Help - Aiuto on linea

? Help

Se non trovate la risposta ai vostri dubbi in questa pagina, potete contattarmi via mail o utilizzare l'apposito modulo (form).

? Sito

In quasi tutte le pagine, le singole sezioni si possono espandere o collassare per una più agevole lettura, come in questa pagina di help.
Anche la stampa si adegua: prima di lanciare la stampa di una pagina, semplicemente collassate (chiudete) le sezioni di quella pagina che non vi interessa stampare e queste non verranno stampate. Un ottimo sistema per risparmiare e disporre di un sito "personalizzabile"!

La maggior parte delle traduzioni del sito si basano sul traduttore automatico di Google™. Tuttavia, alcune pagine sono state tradotte da traduttori madrelingua. Queste pagine sono contraddistinte da un segno di spunta verde a fianco della corrispondente bandierina della lingua.

La spunta è ovviamente presente su tutte le pagine italiane.

? Itinerari

Riporto di seguito la classificazione delle difficoltà escursionistiche adottata dal Club Alpino Italiano (CAI). In questo sito, vista la definizione assai ampia della difficoltà E, alcuni sentieri impegnativi sono stati classificati E/EE o EE, per evitare che persone non esperte di montagna possano percorrerli.

T (turistico):

itinerari su stradine, mulattiere o comodi sentieri, con percorsi ben evidenti e che non pongono incertezze o problemi di orientamento. Si svolgono in genere sotto i 2000 m e costituiscono di solito l'accesso ad alpeggi o rifugi. Richiedono una certa conoscenza dell'ambiente montano e una preparazione fisica alla camminata.

E (escursionistico):

itinerari che si svolgono quasi sempre su sentieri, oppure su tracce di passaggio in terreno vario (pascoli, detriti, pietraie), di solito con segnalazioni; possono esservi brevi tratti pianeggianti o lievemente inclinati di neve residua, quando, in caso di caduta, la scivolata si arresta in breve spazio e senza pericoli. Si sviluppano a volte su terreni aperti, senza sentieri ma non problematici, sempre con segnalazioni adeguate. Possono svolgersi su pendii ripidi; i tratti esposti sono in genere protetti (barriere) o assicurati (cavi). Possono avere singoli passaggi su roccia, non esposti, o tratti brevi e non faticosi né impegnativi grazie ad attrezzature (scalette, pioli, cavi) che però non necessitano l'uso di equipaggiamento specifico (imbracatura, moschettoni, ecc.). Richiedono un certo senso di orientamento, come pure una certa esperienza e conoscenza del territorio montagnoso, allenamento alla camminata, oltre a calzature e equipaggiamento adeguati.

EE (per escursionisti esperti):

itinerari generalmente segnalati ma che implicano una capacità di muoversi su terreni particolari. Sentieri o tracce su terreno impervio e infido (pendii ripidi e/o scivolosi di erba, o misti di rocce ed erba, o di roccia e detriti). Terreno vario a quote relativamente elevate (pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii aperti senza punti di riferimento, ecc.). tratti rocciosi, con lievi difficoltà tecniche (percorsi attrezzati, vie ferrate fra quelle di minor impegno). Rimangono invece esclusi i percorsi su ghiacciai, anche se pianeggianti e/o all'apparenza senza crepacci (perché il loro attraversamento richiederebbe l'uso della corda e della piccozza e la conoscenza delle relative manovre di assicurazione). Necessitano: esperienza di montagna in generale e buona conoscenza dell'ambiente alpino; passo sicuro e assenza di vertigini; equipaggiamento, attrezzatura e preparazione fisica adeguati.

EEA (per escursionisti esperti con attrezzatura):

itinerari che richiedono l'uso di attrezzatura da ferrata (cordini, imbracatura, dissipatore, casco, etc.). Possono essere sentieri attrezzati o vere e proprie vie ferrate. Si rende necessario saper utilizzare in sicurezza l'equipaggiamento tecnico e avere una certa abitudine all'esposizione e ai terreni alpinistici. Di norma itinerari con questa difficoltà non sono trattati nel sito, se non in casi sporadici.

