Itinerario 17.04

17.04 Pian del Re - Rifugio Giacoletti - Pian del Re

Pian del Re (2013 m) - Lago Superiore (2313 m) - Lago Lausetto (2332 m) - Rifugio Giacoletti (2741 m) - Pian del Re (2013 m)

+728 / -728

Dislivello [m]

5:00

Tempo [h:mm]

-

Distanza [m]

E/EE 

Difficoltà

Tipologia

La salita segue il classico percorso di accesso al Rifugio Giacoletti, raggiunto dopo aver toccato incantevoli laghi di origine glaciale. I più esperti potranno scendere per una via decisamente meno frequentata e più impegnativa, seguendo un lungo ed ampio canale roccioso che permette di chiudere un intrigante percorso ad anello.

A Da Pian del Re (2013 m) a: Dislivello [m] Tempo [h:mm] Distanza [m] Difficoltà Segnavia
B Lago Superiore (2313 m) +300 / -0 1:00 - E -
C Lago Lausetto (2324 m) +311 / -0 1:10 - E -
D Rifugio Giacoletti (2744 m) +728 / -0 2:45 - E -
E Pian del Re (2013 m) +728 / -728 5:00 - E/EE (1) -

(1) E/EE il tratto tra il Rifugio Giacoletti e il bivio V17.

Da Pian del Re 7 si imbocca l'ampia mulattiera per il Colle delle Traversette (segnavia V16) ed altre destinazioni (segnavia V12, V14, V16, V17, V19, V20, V21, V22).

All'imbocco di Pian del Re, sul lato N, si notano i ruderi di 6 edifici militari - caserma, magazzino, scuderia, forno, cappella e caserma dei Regi Carabinieri - in grado di ospitare truppe ed animali. La ex caserma dei Carabinieri è da tempo stata riattata ed utilizzata per scopi civili.

[Le strade dei cannoni]

Si lascia quasi subito sulla sinistra una traccia che riscende a Pian del Re 8, si passa un rio e si trascura, sulla destra, il bivio per il Colle delle Gianna (segnavia V12). Una lunga e ripida salita 6 porta al bivio, sulla sinistra, per il Lago Superiore e per il Rifugio Giacoletti (segnavia V17). Imboccato il sentiero V17, si taglia in diagonale un pendio detritico con magra erba. Si trascura sulla sinistra un sentiero che scende ripido a Pian del Re, proseguendo sempre con notevole pendenza su fondo a tratti anche scalinato a causa delle roccette affioranti. Raggiunta la cascata 1 formata dall'emissario del Lago Superiore (una fune sospesa agevola il passaggio reso difficoltoso dall'acqua, quando abbondante, e dalla piccola frana che ha danneggiato il sentiero proprio in corrispondenza della cascata), la salita continua con stretti tornanti e bellissimi scorci sul sottostante Lago Fiorenza 13. Quando il sentiero spiana si è ormai in prossimità del Lago Superiore 101112.
Si costeggia la sponda orientale del lago, tra prati e rocce montonate, fino ad incontrare il bivio a destra per il Rifugio Giacoletti (segnavia V17). Sebbene sia la via più breve per il rifugio, conviene tenersi sul ramo di sinistra del sentiero (segnavia V26) e raggiungere, attraversando in pochi minuti una piccola piana prativa, il Lago Lausetto 9, preceduto da un minuscolo laghetto. Proprio tra essi si incrocia il sentiero che sale dal Lago Fiorenza (sempre segnavia V26, verso E) e che prosegue (senza segnavia, verso O) in direzione del sentiero V14 e del Rifugio Giacoletti. Anche in questo caso si continua diritto mantenendosi sul segnavia V26 che, dopo una breve risalita, si immette sul sentiero V14.

Un dedalo di sentieri più difficile a descriversi che a seguire sul terreno. In effetti, il segnavia V26, dall'infelice percorso a T, collega il Lago Superiore al Lago Lausetto, staccando però a metà la diramazione sopra citata a sinistra per il Lago Fiorenza.

Seguendo il V14 verso sinistra si scenderebbe al Lago Chiaretto per proseguire poi verso Pian del Re o verso il Rifugio Sella, mentre seguendolo verso destra si sale al Rifugio Giacoletti. Imboccata quest'ultima direzione, si compie un lungo traverso tra detriti e magra erba, si riceve da destra il sentiero incontrato in precedenza proveniente dal Lago Lausetto e, poco oltre, si riceve sempre da destra anche il sentiero V17 che sale dal Lago Superiore. Trascurate le due diramazioni, dopo una serie di ripidi tornanti si ignora anche la deviazione sulla sinistra per Punta Roma. Attraversata una pietraia 3, si riprende la ripida salita a tornanti lungo un marcato costone che scende dalle Rocce Alte; oltre il costone, proprio sul Colle Losas (pr. Colle Losàs), si trova il Rifugio Giacoletti 42.
Scavalcato il colle, il sentiero (segnavia V19) entra nel canalone detritico chiuso tra Punta Venezia e le Rocce Alte. Discese alcune roccette, si prosegue con poche svolte fino alla base del canalone, che si percorre tra sfasciumi (possibile neve anche in estate inoltrata) in notevole pendenza. Passata una seconda serie di svolte tra roccette e sfasciumi, si attraversa un piccolo rio e si trascura il bivio, sulla sinistra, con il sentiero V21 per il Colle delle Traversette

Il sentiero V21, o "Sentiero del Postino" collega direttamente i segnavia V16 e V19, quindi il Colle delle Traversette con il Colle Losas, evitando di perdere quota. Per l'accesso al sentiero V21 è necessario superare alcune placchette rocciose con l'aiuto di una fune e di una catena.

