Itinerario 07.14

07.14 San Bartolomeo di Chiusa di Pesio - Tetto Ciccioni - Osservatorio Astronomico di Colletta Morteis

San Bartolomeo di Chiusa di Pesio (752 m) - Tetto Ciccioni (978 m) - Stalle Ciccioni (1161 m) - Sella Morteis (1450 m) - Osservatorio Astronomico di Colletta Morteis (1468 m)

+716 / -0

Dislivello [m]

2:00 - 2:15

Tempo [h:mm]

3925

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Non è la via più breve per giungere a Sella Morteis, e nemmeno la più agevole. Tuttavia il sentiero gode a lungo di una buona esposizione, ed è adatto alla primavera e all'autunno. Per i sentieri non proprio in ottimo stato e per il dedalo di piste, mulattiere e sentieri che si incrociano in continuazione, serve un pizzico di concentrazione in più del solito, ma il tutto può risultare perfino divertente. Ottimo il panorama sulla pianura e il Massiccio del Marguareis dall'Osservatorio.

Profilo altimetrico - Itinerario 07.14
A Da San Bartolomeo di Chiusa di Pesio (752 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Tetto Ciccioni (978 m) +226 / -0
(+226 / -226)
0:35 - 0:40
(1:00 - 1:10)
957
(1914)
E H15?
C Stalle Ciccioni (1161 m) +409 / -0
(+409 / -409)
1:10 - 1:15
(1:55 - 2:10)
2085
(4170)
E H21
D Sella Morteis (1450 m) +698 / -0
(+698 / -698)
1:55 - 2:10
(3:10 - 3:40)
3714
(7428)
E H21
E Osservatorio Astronomico di Colletta Morteis (1468 m) +716 / -0
(+716 / -716)
2:00 - 2:15
(3:20 - 3:45)
3925
(7850)
E =

A San Bartolomeo di Chiusa di Pesio (752 m) si imbocca la piccola stradina asfaltata contraddistinta dalla segnaletica stradale "Garuci segue numerazione". Alle spalle del civico n.159 si rintraccia la partenza del sentiero vera e propria, segnalata da una palina (forse segnavia H15).
Un sentierino un po' malandato sale nel bosco, sulla sinistra idrografica del Rio Paglietta. Dopo aver incrociato un altro esile sentiero si raggiunge un grosso pilone votivo: poco oltre bisogna lasciare innanzi il sentiero che prosegue per Paglietta e svoltare a destra su un altro esile sentierino. In qualche minuto, con pendenze decise e dopo aver ignorato la traccia che prosegue diritta, ci si porta sul soprastante sentiero che collega San Bartolomeo a Paglietta.
Di fatto lo si incrocia, perché pochi metri verso destra prosegue verso nord-ovest la traccia diretta a Tetto Ciccioni. La salita nel castagneto, ripida, avviene grazie ai segnavia sugli alberi: questi guidano fino ad una sorta di tratturo. Si ignora una pista che si stacca a destra e si continua a salire lungo il tratturo fino ad entrare nella borgata di Tetto Ciccioni (978 m, 0:35 - 0:40 ore da San Bartolomeo di Chiusa di Pesio, fontana).
Appena entrati nella borgata si trascura a sinistra il sentiero che riscende a Paglietta e San Bartolomeo e si continua invece sulla viuzza tra le case con fondo in cemento che si immette su una strada sterrata proveniente da valle. La si attraversa, andando ad imboccare la mulattiera ai piedi di un pilone votivo. La mulattiera (segnavia H21) si porta a monte delle ultime case 1 e, ridotta a sentiero, si immette su una pista sterrata. Si svolta a destra, seguendola per poche decine di metri, fino ad incontrare, sulla sinistra, un piccolo sentiero che si inerpica nel bosco.

Il sentierino non è segnalato se non da un bollo rosso su un ramo. Se si supera il bivio, comunque, non molto oltre dalla pista sterrata si stacca a sinistra un ulteriore sentiero sempre per le Stalle Ciccioni.

Il sentierino s'innalza deciso, con molti tornanti, e raggiunge una borgata diruta 2.

A onor del vero, una palina tra alcuni ruderi identifica la località come Bric Ciccioni. Il cocuzzolo si trova un poco a nord-ovest, e la denominazione della vecchia borgata non mi è nota.

Tra i ruderi si ignora il sentiero che si stacca a destra (arrivo della variante sopra citata) e si continua a salire a sinistra. Finalmente su buon fondo, il sentiero traversa in modesta salita all'interno di un giovane bosco d'invasione, tocca i ruderi delle Stalle Ciccioni (1161 m, 0:35 ore da Tetto Ciccioni), quindi si sposta sul versante sinistro del crinale, al quale si tiene comunque sempre parallelo.
Si prosegue nell'ascesa, e si trascurano un prima traccia a destra poco evidente, quindi una diramazione sempre sulla destra.

