rifugio Federici Marchesini al Pagarì (2627 m) +1233 / -446 - 5:05 - 5:55  -  9387 EE M21 » M13A
Profilo altimetrico - Tappa VR.06
Descrizione: Si scende lungo la pista sterrata (segnavia M11B) di accesso al Rifugio Soria Ellena (1840 m) fino al sottostante Piano del Praiet. Presso un ramo del torrente che scorre nel pianoro si imbocca il bivio a sinistra per il Colle di Finestra (segnavia M11) e per la Pera de Fener.
La mulattiera, ormai inerbita e per alcuni brevi tratti cancellata dalle varie piene del torrente, attraversa verso sud tutto il Piano del Praiet, poi incomincia ad innalzarsi sul versante destro orografico del vallone. Dopo solo un paio di tornanti si abbandona la mulattiera che prosegue innanzi per il Colle di Finestra (segnavia M11) e si svolta a sinistra sul sentiero per la Pera de Fener, il Lago della Maura e il Passaggio dei Ghiacciai (segnavia M18). Il sentiero traversa brevemente verso nord-est, guadagna quota con alcune svolte, quindi riceve da sinistra la poco evidente traccia proveniente dal Rifugio Soria Ellena.
Proprio alle spalle della terrazza in legno del rifugio si può rintracciare un sentiero che si porta presso l'emissario dell'ancora lontano Lago della Maura, lo guada e si congiunge all'itinerario principale, facendo risparmiare tempo e dislivello.
Qui incomincia una interminabile serie di tornanti, dapprima tra erba e rododendri 1, poi tra affioranti rocce montonate, sempre con ampi panorami sul Vallone della Barra e sul Piano del Praiet. Mai troppo faticoso, il sentiero sale a fianco di un ruscello e continua a serpeggiare, attraversando due volte il piccolo corso d'acqua. Ora su terreno più marcatamente detritico, e alternando qualche traverso agli immancabili tornanti, il sentiero stacca a sinistra la traccia per il Lago delle Maura, e poco oltre, presso una piccola lapide posta su una roccia (in ricordo di "Nanni"), lascia a destra la traccia per la Forcella Roccati.
Si traversa tra i detriti verso sinistra, si risale un costone a tornanti poi si volge a sud per superare la bastionata rocciosa soprastante nell'unico suo punto di debolezza e raggiungere così il minuscolo ripiano della Pera de Fener (2685 m circa).
La Pera de Fener
La Pera de Fener è un grosso masso dalla forma affusolata, che potrebbe derivare il suo nome dalla similitudine con la forma delle pietre usate dai fienatori ("fener") per affilare le lame delle falci. In alternativa, "fener" potrebbe essere una storpiatura di "finestra", in riferimento ad un intaglio nella roccia lungo il soprastante spartiacque.
[Sentieri e Meraviglie delle Alpi Marittime, p.142]
Per proseguire ci si affida spesso agli ometti nella pietraia: si rimonta la morena frontale del Ghiacciaio Nord del Gelas, si attraversano le (probabili) lingue di neve che scendono dal ghiacciaio ed infine ci si inerpica sul pendio di detriti instabili, rocce e neve fino al Passaggio dei Ghiacciai del Gelas (2777 m, 3:20 - 3:50 ore dal Rifugio Soria Ellena).
Non si tratta di un vero e proprio valico, piuttosto di una spalla lungo la linea dello spartiacque, ubicata subito a sinistra di dove il crinale scende bruscamente di quota. Il punto da raggiungere è anche segnalato da un cavo teso su cui sono appese numerosissime bandierine colorate (sacre e profane...).
Sul filo di cresta, si svolta a sinistra seguendo l'esile crinale. Rimontati pochi metri, si scende fino ad un colletto posto proprio alle spalle del Bivacco Città di Moncalieri (2700 m, 0:10 - 0:15 ore dal Passaggio dei Ghiacciai) 453, che si raggiunge calandosi per roccette scalinate.
Dal bivacco si procede in comune con l'itinerario 11.27: si scende 2 al Lago Bianco del Gelas (2523 m, 0:20 - 0:25 ore dal Bivacco Città di Moncalieri), si supera il Passaggio soprano del Muraion (2466 m, 0:40 - 0:45 ore dal Lago Bianco del Gelas) ed infine si raggiunge il Rifugio Federici Marchesini al Pagarì (2627 m, 0:35 - 0:40 ore dal Passaggio soprano del Muraion).
Carta schematica - Tappa VR.06
Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA [?]
[Scarica la traccia GPS in formato GPX]
Accessi: Il Rifugio Soria Ellena si raggiunge seguendo l'itinerario 11.24.
Note: Itinerario sconsigliato in caso di scarsa visibilità o cattivo tempo. Il Passaggio dei Ghiacciai, anche in estate, richiede sovente l'utilizzo di piccozza e ramponi.
Pernottamento: Rifugio Federici Marchesini al Pagarì, www.rifugiopagari.com, tel. +39 0171 978398.
Cartografia: [Fra n.15] [AsF n.4] [Blu n.1] [IGC n.113] [IGC n.8]
(i riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia).
Ultimo aggiornamento: Estate 2010
3 - Femmina di stambecco (<i>Capra ibex</i>)  nei pressi del Bivacco Moncalieri (2008)
3 - Femmina di stambecco (Capra ibex) nei pressi del Bivacco Moncalieri (2008)
1 - Erba e rododentri precedono le conoidi detritiche dei contrafforti del Monte Gelas (2007)
1 - Erba e rododentri precedono le conoidi detritiche dei contrafforti del Monte Gelas (2007)
2 - Il Lago Blu (2008)
2 - Il Lago Blu (2008)
4 - Il Bivacco Moncalieri e, sullo sfondo, Cima Chafrion (2008)
4 - Il Bivacco Moncalieri e, sullo sfondo, Cima Chafrion (2008)
Commenti alla tappa VR.06
[Commenta la tappa] [Inizio pagina] [Menu] [Stampa]
Non sono presenti commenti per questa tappa.
QR Code - Tappa VR.06