EAI (escursionismo in ambiente innevato):

Per l'estrema variabilità delle condizioni invernali dei sentieri, itinerari con questa difficoltà non sono trattati nel sito.

Per capire se un itinerario è adatto o meno alle proprie capacità od esigenze, il modo migliore è analizzarne la difficoltà tecnica (scala del CAI), i tempi approssimativi di percorrenza, il dislivello e la lunghezza. Combinando tutti questi fattori ci si può fare un'idea abbastanza precisa dell'impegno richiesto per compiere l'itinerario.
Per semplificare le cose ho aggiunto anche un "bollino" colorato, che prova a riassumere in qualche modo l'impegno necessario a raggiungere una determinata meta (anche intermedia).

Bollino verde:

impegno minimo, poco dislivello, poca distanza e difficoltà non superiori ad E, su sterrate, mulattiere o su buoni sentieri; itinerari adatti anche ad frequentatori non assidui della montagna, che richiedono sforzi fisici moderati e si sviluppano su terreno facile (ma pur sempre in montagna, non scambiateli per passeggiate in città!)

Bollino arancione:

impegno moderato, o per la lunghezza anche se su terreni facili, o perché i sentieri iniziano ad essere meno agevoli, o perché i dislivelli iniziano ad essere significativi; itinerari adatti ad escursionisti mediamente allenati che hanno una buona conoscenza della montagna e la frequentano con una certa abitudine.

Bollino rosso:

impegno elevato, o per le difficoltà tecniche non inferiori ad E/EE (sentieri malagevoli o assenti, tratti esposti), o per il notevole dislivello, o per il tempo di percorrenza, o per possibili problemi di individuazione del percorso; itinerari adatti a chi frequenta abitualmente la montagna e sa muoversi agevolmente anche su terreni impervi ed in diverse condizioni ambientali.

Per chiarire ulteriormente, proviamo a fare qualche esempio:

• un itinerario breve come tempo di percorrenza e poco dislivello, ma con difficoltà E/EE o EE, avrà il bollino rosso;
• un itinerario che si svolge tutto su strade sterrate, con poco dislivello, ma che dura molte ore, avrà il bollino arancione anche se la difficoltà è T;
• un itinerario con poco dislivello, poche ore di cammino su facili sentieri, e difficoltà non superiori ad E avrà il bollino verde;
• se per raggiungere una meta intermedia si ha ad esempio un bollino arancione, per la meta finale il bollino sarà comunque almeno arancione, anche se dalla meta intermedia all'arrivo è tutta discesa su strada asfaltata: questo perché l'itinerario prevede comunque il raggiungimento della meta intermedia, con l'impegno che questo richiede, prima di poter arrivare alla fine dell'itinerario.

Sottolineo come la valutazione per l'assegnazione del bollino sia soggettiva e come tale vada presa.
E' infine importante evidenziare che, sebbene le mete finali di alcuni itinerari siano abbastanza impegnativi, è quasi sempre possibile trovare una meta intermedia, quale un colle o un lago, dove ci si può fermare prima di ridiscendere, o un rifugio presso il quale pernottare, adattando quindi l'impegno fisico e l'escursione in base alle proprie capacità.

Per ogni escursione o tappa un pittogramma ne specifica la tipologia.

⇌ classico:

andata e ritorno sullo stesso percorso

↺ ad anello:

si torna al punto di partenza senza mai - o quasi - tornare sui propri passi

↷ traversata:

località di partenza ed arrivo non coincidono

Le escursioni in una valle o le tappe di un trekking possono essere ordinate secondo vari criteri utilizzando i pulsanti dedicati allo scopo.