Il sentiero ora migliora decisamente e scende su terreno aperto dove si immette sul segnavia V16 5 proveniente da Pian del Re. Lo si segue verso destra, scendendo con pendenze moderate, tra erba e detriti, fino ad incontrare sulla destra il bivio V17 incontrato all'andata. Tralasciato il bivio, si compie a ritroso il percorso di salita per tornare a Pian del Re.

Carta schematica - Itinerario 17.04

Mappa su base CTR Piemonte

Accessi

Da Saluzzo si risale la Valle Po fino a Crissolo. Qui si prende la strada sulla destra per Pian del Re, dove è possibile lasciare l'auto in un ampio posteggio sterrato (a pagamento in alta stagione).

Note

L'itinerario di discesa lungo il sentiero V19 è da sconsigliarsi in caso di cattivo tempo.
Nei giorni festivi d'estate Pian del Re è molto frequentato e può essere difficile trovare posteggio. Vista la carreggiata assai stretta, è consigliabile salire da Crissolo al mattino e ridiscendere nel pomeriggio, onde limitare la possibilità di incrociare auto in direzione opposta.

Pernottamento

--

Cartografia

--

Ultimo aggiornamento

Estate 2004

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 17.04

Ste

martedì 31 agosto 2010

[ 151.12.*.*]

Splendida camminata! Fatta il 25/08/10 con un sole stupendo ed un cielo talmente terso da rendere il Monviso ancora + meraviglioso... Ce l'abbiamo fatta nonostante le nostre gambe (e le zampe dei nostri bau) non fossero molto allenate!

ago57

mercoledì 21 agosto 2013

[ 87.14.*.*]

con mia figlia Monica, il 20 agosto 2013 giro del Giacoletti : all' andata con il sentiero che attraverso il colur del porco dopo aver incrociato il "sentiero del pstino" arriva alle spalle del rifugio, ed al ritorno con il sentiero che passa sotto la cascata ed arriva al pian del Re. giornata splendida. una polenta ottima come del resto la gentilezza del personale del rifugio. belle foto che ricorderanno una bella giornata al cospetto del Re di pietra.

Commenta l'itinerario 17.04

12 - Il Lago Superiore (2010)
12 - Il Lago Superiore (2010)
7 - Lo storico albergo di Pian del Re; sullo sfondo, il Monviso a sinistra e il Visolotto a destra (2006)
7 - Lo storico albergo di Pian del Re; sullo sfondo, il Monviso a sinistra e il Visolotto a destra (2006)
2 - L'alba sul Monviso dai pressi del Rifugio Giacoletti. Sullo sfondo il Viso Mozzo (1992)
2 - L'alba sul Monviso dai pressi del Rifugio Giacoletti. Sullo sfondo il Viso Mozzo (1992)
9 - Il Monviso si specchia nel Lago Lausetto (2010)
9 - Il Monviso si specchia nel Lago Lausetto (2010)
13 - Il Lago Fiorenza dal sentiero per il Lago Superiore (2010)
13 - Il Lago Fiorenza dal sentiero per il Lago Superiore (2010)
5 - Il bivio tra i sentieri V19 e V16 (2004)
5 - Il bivio tra i sentieri V19 e V16 (2004)
8 - Pian del Re: a sinistra gli edifici ex-militari, al centro la Cappella della Madonna della Neve e a destra l'albergo di Pian del Re (2006)
8 - Pian del Re: a sinistra gli edifici ex-militari, al centro la Cappella della Madonna della Neve e a destra l'albergo di Pian del Re (2006)
3 - La pietraia che si attraversa prima di raggiungere il Rifugio Giacoletti. Il Viso Mozzo sullo sfondo (2004)
3 - La pietraia che si attraversa prima di raggiungere il Rifugio Giacoletti. Il Viso Mozzo sullo sfondo (2004)
4 - Il Rifugio Giacoletti (2004)
4 - Il Rifugio Giacoletti (2004)
11 - Sulle sponde del Lago Superiore (2010)
11 - Sulle sponde del Lago Superiore (2010)
1 - La cascata formata dall'emissario del Lago Superiore, dove il sentiero è attrezzato con fune e catena (1992)
1 - La cascata formata dall'emissario del Lago Superiore, dove il sentiero è attrezzato con fune e catena (1992)
6 - Pian del Re dal sentiero per il Rifugio Giacoletti (2004)
6 - Pian del Re dal sentiero per il Rifugio Giacoletti (2004)
10 - Il Monviso e il Lago Superiore (2010)
10 - Il Monviso e il Lago Superiore (2010)
×