Itinerario 15.06

15.06 Castello di Pontechianale - Rifugio Vallanta - Lago della Bealera Founsa

Castello di Pontechianale (1608 m) - Grange del Rio (1990 m) - Rifugio Vallanta (2450 m) - Lago della Bealera Founsa (2440 m)

+842 / -10

Dislivello [m]

3:00

Tempo [h:mm]

-

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Forse una delle escursioni più frequentate della valle, ma non per questo meno appagante. Scenari mutevoli, come spesso accade ai piedi del Monviso, ed un sentiero ampio ed agevole, conducono al Rifugio Vallanta ed al vicino, ormai dismesso, Rifugio Gagliardone. Ottimo per un meritato riposo il piccolo bacino artificiale a fianco del Rifugio Vallanta.

A Da Castello di Pontechianale (1608 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Rifugio Vallanta (2450 m) +842 / -0
(+842 / -842)
2:55
(5:05)
-
(-)
E -
C Lago della Bealera Founsa (2440 m) +842 / -10
(+852/852-)
3:00
(5:15)
-
(-)
E -

Raggiunta dal posteggio 1 la chiesa Castello di Pontechianale, si imbocca la stradina sulla destra della facciata. Poco oltre ha inizio la mulattiera (segnavia U9, GTA) che risale assai ripida lungo il Vallone di Vallanta 11. Il percorso segue in quota il corso del Torrente Vallanta, e stacca da ambo i lati numerose tracce di sentieri che vanno sempre trascurate, mantenendo il percorso principale. Quando il percorso spiana, lasciata a destra la sterrata che ritorna verso Castello di Pontechianale, si superano le Grange Alpet (in alto sopra al sentiero) e si prosegue a mezzacosta avvicinandosi sempre più al fondo idrico del vallone. In prossimità della griglia di captazione dell'acqua, per scopi idroelettrici, il sentiero inizia a costeggiare il corso del torrente 2 e lascia a destra il bivio su passerella in legno per il Rifugio Bagnour. Con una decisa salita ci si stacca nuovamente dal corso d'acqua, si lascia a sinistra una evidente biforcazione e si prosegue con pendenze moderate. Si lascia a destra il sentiero per il Rifugio Sella (segnavia U10) che scende ad attraversare il torrente e si prosegue in piano.
Superate le Grange Solieres, si attraversa su ponticello in legno il Torrente Vallanta 313 e si sale verso le Grange del Rio 12, in posizione panoramica su un dosso. Trascurato a destra il sentiero per le grange, si continua in leggera salita lungo il fondo del vallone. Si lascia ancora a destra il bivio per il Bivacco Berardo (segnavia U11) e per il Bivacco delle Forciolline (segnavia "Sentiero Ezio Nicoli") 14, si raggiungono le grange del Gias d'Ajaut 4 e si riattraversa il torrente su un altro ponticello in legno. Dopo una breve salita si entra in un ampio pianoro, caratterizzato su un lato da imponenti rocce montonate. Al fondo del pianoro si traversa lungo pendii prativi con tratti ripidi 5, si trascura una traccia sulla sinistra e si supera a tornanti la balza che porta a Pian Para 9. Qui si lasciano a sinistra la traccia di sentiero (segnavia U12) per la seggiovia "Tre Chiosis" che punta in direzione SO, e il sentiero (segnavia U13) per il Passo della Losetta che sale verso NNO. Al fondo del pianoro si attraversa un ruscello e si risalgono le ultime balze, a fianco di un'evidente gola scavata dalle acque. Lasciato a sinistra sia il bivio per il Rifugio Gagliardone (ormai dismesso) ed il Passo di Vallanta (segnavia U14) che la traccia per il Passo della Losetta, si raggiunge in pochi istanti il Rifugio Vallanta 610, alle spalle del quale si trova il Lago della Bealera Founsa 78, artificiale.

Carta schematica - Itinerario 15.06

Mappa su base CTR Piemonte

Accessi

Da Costigliole Saluzzo si risale la Valle Varaita fino a Casteldelfino, da dove si prosegue in direzione di Pontechianale. Poco prima di entrare nella borgata Castello, sulla sinistra a valle della strada, si trova un posteggio ove lasciare l'auto.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

--

Ultimo aggiornamento

Estate 2005

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 15.06

anonimo

martedì 14 luglio 2009

[ 83.103.*.*]

Si può partire dal posteggio rifugio Alevè (partenza per il Bagnur) e prendere la prima sterrata sulla destra senza cartelli. Niente neve lungo il percorso. Su questo versante è molto più facile vedere il Monviso che non dalla Valle Po, data l'esposizione soleggiata.

Commenta l'itinerario 15.06

11 - Il Vallone di Vallanta (2007)
11 - Il Vallone di Vallanta (2007)
2 - Il Torrente Vallanta (2005)
2 - Il Torrente Vallanta (2005)
1 - Il 'posteggiatore' del parcheggio subito a valle di Castello di Pontechianale (2001)
1 - Il 'posteggiatore' del parcheggio subito a valle di Castello di Pontechianale (2001)
12 - Grange del Rio (2007)
12 - Grange del Rio (2007)
3 - Il ponte che attraversa il Torrente Vallanta poco a valle delle Grange del Rio (2005)
3 - Il ponte che attraversa il Torrente Vallanta poco a valle delle Grange del Rio (2005)
8 - Il pianoro della Bealera Founsa, sul fondo del quale si trova il dismesso Rifugio Gagliardone (2005)
8 - Il pianoro della Bealera Founsa, sul fondo del quale si trova il dismesso Rifugio Gagliardone (2005)
5 - Un tratto del sentiero per il Rifugio Vallanta (2005)
5 - Un tratto del sentiero per il Rifugio Vallanta (2005)
6 - Il Rifugio Vallanta (2005)
6 - Il Rifugio Vallanta (2005)
14 - Il Vallone di Vallanta al bivio per il Bivacco Berardo (2007)
14 - Il Vallone di Vallanta al bivio per il Bivacco Berardo (2007)
7 - Il Lago della Bealera Founsa, artificiale (2005)
7 - Il Lago della Bealera Founsa, artificiale (2005)
4 - Una stalla alle grange del Gias d'Ajaut (2005)
4 - Una stalla alle grange del Gias d'Ajaut (2005)
13 - Il Torrente Vallanta (2007)
13 - Il Torrente Vallanta (2007)
9 - Pian Para e il Vallone di Vallanta dai pressi del Rifugio Vallanta (2005)
9 - Pian Para e il Vallone di Vallanta dai pressi del Rifugio Vallanta (2005)
10 - La sagoma piramidale del Rifugio Vallanta ai piedi del Visolotto (al centro) e Punta Gastaldi (a sinistra) (2005)
10 - La sagoma piramidale del Rifugio Vallanta ai piedi del Visolotto (al centro) e Punta Gastaldi (a sinistra) (2005)
×