Itinerario 13.07

13.07 Colle d'Esischie - Punta Tempesta - Lago Tempesta - Colle d'Esischie

Colle d'Esischie (2365 m) - Colle Sibolet (2546 m) - Punta Tempesta (2679 m) - Lago Tempesta (2347 m) - Colle Intersile (2515 m) - Colle Sibolet (2546 m) - Colle d'Esischie (2365 m)

+677 / -677

Dislivello [m]

3:45 - 4.15

Tempo [h:mm]

10520

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Almeno fino alla Punta Tempesta, questo itinerario garantisce panorami mozzafiato con pochissimo sforzo. L'anello che scende al grazioso Lago Tempesta comporta invece un brevissimo tratto fuori sentiero. Data la notevole frequentazione della zona da parte di mandrie al pascolo, si consiglia di effettuare l'escursione in autunno.

Profilo altimetrico - Itinerario 13.07
A Da Colle d'Esischie (2365 m) a: Dislivello [m] Tempo [h:mm] Distanza [m] Difficoltà Segnavia
B Colle Sibolet (2546 m) +215 / -34 0:50 - 1:00 2533 T R29
C Punta Tempesta (2679 m) +366 / -52 1:20 - 1:30 3554 E =
D Lago Tempesta (2347 m) +384 / -402 2:05 - 2:20 5531 E =
E Colle Intersile (2515 m) +598 / -448 2:50 - 3:10 7207 E = » S21
F Colle Sibolet (2546 m) +643 / -462 3:00 - 3:25 7987 E R29
G Colle d'Esischie (2365 m) +677 / -677 3:45 - 4.15 10520 E R29

Al Colle d'Esischie (2635 m) si imbocca il sentiero che si stacca a sinistra (est) della strada. Il sentiero (segnavia R29) traversa in diagonale per prati e giunge ad un colletto ai piedi della Rocca Negra. Si ignora il sentiero che scende di fronte nel Vallone della Miniera e si volge a sinistra, rimontando il ripido pendio che conduce sullo spartiacque tra le valli Grana e Maira.
Si punta a nord e si aggirano le pendici Monte Pelvo sul versante della Valle Maira, lasciando a destra la traccia che sale sulla cima di questa montagna.
Volgendo a nord-est, il piacevole e panoramicissimo percorso in quota 1 segue in saliscendi le ondulazioni del terreno, sfila ai piedi della Punta Sibolet (anche qui si stacca una traccia a destra per la vetta) e arriva al Colle Sibolet (2546 m, 0:50 - 1:00 dal Colle d'Esischie).
Sul valico si abbandona a destra il sentiero per il Colle Intersile (segnavia R29, che verrà utilizzato per chiudere l'anello) e si continua diritti. Il sentiero s'impenna brevemente con un paio di tornanti, poi procede sull'ampio crinale, tenendosi di poco sul versante della Valle Grana 2.
Trascurato un bivio sulla sinistra (utilizzato per proseguire verso il Lago Tempesta), con pochi stretti tornanti si sale sulla vetta prativa di Punta Tempesta (2679 m, 0:30 ore dal Colle Intersile) 3, che si affaccia con versanti dirupati sul Vallone Intersile e sullo stesso Lago Tempesta.
Tornati all'ultimo bivio, ora sulla destra, ci si lascia guidare in discesa, lungo il pendio di erba e fini detriti, da grossi ometti in pietra e paletti segnavia. Intorno a quota 2555 ci si immette su un sentiero più marcato e lo si segue verso destra.
Si aggirano le pendici occidentali di Punta Tempesta, ora tra erba ora tra detriti, e si risale sul crinale presso un piccolo colletto. Si segue la displuviale 4in direzione di Punta La Piovosa, toccando un secondo colletto e quindi un terzo.
Qui, in assenza di tracce o indicazioni di sorta, si lascia innanzi l'evidente sentiero per Punta La Piovosa e si svolta decisi a destra (sud-est). Tagliando il pendio tra erba e rododendri si scende fino all'imbocco di un evidente canalino che si apre ai piedi di alcune rocce. Senza entrarvi (è assai ripido), si inverte ancora la direzione di marcia e si rintraccia un esile sentierino che taglia diagonalmente verso nord nord-est le pendici di Punta La Piovosa.
Più in basso la traccia, solcata dalle mandrie al pascolo, si fa assai più marcata e con un paio di ampie svolte perde quota fino al Lago Tempesta (2347 m, 0:45- 0:50 ore dalla Punta Tempesta) 5.
Si sale per prati al colletto ad est del lago poi, piagando a destra tra mirtilli e rododendri, si scende nel Vallone Intersile 6. Sul fondo del vallone, circa a quota 2321 ci si immette, quasi senza accorgersene, sul poco marcato sentiero proveniente da Combe di Celle di Macra (segnavia S21).
Si va a destra, riprendendo l'ascesa; più in quota si trascura a sinistra il poco evidente sentiero per la Bassa di Narbona, e si continua innanzi, tenendo pochi metri a sinistra il letto secco di un rio (l'acqua si incontra più avanti, ma si infiltra nel sottosuolo).
Con una brusca svolta a destra il sentiero s'innalza per uscire dal solco del rio e si perde tra i pascoli. Paletti segnavia guidano allora verso sinistra (sud), per rimontare il pendio prativo fino ad immettersi sul sentiero proveniente dal Vallone del Tibert (segnavia R29). Si va a destra e, con un ripido diagonale, si giunge sul vicino Colle Intersile (2515 m, 0:45 - 0:50 ore dal Lago Tempesta).
Al colle si ignorano sia il sentiero di sinistra per il Monte Tibert, sia la traccia di destra per la Punta Tempesta. Si scende invece per pochi metri sul poggio sottostante 7, ove si trova anche una piccola pozza e, trascurato il sentiero di sinistra per il Santuario di San Magno (segnavia R06), si imbocca quello di destra per il Colle Sibolet (sempre segnavia R29).
Un lungo mezzacosta quasi pianeggiante, interrotto solo da una breve rampa, conduce senza eccessiva fatica al Colle Sibolet (2546 m, 0:10 - 0:15 ore dal Colle Intersile) 8, dove si ritrova il sentiero utilizzato in precedenza in questa escursione.
Seguendolo verso sinistra, con percorso a ritroso 9 si rientra infine al Colle d'Esischie (2365 m, 0:45 - 0:50 ore dal Colle Sibolet).

