Italiano Français Nederlands Deutsch English
Ordina per: località di partenza Ordina per: numero progressivo Ordina per: data ultimo aggiornamento Ordina per: numero di commenti Ordina per: lunghezza (ove disponibile)
Ordina per: dislivello in salita Ordina per: dislivello totale Ordina per: tempo di salita Ordina per: tempo totale Ordina per: difficoltà
[01] [02] [03] [04] [05] [06] [07] [08] [09] [13] [15]
Valle Pesio

Il più meridionale dei tre principali Parchi Naturali Regionali che si trovano in Provincia di Cuneo si estende in Alta Valle Pesio e in Alta Valle Tanaro. Istituito nel 1978 e più recentemente ampliato, copre oggi un'area di circa 6800 ettari.
Alla testata della valle si trova la vetta più alta delle Alpi Liguri, Punta Marguareis (m. 2651), nell'omonimo massiccio montuoso. Il massiccio del Marguareis, formato da rocce calcaree, presenta una imponente parete Nord, che si eleva quasi verticale per diverse centinaia di metri. La natura calcarea della roccia ha dato luogo a spettacolari fenomeni carsici: nel parco e nei territori limitrofi sono presenti più di 400 grotte e numerosi sistemi idrologici ipogei con spettacolari risorgenze sia in Val Pesio (la cascata del Pis del Pesio) che in Val Tanaro.

Località di partenza: Colle del Mortè (Comune di Chiusa di Pesio)
Itinerario 07.08

Il lungo percorso noto come "Via delle Borgate" ha un po' perso di interesse nel suo tratto iniziale, una lunga cavalcata lungo la displuviale tra le valli Ellero e Pesio, a causa dell'apertura di piste da esbosco. La descrizione è rimasta, ma non aggiornata e suggerita solo come variante per chi vuole effettuare una camminata più lunga. Resta invece molto intrigante l'anello che si chiude con partenza e arrivo alla Cappella dell'Olocco, attraverso numerose borgate e cascine, alcune ancora utilizzate nel periodo estivo per lo svolgimento delle tradizionali attività agro-pastorali.

Dislivello in salita: +552/-198 m; Dislivello totale: +721/-721 m;
Tempo di salita: 2:45 - 3:05 ore; Tempo totale: 4:50 - 5:30 ore;
Distanza: 15644 m; Difficoltà: E;
Aggiornamento: Primavera 2015; Commenti: 0;
Approfondimenti: -

[Menu]
Località di partenza: Chiusa di Pesio
Itinerario 07.15

Si tratta di una passeggiata poco faticosa, che si svolge quasi totalmente su sterrate o piste forestali. Lunghi i tratti all'interno del bosco. Gli elementi di maggior interesse sono sicuramente la Grangia del Castellar (ottimo punto panoramico) e il Parco archeodidattico della Roccarina.

Dislivello in salita: +165/-65 m; Dislivello totale: +195/-195 m;
Tempo di salita: 1:05 - 1:15 ore; Tempo totale: 1:45 - 2:00 ore;
Distanza: 6387 m; Difficoltà: T;
Aggiornamento: Inverno 2017; Commenti: 0;
Approfondimenti: Il Parco archeodidattico della Roccarina. Il Castello Mombrisone. La Grangia del Castellar.

[Menu]
Località di partenza: Certosa di Pesio (Comune di Chiusa di Pesio)
Itinerario 07.09

Breve e rilassante passeggiata che tocca alcune cascine, la cui costruzione è legata agli antichi fasti della Certosa, quando i monaci promuovevano, tra le altre attività, agricoltura e pastorizia. L’itinerario, tranne un breve tratto su sentiero, si svolge su comode carrarecce sterrate seguendo un percorso ad “8”; adattissimo alle mezze stagioni, tocca luoghi ameni come l’ampio colletto prativo sede della Cascina San Michele. Avendo l’accortezza di procedere in silenzio, non è raro l’incontro con qualche capriolo, animale simbolo del Parco Naturale del Marguareis.

Dislivello in salita: +319/-37 m; Dislivello totale: +319/-319 m;
Tempo di salita: 1:15 - 1:30 ore; Tempo totale: 1:50 - 2:10 ore;
Distanza: 5170 m; Difficoltà: T/E;
Aggiornamento: Inverno 2016; Commenti: 3;
Approfondimenti: La gestione delle risorse naturali ai tempi della Certosa.

[Menu]
Itinerario 07.13

Piacevole passeggiata prevalentemente tra fitti boschi. Una comoda strada sterrata raggiunge il Gias sottano del Baus 'd l'Ula, dove ha inizio la parte più interessante dell'itinerario. Cascina San Michele, su una panoramica dorsale prativa, è luogo ideale per una sosta.

Dislivello in salita: +441/-0 m; Dislivello totale: +476/-476 m;
Tempo di salita: 1:30 - 1:40 ore; Tempo totale: 2:45 - 3:10 ore;
Distanza: 8494 m; Difficoltà: E;
Aggiornamento: Inverno 2017; Commenti: 0;
Approfondimenti: La Certosa di Santa Maria. La gestione delle risorse naturali ai tempi della Certosa.

[Menu]
Itinerario 07.01

Una rilassante passeggiata alla scoperta della natura della Valle Pesio: un sentiero autoguidato, illustrato da numerosi pannelli, conduce dalla Certosa di Santa Maria fino al Rifugio Pian delle Gorre, situato ai margini dell'omonima amena radura. Con una breve deviazione, durante il percorso, si raggiunge anche il Recinto faunistico delle Canavere, nel quale sono ospitati alcuni esemplari di cervi.