Ordina per numero progressivo Ordinamento per numero progressivo dell'escursione o della tappa.
Ordina per località di partenza Ordinamento (geografico) per località di partenza.
Ordina per dislivello Ordinamento per dislivello in salita crescente.
Ordina per tempo Ordinamento per tempo di percorrenza crescente.
Ordina per distanza Ordinamento per distanza crescente.
Ordina per difficoltà Ordinamento per difficoltà (e, a pari difficoltà, per impegno) crescente.

Crediti per le icone a fondo pagina.

Tempi di percorrenza

Nelle schede più recenti, viene indicato un tempo minimo e un tempo massimo di percorrenza; la 'forbice' dovrebbe adattarsi camminatori più o meno allenati. I tempi di percorrenza sono calcolati con un software sviluppato ad hoc e sono desunti dalla traccia GPS dell'itinerario. Potrete trovarli stretti o eccessivi in base alla vostra condizione fisica e al vostro allenamento, ma sono oggettivi (non legati alla persona che compie il rilievo) e confrontabili tra diversi itinerari.

Nelle schede più vecchie si indica un solo tempo di percorrenza ed è basato sulla esperienza escursionistica (soggettiva) di chi ha realizzato questo sito.

Distanze

Nelle schede più recenti, le distanze sono ricavate con un software sviluppato ad hoc a partire dalla traccia GPS dopo che questa è stata verificata ed eventualmente corretta mediante ortofotocarte o altri strumenti. I punti traccia sono acquisiti ad una distanza di 4/5 metri.

Dislivelli

Nelle schede più recenti, i dislivelli sono ricavati con un software sviluppato ad hoc a partire dalla traccia GPS dopo che questa è stata elaborata per eliminare le oscillazioni intrinseche delle quote rilevate e dopo aver effettuato la compensazione barometrica a partire dalle quote riportate nella cartografia disponibile.

I dati di cui sopra sono riportati per le mete finali e per le mete intermedie. Per quanto si possano ritenere piuttosto affidabili (in particolare per le schede aggiornate a partire dall'autunno 2017), sono sempre da ritenersi indicativi.

Il profilo altimetrico è tracciato a partire dalla traccia GPS dopo che questa è stata elaborata per eliminare le oscillazioni intrinseche delle quote rilevate e dopo aver effettuato la compensazione barometrica a partire dalle quote riportate nella cartografia disponibile.
Sul profilo sono indicate le principali mete toccate durante l'itinerario.

I grafici per i diversi itinerari mantengono la stessa scala sia per la distanza (ascisse) che per la quota (ordinate). E' possibile quindi confrontare pendenze, lunghezze e quote medie dei vari itinerari.

Profilo altimetrico

Ad ogni itinerario è associata una cartina schematica. La base su cui sono realizzate le cartine può essere la Carta Tecnica della Regione Piemonte (CTR), OpenTopoMap o OpenStreetMap.

cartografia

Le carte sono rappresentate approssimativamente alla stessa scala, quindi la dimensione stessa della cartina può essere usata come riferimento per avere una idea della lunghezza degli itinerari. Il righello qui riportato vale per le carte OpenTopoMap:

Scala per carte OpenTopoMap

Le mete principali di una escursione o di una tappa sono indicate con le seguenti icone (nuova grafica in nero, vecchia grafica in verde):

Borgata o paese Borgata o paese Borgata o paese
Cima, monte, vetta Cima, monte, vetta Cima, monte, vetta
Rifugio Rifugio, bivacco o ricovero Rifugio (nuova e vecchia grafica), bivacco o ricovero (vecchia grafica)
Bivacco Bivacco
Grangia, gias, balma o altro edificio isolato Grangia, gias, balma o altro edificio isolato Grangia, gias, balma o altro edificio isolato
Castello, fortificazione, edificio storico Castello, fortificazione, edificio storico Castello, fortificazione, edificio storico
Bosco, albero monumentale Bosco, albero monumentale
Bivio, ponte o altro generico punto saliente del percorso Bivio, ponte o altro generico punto saliente del percorso Bivio, ponte o altro generico punto saliente del percorso
Colle, passo, valico Colle, passo, valico Colle, passo, valico
Lago o bacino artificiale Lago o bacino artificiale Lago o bacino artificiale
Riparo, ricovero di fortuna Riparo, ricovero di fortuna
Chiesa, cappella, pilone o altro edificio religioso Chiesa, cappella, pilone o altro edificio religioso Chiesa, cappella, pilone o altro edificio religioso
Sorgente, cascata Sorgente, cascata Sorgente, cascata
Posteggio Posteggio