Carta schematica - Itinerario 13.07

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Caraglio si risale la Val Grana oltre il Santuario di San Magno. Circa 600 metri dopo aver superato anche il Rifugio Fauniera, si svolta a destra sulla stradina asfaltata che attraversa il Colle d'Esischie. Al valico è possibile posteggiare alcune auto.

Note

Dal lungo crinale che collega Punta Tempesta e Punta La Piovosa, la discesa sul Lago Tempesta avviene senza alcuna segnaletica e, per un breve tratto, senza traccia: è importante prestare attenzione ad individuare correttamente il punto il cui abbandonare il sentiero segnato e incominciare la discesa, poiché il passaggio è abbastanza obbligato.

Pernottamento

--

Cartografia

[Fra n.14] [AsF n.7] [IGC n.111] [IGC n.7]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2019

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 13.07

Non sono presenti commenti per questo itinerario.

Commenta l'itinerario 13.07

2 - Panorama sul Colle Sibolet (2019)
2 - Panorama sul Colle Sibolet (2019)
1 - Lungo il crinale verso il Colle Sibolet (2019)
1 - Lungo il crinale verso il Colle Sibolet (2019)
8 - Al Colle Sibolet (2019)
8 - Al Colle Sibolet (2019)
9 - Di ritorno verso il Colle d'Esischie (2019)
9 - Di ritorno verso il Colle d'Esischie (2019)
3 - La croce in vetta alla Punta Tempesta (2019)
3 - La croce in vetta alla Punta Tempesta (2019)
4 - Il Lago Tempesta dallo spartiacque verso la Punta La Piovosa (2019)
4 - Il Lago Tempesta dallo spartiacque verso la Punta La Piovosa (2019)
6 - I colori dell'autunno nel Vallone Intersile (2019)
6 - I colori dell'autunno nel Vallone Intersile (2019)
7 - Il poggio, con il minuscolo laghetto, ai piedi del Colle Intersile (2019)
7 - Il poggio, con il minuscolo laghetto, ai piedi del Colle Intersile (2019)
5 - Il Lago Tempesta (2019)
5 - Il Lago Tempesta (2019)
×