Itinerario 13.06

13.06 Monterosso Grana - Podio soprano - Podio sottano

Monterosso Grana (731 m) - Santuario della Madonna della Neve (811 m) - Case Viana (941 m) - Andrio (939 m) - Podio soprano (965 m) - Podio sottano (901 m)

+280 / -106

Dislivello [m]

2:30

Tempo [h:mm]

-

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Un vecchio Santuario e alcune borgate sono le mete di questo facile percorso di media valle che si sviluppa per intero sul versante meglio esposto della Val Grana, rendendolo ideale nelle mezze stagioni.

A Da Monterosso Grana (731 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Podio sottano (901 m) +280 / -106
(+386 / -386)
2:30
(4:30)
-
(-)
E -

Si imbocca la mulattiera (segnavia "La Curnis bassa") in direzione ENE per i ruderi del castello e Madonna della Neve (Madono de la Neu), lasciando poco dopo sulla sinistra la deviazione che sale ai ruderi del castello. La comoda mulattiera 1 prosegue in piano o leggera salita nel castagneto fino ai ruderi del Santuario della Madonna della Neve 2, dove si trasforma in sentiero e continua verso ENE tagliando in costa pendii boschivi. Nei pressi di un diruto pilone votivo si trova un bivio e si prende a sinistra per Case Viana. Il sentiero sale abbastanza deciso per un breve tratto all'interno di un bosco di pino silvestre 3, quindi raggiunge un'arrotondata e displuviale 4 e la segue con andamento quasi pianeggiante. Passati all'interno di un bel bosco di querce e castagni il sentiero incontra un altro bivio: a destra per Ollasca e Colletto, a sinistra per Case Viana (Viano). Seguendo quest'ultima direzione ci si immette su una pista sterrata e, attraversata un'abetina di origine antropica, si perviene a Case Viana. Oltrepassate le poche abitazioni, si segue verso sinistra la sterrata di accesso alla borgata, tralasciando il ramo di destra per Colletto (Coulet). Dopo alcuni minuti si raggiunge la strada asfaltata che serve Colletto, seguendola verso sinistra in discesa per un brevissimo tratto. Quasi subito infatti un'altra pista sterrata si stacca sulla destra e raggiunge la bella borgata di Andrio (Endriou). Attraversata la borgata (fontana) si scende sulla sinistra nel bosco di querce lungo un sentiero a tratti poco evidente che perde quota con alcune svolte. Quando spiana, il sentiero piega verso O e prosegue in costa prima di immettersi su una più ampia mulattiera, che si deve seguire verso destra in leggera salita. La mulattiera si abbandona poco oltre, seguendo sulla sinistra il sentiero che riprende il percorso a mezzacosta. Entrati in un bosco di pino silvestre si guadagna nuovamente quota e, nei pressi di una costruzione seminterrata usata per captare una sorgente, si trascura la traccia che scende a sinistra per proseguire in piano fino alla vicina borgata di Podio soprano (Peui soubiran) 5. La borgata è toccata sul lato opposto da una pista forestale, che si segue verso destra in salita, in direzione di Barma Rossa, tralasciando il ramo di sinistra che scende a Istiria e Pradleves. Dopo poche centinaia di metri, nei pressi di una costruzione diroccata, si abbandona la sterrata per scendere a sinistra su sentiero fino ai margini della borgata di Podio sottano (Peui soutan) 6.

Da Podio sottano è possibile scendere lungo la strada sterrata sia a Pradleves che a Istiria, entrambe situate sulla strada provinciale di fondovalle, dalla quale si torna poi a Monterosso Grana.

Carta schematica - Itinerario 13.06

Mappa su base CTR Piemonte

Accessi

Da Caraglio si risale la Valle Grana fino a Monterosso Grana. Lasciata l'auto in paese, si entra nella borgata e si attraversa il Torrente Maira sul vecchio ponte in pietra. Poco oltre il ponte, sulla destra, ha inizio il percorso.

Note

Per ogni località è indicata, tra parentesi, la denominazione locale riportata anche sulle paline segnavia.

Pernottamento

--

Cartografia

--

Ultimo aggiornamento

Autunno 2007

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 13.06

lele

lunedì 02 maggio 2011

[ 80.116.*.*]

In data 1 maggio abbiamo effettuato il bel percorso tra l'altro ben descritto, per fortuna, perchè in alcuni punti ci siamo un pò spersi dato la totale mancanza di segnaletica, la quale risulta fin eccessiva in altri posti basta un pò di buona volontà e un poco di vernice giallo rossa, coraggio saluti.

Commenta l'itinerario 13.06

5 - Alcune abitazioni a Podio soprano (2007)
5 - Alcune abitazioni a Podio soprano (2007)
6 - Interno di una abitazione a Podio sottano (2007)
6 - Interno di una abitazione a Podio sottano (2007)
1 - La mulattiera per Madonna della Neve (2007)
1 - La mulattiera per Madonna della Neve (2007)
2 - Il vecchio Santuario della Madonna della Neve, ormai in completo stato di abbandono (2007)
2 - Il vecchio Santuario della Madonna della Neve, ormai in completo stato di abbandono (2007)
3 - Panorama sulla Val Grana dal sentiero per Case Viana (2007)
3 - Panorama sulla Val Grana dal sentiero per Case Viana (2007)
4 - Il tratto nel castagneto lungo la displuviale (2007)
4 - Il tratto nel castagneto lungo la displuviale (2007)
×