Crediti per le cartine e le icone a fondo pagina.

Informazioni valide per le tracce associate alle schede inserite o aggiornate a partire dall'autunno 2017.

Ogni traccia acquisita è verificata ed eventualmente corretta - ove possibile - mediante ortofotocarte o altri strumenti. Solo eliminati (o ridotti) errori di acquisizione dovuti alla perdita di segnale, a soste prolungate, a deviazioni rispetto al sentiero. I dati di elevazione sono elaborati e compensati per le variazioni di pressione atmosferica. Sulla traccia così ottenuta, con una risoluzione di un punto traccia ogni 4/5 metri, sono stimati la distanza, il dislivello ed il tempo di percorrenza mediante un software sviluppato ad hoc.
La marca temporale di ciascun punto traccia viene sostituita con il tempo di percorrenza (il primo punto traccia assume convenzionalmente le ore 00:00), in modo che in ogni momento del percorso si possa sapere il tempo che avreste dovuto impiegare per arrivare in quel punto e quanto tempo vi manca alla destinazione.

Viene infine applicato un algoritmo di 'semplificazione' della traccia in tre dimensioni per ridurre il numero di punti traccia senza perdere i punti salienti della stessa. La traccia semplificata, pubblicata sul sito, si discosta al massimo di pochi metri dalla traccia originale.

Ogni scheda itinerario ha il suo QR code. Inquadrandolo con una apposita App di uno smartphone si viene automaticamente reindirizzati alla corrispondente pagina web.

QR code

Nella pagina introduttiva di ciascuna valle o ciascun trekking, cliccando sul pulsante

Mostra/nascondi QR code

si possono visualizzare i QR code di tutti le escursioni della valle o di tutte le tappe del trekking. Questa funzione è pensata in particolare per i gestori di strutture turistiche che vogliono mettere a disposizione dei clienti una semplice guida agli itinerari o ai trekking della zona in cui si trova la struttura.

Esempio di pagina stampata con i QR code

? Ricerca

I testi o i siti web consultati per la realizzazione degli approfondimenti presenti nelle schede delle escursioni o delle tappe sono indicati tra parentesi quadre, ad es. [Montagne Nostre], in fondo al riquadro dell'approfondimento stesso.

Riferimenti bibliografici

Il simbolo [-] al posto del riferimento ad un testo indica che le informazioni riportate provengono da pannelli informativi, paline, dépliant o sono raccolte da terze persone.
Per i dettagli sul testo (autori, casa editrice, ecc.) o sul sito, fare riferimento alla sezione Bibliografia del sito.

Nella "Home page" del sito è presente una casella per la ricerca con Google™ solamente all'interno del sito AlpiCuneesi.it.
Sebbene Google™ abbia indicizzato buona parte delle pagine presenti in questo sito, non trovare la o le parole cercate NON significa necessariamente che tali parole non siano presenti. E' infatti possibile che si trovino in pagine non indicizzate da Google™ o che tali pagine, ad esempio perché modificate di recente, non siano ancora state ri-visitate da Google™.
Si veda anche la voce dell'help relativa all'Indice del sito AlpiCuneesi.it per eseguire ricerche di toponimi ed escursioni all'interno del sito.

