Itinerario 17.01

17.01 Meire Dacant - Rifugio Alpetto - Lago di Alpetto

Meire Dacant (1545 m) - Rifugio Alpetto (2269 m) - Lago di Alpetto (2238 m)

+724 / -31

Dislivello [m]

2:20

Tempo [h:mm]

-

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Un po' fuori dai percorsi turistici e dal Giro di Viso, il Rifugio Alpetto costituisce comunque un'ottima meta per una escursione. Il vicino Lago di Alpetto, con il Monviso che incombe, è il luogo ideale per il meritato riposo dopo la salita.

A Da Meire Dacant (1545 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Rifugio Alpetto (2269 m) +724 / -0
(+724 / -724)
2:15
(3:50)
-
(-)
E -
C Lago di Alpetto (2238 m) +724 / -31
(+755 / -755)
2:20
(4:00)
-
(-)
E -

Si imbocca la strada pastorale (chiusa da una catena) che, in lieve salita, attraversa ampi e dolci pendii pascolivi tra macchie di ontani verdi. Sulla destra si vede la caratteristica parete SO della Rocca Bianca. La strada ben presto termina ed il sentiero prosegue ad attraversare il Rio dell'Alpetto su passerella in legno, spostandosi sulla sinistra orografica della valle. La traccia (ora segnavia V6 del sentiero che sale da Paschiè) si perde tra i pascoli, ma si ritrova proseguendo in salita, poco a monte di una piccola cascatella che il Rio dell'Alpetto forma in una strettoia della valle, sul pendio che adduce ad un'altra ampia conca pascoliva.
Si continua a mezzacosta con percorso pianeggiante fin quasi alla base di un notevole salto roccioso che pare sbarrare il passaggio. Si inizia a salire a tornanti sul costone prativo alla sinistra orografica del rio, si percorre un lungo traverso in salita e quindi un'altra serie di tornanti in una piccola gola tra rocce strapiombanti. Al termine della faticosa salita 8, si perviene ad un piccolo pianoro pascolivo 125. Lo si attraversa, si compie un'ultima breve salita trascurando una traccia sulla destra, si attraversa un ruscello e si raggiunge il nuovo Rifugio Alpetto 6. Alle sue spalle compare subito il Ricovero dell'Alpetto, recentemente ristrutturato.

Il Ricovero dell'Alpetto 4 è stato il primo rifugio costruito dal CAI e uno dei primi dell'intero arco alpino. Realizzato in pietra e calce, fu inaugurato nel 1866 per iniziativa dell'Avv. e alpinista Tommaso Simondi di Barge, con il contributo del neonato Club Alpino Italiano allo scopo di "rendere più spedite e meno faticose - sottolineava l'allora Presidente del CAI - le ascensioni al Monviso dalla valle di Crissolo". Utilizzato fino a inizio '900, e quindi abbandonato in favore di nuovi e più confortevoli punti d'appoggio, è stato riattato nel 1985 da privati. Nel 2005, il CAI con la collaborazione del museo della Montagna di Torino ed il patrocinio della Fondazione Sella, il ricovero è stato trasformato nel Museo dell'Alpetto, dedicato agli albori dell'alpinismo italiano.

[Lo Scarpone]

Pochi metri più a valle si vede il Lago di Alpetto 73, raggiungibile in un paio di minuti.

Carta schematica - Itinerario 17.01

Mappa su base CTR Piemonte

Accessi

Da Saluzzo si risale la Valle Po fino a Paesana. Dopo Paesana si incontra sulla sinistra il bivio per Oncino, da dove si prosegue per Borgata Ruetto (seguire indicazioni per Rifugio Alpetto). Si imbocca sulla destra la strada, prima asfaltata ma molto stretta, poi sterrata con fondo abbastanza sconnesso negli ultimi tornanti. Al termine dello sterrato si trova un piccolo spiazzo per alcune auto nei pressi di Meire Dacant.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

--

Ultimo aggiornamento

Estate 2003

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 17.01

vallegesso79

domenica 05 ottobre 2008

[ 10.39.*.*]

Dal termine della strada asfaltata alle Meire Dacant (partenza dell'itinerario) non ci sono più di 10 minuti a piedi. Vi sono dei posteggi lungo la sterrata, io mi sono fermato prima dei 2 tornanti che portano alle Meire in un ampio posteggio con tavolini da pic-nic, da lì al rifugio ho impiegato 2 ore esatte comprese pause. Può essere un commento utile per chi come me non possiede un fuoristrada.

Commenta l'itinerario 17.01

4 - Il Ricovero dell'Alpetto (1996)
4 - Il Ricovero dell'Alpetto (1996)
1 - Il Monviso (a destra) e Punta Michelis (a sinistra) (1996)
1 - Il Monviso (a destra) e Punta Michelis (a sinistra) (1996)
7 - Il Lago di Alpetto. Sullo sfondo, il Monviso (2003)
7 - Il Lago di Alpetto. Sullo sfondo, il Monviso (2003)
6 - Il Rifugio Alpetto (2003)
6 - Il Rifugio Alpetto (2003)
2 - Il Rio dell'Alpetto e, sullo sfondo, il Monviso (1996)
2 - Il Rio dell'Alpetto e, sullo sfondo, il Monviso (1996)
8 - Vista verso valle dalla sommità del salto roccioso superato dal sentiero per il Rifugio Alpetto (2003)
8 - Vista verso valle dalla sommità del salto roccioso superato dal sentiero per il Rifugio Alpetto (2003)
5 - Mucche al pascolo sul pianoro pascolivo che si incontra poco prima del Rifugio Alpetto. Sullo sfondo, il Monviso (2003)
5 - Mucche al pascolo sul pianoro pascolivo che si incontra poco prima del Rifugio Alpetto. Sullo sfondo, il Monviso (2003)
3 - Profili... (1996)
3 - Profili... (1996)
×