Italiano Franšais Nederlands Deutsch English
Rifugi alpini e Bivacchi

Per rifugi non gestiti e bivacchi sono riportati i principali servizi offerti, quali il numero di posti, il riscaldamento, l'illuminazione o la disponibilitÓ di acqua. Il suggerimento in questi casi Ŕ comunque di non fare eccessivo affidamento sui servizi indicati: possono essere non pi¨ disponibili, magari solo temporaneamente (bombola del gas vuota, mancanza di legna per la stufa, sorgente d'acqua in secca, ...). Verificate sempre presso l'ente proprietario o il depositario delle chiavi le dotazioni del rifugio o bivacco che volete utilizzare.
Per i rifugi gestiti il consiglio Ŕ di contattare il gestore.

Lungi da me l'idea di fare l'ennesimo sito - o sezione di un sito - contenente l'elenco di rifugi, bivacchi, posti tappa, e altre disparate strutture ricettive che si trovano nei paesi e nelle vallate cuneesi.
In queste pagine non troverete neppure informazioni dettagliate sulle singole strutture (come tariffe e numeri di telefono dei gestori): per queste informazioni, che cambiano fin troppo velocemente, suggerisco siti istituzionali ai quali fare riferimento (occhio, per˛, che anche quelli non sono sempre aggiornatissimi, per usare un eufemismo...). Ove possibile, per ogni rifugio o bivacco indico la pagina web del rifugio stesso o dell'ente proprietario, ritenendoli comunque la fonte pi¨ attendibile e aggiornata.

Per chi invece vuole proprio ricorrere ai siti istituzionali, suggerisco:

Scopo di questa sezione del sito Ŕ quella di fornire un elenco, spero sufficientemente completo, di rifugi e bivacchi presenti sulle "alpi cuneesi", escludendo dall'elenco quelle strutture servite da strade asfaltate aperte alla circolazione, o situate in paesi o borgate, con l'eccezione di alcune strutture raggiungibili in auto ma situate lontano da centri abitati o ubicate lungo itinerari escursionistici.
Per ogni vallata sono riportati rifugi e bivacchi, fornendone l'ubicazione, la quota, l'ente proprietario e, ove disponibile, la documentazione fotografica e il riferimento all'itinerario di accesso estivo.
L'indicazione sulla proprietÓ del rifugio - in assenza di un sito web cui fare riferimento - pu˛ fornire indicazioni preziose sul periodo di apertura (in genere i rifugi CAI sono aperti almeno tra la metÓ di giugno e la metÓ di settembre, mentre i bivacchi CAI restano sempre aperti), sulle eventuali tariffe, sul referente cui chiedere informazioni.
Se volete pernottare in un bivacco, vista la limitata disponibilitÓ di posti letto (mediamente 9 nei bivacchi in provincia), mettete in conto la possibilitÓ di trovarlo pieno e quindi di dover eventualmente tornare a valle.

[Menu]