Per sfruttare al meglio la ricerca con Google™ all'interno del sito, seguite questi semplici consigli:

• digitate inizialmente una o poche parole: la ricerca è effettuata solo sulle pagine del sito AlpiCuneesi e utilizzare molte parole rischia di non far trovare alcun documento corrispondente (la ricerca può essere raffinata in seguito inserendo ulteriori parole se i risultati ottenuti sono troppi);
• salvo i casi particolari elencati sotto, vengono presentati tra i risultati SOLO le pagine che contengono TUTTE le parole digitate; ad esempio, la ricerca di Case Rosa mostra tutte le pagine che contengono sia la parola Case sia la parola Rosa;
• i risultati sono presentati in ordine di rilevanza: l'ordine con cui inserite le parole da cercare può influenzare l'ordine in cui compaiono i risultati;
• se volete che vi vengano presentate tutte le pagine che contengono almeno una delle parole che avete inserito, separate le parole stesse con un 'OR' (maiuscolo); ad esempio, la ricerca di Case OR Rosa
mostra tutte le pagine che contengono o la parola Case, o la parola Rosa, o entrambe;
• se volete cercare una frase specifica, racchiudetela tra doppi apici; ad esempio, la riceca di "Case Rosa" mostra tutte le pagine che contengono le due parole Case Rosa consecutive;
• lettere maiuscole e lettere minuscole NON influenzano la ricerca;
• alcune parole brevi e comuni, come articoli, numeri singoli, ecc. sono talvolta escluse dalla ricerca; se volete comunque cercarle, dovete farle precedere da un segno +; ad esempio, digitate Vittorio Emanuele +II;
• se volete eliminare dai risultati quelli contenenti una determinata parola, fate precedere la parola dal segno -; ad esempio, digitate Rosa -Case se state cercando le pagine che contengono la parola Rosa ma non la parola Case.

L'Indice del sito contiene l'elenco delle escursioni e delle tappe dei trekking.
Contiene inoltre tutti i toponimi menzionati nelle schede delle escursioni e delle tappe, sia in ordine alfabetico (ordinati in base al nome), che in ordine tematico (ordinati per tipologia, raggruppando ad esempio laghi, rifugi, valichi, ecc.). Per ogni voce dell'indice dei toponimi è riportata la scheda (o le schede) che contengono quel toponimo e le foto che sono inerenti al toponimo.
La dimensione del collegamento indica la rilevanza di quel toponimo all'interno della scheda.

Nell'esempio qui sopra, sappiamo che alla lettera G ci sono (4) toponimi.
Di questi, Monte Galero è molto rilevante nell'itinerario [01.14], Case Ganè è mediamente rilevante nell'itinerario [01.12], Monte Grosso è poco rilevante nell'itinerario [01.09].
Nell'itinerario [01.14] ci sono 6 foto inerenti il Monte Galero, una sola inerente Garessio nell'itinerario [01.12].

? Codice

Tutte le pagine del sito sono validate come pagine HTML5 standard. Il fogli di stile (CSS) sono validati come CSS3 standard.

Il sito è compatibile con i più comuni browser disponibili sul mercato, purché in versioni recenti aggiornate agli standard HTML5 e CSS3.

Grazie al responsive design, il sito è visualizzabile correttamente su ogni dispositivo, che sia PC, tablet o smartphone. L'aspetto delle pagine si adatta automaticamente alle dimensioni della finestra del browser.

Responsive design su desktop Responsive design su tablet e smartphone

Il sito AlpiCuneesi.it è completamente navigabile anche con l'esecuzione del codice Javascript disabilitata. In questo caso alcune funzionalità sono disabilitate, ma la navigazione e la presentazione delle pagine non ne risulta compromessa.

Il sito AlpiCuneesi.it non utilizza cookies di alcun tipo.

? Crediti

Cartine

• © Regione Piemonte, carta tecnica regionale
• © Thunderforest, © OpenStreetMap contributors. © OpenTopoMap.

Icone cartine (nuova grafica)

• © MapKeyIcon

Icone ordinamento itinerari

• © Font Awesome