Dislivello in salita: +263/-41 m; Dislivello totale: +310/-121 m;
Tempo di salita: 1:15 - 1:30 ore; Tempo totale: 1:45 - 2:05 ore;
Distanza: 5923 m; Difficoltà: T;
Aggiornamento: Primavera 2017; Commenti: 2;
Approfondimenti: La Certosa di Santa Maria. La reintroduzione del capriolo. Il capriolo. Il toponimo Pian delle Gorre.

[Menu]
Località di partenza: Pian delle Gorre (Comune di Chiusa di Pesio)
Itinerario 07.02

Poco frequentato nel tratto che collega il Pian del Creus al Rifugio Sestrera sottano, questo breve e piacevole anello consente di immergersi nella natura del Parco del Marguareis: distese di abeti bianchi, ora in purezza ora miste a faggi, e piccoli branchi di schivi caprioli che si paleseranno solo a chi saprà percorrere in punta di piedi questo bel sentiero.

Dislivello in salita: +381/-72 m; Dislivello totale: +383/-383 m;
Tempo di salita: 1:20 - 1:30 ore; Tempo totale: 2:00 - 2:15 ore;
Distanza: 5416 m; Difficoltà: E;
Aggiornamento: Primavera 2017; Commenti: 0;
Approfondimenti: L'Abete bianco.

[Menu]
Itinerario 07.07

Traversata dal Vallone di Serpentera al Vallone di Sestrera, molto varia ed interessante, che tocca numerosi Gias. Notevoli i paesaggi e i panorami, incluso quello sulla parete Nord del Marguareis, che si alternano lungo il cammino.

Dislivello in salita: +1018/-84 m; Dislivello totale: +1102/-1102 m;
Tempo di salita: 3:25 - 3:55 ore; Tempo totale: 5:40 - 6:35 ore;
Distanza: 7883 m; Difficoltà: E;
Aggiornamento: Estate 2016; Commenti: 3;
Approfondimenti: Il Rifugio Garelli. Il fitodepuratore (quasi) più alto d'Europa.

[Menu]
Itinerario 07.03

Una delle mete più note all'interno del parco, il Pis del Pesio è una spettacolare cascata dove l'acqua sgorga direttamente da una verticale parete rocciosa e compie un salto di oltre 20 metri. Il fenomeno è però tanto affascinante quanto effimero: si manifesta solo per alcune settimane l'anno, in primavera, quando l'abbondanza di acque dovuta al disgelo riempe le cavità ipogee fino a farle traboccare dal sifone terminale del Pis.

Dislivello in salita: +419/-41 m; Dislivello totale: +511/-511 m;
Tempo di salita: 1:25 - 1:40 ore; Tempo totale: 2:50 - 3:15 ore;
Distanza: 8158 m; Difficoltà: E;
Aggiornamento: Estate 2016; Commenti: 3;
Approfondimenti: Il sistema carsico della Conca delle Carsene. La strada ex militare 194.

[Menu]
Itinerario 07.04

Sicuramente uno dei più interessanti itinerari all'interno del Parco, in ambienti estremamente vari: dalle abetine di inizio percorso, alle impressionanti pareti calcaree del Massiccio del Marguareis, per finire con gli arrotondati declivi pascolivi del Gias soprano di Sestrera. In senso inverso, questo itinerario descrive la via di accesso classica al Rifugio Garelli.

Dislivello in salita: +958/-24 m; Dislivello totale: +958/-958 m;
Tempo di salita: 3:00 - 3:25 ore; Tempo totale: 4:35 - 5:20 ore;
Distanza: 11796 m; Difficoltà: E;
Aggiornamento: Autunno 2016; Commenti: 1;
Approfondimenti: La stazione botanica Danilo Re. La stazione botanica Burnat - Bicknell.

[Menu]
Itinerario 07.05

Questo itinerario si snoda lungo la "strada dell'invasione", vecchia rotabile militare forse costruita per aprire una via di invasione verso la Francia. I tratti già costruiti della strada consentono di raggiungere senza eccessivo sforzo la panoramica sella prativa del Colle del Prel ed il Passo del Duca, noto per un avvenimento legato alla lotta partigiana.

Dislivello in salita: +957/-0 m; Dislivello totale: +957/-957 m;
Tempo di salita: 3:10 - 3:30 ore; Tempo totale: 4:55 - 5:30 ore;
Distanza: 13877 m; Difficoltà: E;
Aggiornamento: Estate 2016; Commenti: 0;
Approfondimenti: La strada ex militare 194. La battaglia di Pasqua del 1944.

[Menu]
Itinerario 07.06

Via d'accesso alla Conca delle Càrsene, questo itinerario abbastanza faticoso attraversa zone poco battute dal turismo ed offre begli scenari soprattutto nella zona tra il Passo del Baban e il Passo del Duca. Dal Passo del Duca è possibile il rientro per il Vallone del Marguareis.

Dislivello in salita: +1009/-50 m; Dislivello totale: +1059/-1059 m;
Tempo di salita: 4:15 ore; Tempo totale: 7:00 ore;
Distanza: - m; Difficoltà: E;
Aggiornamento: Estate 2005; Commenti: 0;
Approfondimenti: La strada ex militare 194. La battaglia di Pasqua del 1944.

[Menu]