Si tratta di partenza e arrivo di una sorta di scorciatoia, di fatto parallela al tracciato principale e meno agevole. La seconda diramazione, molto evidente, può creare qualche dubbio sulla direzione da seguire percorrendo il sentiero il discesa, durante il ritorno; non essendoci segnavia né paline bisogna ricordarsi di tenersi a destra.

Il sentiero continua la salita nel bosco 3 fino ad una selletta nei pressi della modesta elevazione della Rocca di Vinchiet; qui ci si immette sulla strada sterrata proveniente da valle, proprio nel punto in cui termina.

La strada può costituire una alternativa, meno scomoda ma più lunga, per ritornare a Tetto Ciccioni. Bisogna in questo caso seguire la sterrata, in discesa, ignorando un paio di mulattiere che si staccano a destra. Si deve invece imboccare il bivio a sinistra con la pista forestale che sale in breve a Combe, piccola borgata ormai ridotta a ruderi. Si trascurano una mulattiera a sinistra praticamente tra le case, una pista ancora a sinistra e si imbocca la successiva strada sterrata sulla destra. Quando la sterrata compie un tornante a destra, stacca a sinistra una brevissima diramazione che porta a Tetto Ciccioni.

Un ampio sentiero, abbastanza ripido, prosegue in direzione nord-ovest verso la Sella Morteis. Si ignora subito a sinistra una diramazione, proseguendo innanzi lungo il crinale nel bosco rado. Il sentiero stacca a destra una traccia e si trasforma in una sorta di mulattiera. Più oltre si trascura ancora una diramazione a destra e, ormai su una pista forestale 4, ci si allontana dal crinale per aggirare la testata della Comba Ruscun. Un breve traverso conduce infine a Sella Morteis (1450 m, 0:45 - 0:55 ore dalle Stalle Ciccioni) 6, un vero crocevia in cui convergono strade e sentieri da tutte le direzioni.
La prima pista che si incontra a destra rimonta in pochi minuti il crinale fino all'arrotondata elevazione che ospita l'Osservatorio astronomico di Colletta Morteis (1468 m, 0:05 ore dalla Sella Morteis) 5.

Nei pressi della Sella Morteis è stato costruito nel 2012 un osservatorio astronomico intitolato al dottor Francesco Vittone, geologo di Peveragno, mancato alcuni prima e grande appassionato di astronomia. L'osservatorio è gestito dall'Associazione Astrofili Bisalta.

[-]

Carta schematica - Itinerario 07.14

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Chiusa di Pesio si risale la Valle Pesio fino a San Bartolomeo. Verso la fine della frazione, sulla destra, si stacca una piccola stradina asfaltata per Tetto Paglietta e Tetto Ciccioni. La stradina s'innalza quasi rettilinea sulla destra orografica del Rio Paglietta; quando svolta a destra, prima del ponte sul torrente, si lascia l'auto in qualche slargo ai margini della strada.

Note

Durante la stagione invernale la strada asfaltata per Tetto Paglietta può venire chiusa; in questo caso è necessario partire a piedi da San Bartolomeo.

Pernottamento

--

Cartografia

[AsF n.3] [Fra n.16] [Blu n.2] [IGC n.8]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Primavera 2016

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 07.14

Non sono presenti commenti per questo itinerario.

Commenta l'itinerario 07.14

5 - L'Osservatorio Astronomico di Colletta Morteis (2016)
5 - L'Osservatorio Astronomico di Colletta Morteis (2016)
1 - Abitazione isolata presso Tetto Ciccioni (2016)
1 - Abitazione isolata presso Tetto Ciccioni (2016)
2 - Uno dei ruderi della borgata ai piedi del Bric Ciccioni (2016)
2 - Uno dei ruderi della borgata ai piedi del Bric Ciccioni (2016)
4 - Crocus sulla pista sterrata per Sella Morteis (2016)
4 - Crocus sulla pista sterrata per Sella Morteis (2016)
3 - Il tratto di sentiero in faggeta oltre Stalle Ciccioni (2016)
3 - Il tratto di sentiero in faggeta oltre Stalle Ciccioni (2016)
6 - Il crinale prativo che conduce all'Osservatorio Astronomico di Colletta Morteis dalla Sella Morteis (2016)
6 - Il crinale prativo che conduce all'Osservatorio Astronomico di Colletta Morteis dalla Sella Morteis (2016)
×