Tappa VR.02

VR.02 Rifugio Livio Bianco - Colle di Valmiana - Rifugio Valasco

Rifugio Livio Bianco (1890 m) - Colle di Valmiana (2922 m) - Piano inferiore del Valasco (1763 m) - Rifugio Valasco (1763 m)

+1091 / -1218

Dislivello [m]

5:40 - 6:20

Tempo [h:mm]

15135

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Bellissima traversata, anche se lunga e faticosa, che offre i migliori panorami nei tratti che precedono e seguono il Colle di Valmiana. La salita avviene ai piedi del Monte Matto, tra distese di macereti a perdita d'occhio (attenzione alla neve, possibile anche a inizio estate); la discesa prosegue con l'Argentera di fronte e il Piano dei Valasco letteralmente ai propri piedi. Il Colle di Valmiana è il punto più elevato dell'intero trekking.

Profilo altimetrico - Tappa VR.02
A Da Rifugio Livio Bianco (1890 m) a: Dislivello [m] Tempo [h:mm] Distanza [m] Difficoltà Segnavia
B Colle di Valmiana (2922 m) +1078 / -46 3:25 - 3:50 7786 E (1) -
C Piano inferiore del Valasco (1763 m) +1091 / -1218 5:35 - 6:15 14925 E (1) -
D Rifugio Valasco (1763 m) +1091 / -1218 5:40 - 6:20 15135 E (1) -

(1) EE in caso di neve al Colle di Valmiana.

Dal Rifugio Livio Bianco (1890 m) si raggiunge il Colle di Valmiana (2922, 3:25 - 3:50 ore dal Rifugio Livio Bianco) e si scende sul versante opposto fino al bivio quota 2483, in comune con la Tappa 11.28.
Al bivio si trascura la diramazione di destra per il Rifugio Questa (segnavia N27) e si continua in discesa verso sud. Il sentiero alterna serie di stretti tornanti a brevi traversi verso sinistra, spostando la discesa sul versante sinistro orografico del Vallone di Valmiana 1, sempre lungo denudati pendii di pietrame, magra erba e qualche arbusto. Dopo alcune ampie svolte, riprendono gli stretti tornanti: ci si avvicina al rio che scorre incassato sul fondo del vallone, poi si piega a sinistra tagliando un costone roccioso, con qualche attenzione a causa di brevi tratti in frana.
Il sentiero ora volge a destra, sempre zigzagando in discesa, e attraversa a quota 1870 circa il succitato rio. Usciti dall'impluvio, le ultime svolte attraversano un costone devastato da una gigantesca valanga nell'inverno 2008/9, tra massi e larici accatastati, e conducono alla rotabile sterrata che sale da Terme di Valdieri.
Si segue la strada verso destra, attraversando il Piano inferiore del Valasco (1763 m, 2:10 - 2:25 ore dal Colle di Valmiana), antico lago di origine glaciale ora completamente interrato. Quando la rotabile si biforca si ignora il ramo di destra che sale verso il Piano superiore del Valasco (segnavia N43), e si percorre il ramo di sinistra (segnavia N43A) che termina poco dopo di fronte al Rifugio Valasco (1763 m, 0:05 ore dal Piano inferiore del Valasco) 2, già Reale Casa di Caccia dei Savoia.

Carta schematica - Tappa VR.02

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

L'accesso più breve al Rifugio Livio Bianco è quello descritto nell'Itinerario 11.39.

Note

La salita e il passaggio al Colle di Valmiana possono diventare complicati in caso di neve, a seconda delle annate presente anche a inizio estate.

Pernottamento

Rifugio Valasco, www.rifugiovalasco.it, tel. +39 0171 1935229, cell. +39 347 0531456.

Cartografia

[Fra n.15] [AsF n.5] [Blu n.1] [IGC n.113] [IGC n.8]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2010

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Tappa VR.02

Non sono presenti commenti per questa tappa.

Commenta la tappa VR.02

2 - Il Rifugio Valasco (2015)
2 - Il Rifugio Valasco (2015)
1 - Il Massiccio dell'Argentera dal sentiero che scende il Vallone di Valmiana (2010)
1 - Il Massiccio dell'Argentera dal sentiero che scende il Vallone di Valmiana (2010)
×