Itinerario 01.02

01.02 Carnino inferiore - Passo delle Saline

Carnino inferiore (1359 m) - Tetti delle Donzelle (1516 m) - [Rifugio Ciarlo Bossi (1526 m)] - Passo delle Saline (2177 m)

+818 / -0

Dislivello [m]

2:15 - 2:35

Tempo [h:mm]

4065

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Dalla bella borgata di Carnino inferiore si risale, in ambiente carsico, al Passo delle Saline, sempre su sentieri evidenti. Intrigante il passaggio nella stretta Gola delle Saline.

Profilo altimetrico - Itinerario 01.02
A Da Carnino inferiore (1359 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Tetti delle Donzelle (1516 m) +157 / -0
(+157 / -157)
0:25 - 0:30
(0:45 - 0:50)
860
(1720)
T A05
[Rifugio Ciarlo Bossi] (1526 m) +157 / -5
(+162 / -162)
0:25 - 0:30
(0:45 - 0:55)
907
(1814)
T =
C Passo delle Saline (1) (2177 m) +818 / -0
(+818 / -818)
2:15 - 2:35
(3:45 - 4:15)
4065
(8130)
E A05

(1) Esclusa la deviazione al Rifugio Ciarlo Bossi.

Dalla Cappella di San Rocco a Carnino inferiore (1359 m), edificata nel XVIII secolo, s'imbocca a sinistra il sentiero per il Passo delle Saline (segnavia A05) e il Rifugio Mongioie (segnavia A06, "Sentiero Ignazio Abbo"). Si sale attraverso la borgata (fontana) su comoda mulattiera 314. Usciti dal paese, si guadagna quota con diversi tornanti nel fresco bosco di latifoglie (a prevalenza di acero e frassino). Si attraversa lo sterrato che sale al Rifugio Ciarlo Bossi proseguendo su mulattiera, a tratti ridotta a sentiero. Ritrovato lo sterrato, lo si segue in salita fino ad incontrare una biforcazione: a destra si prosegue per la Colla di Carnino e il Rifugio Mongioie (segnavia A06), a sinistra per il Rifugio Ciarlo Bossi e il Passo delle Saline (segnavia A05).
Seguita quest'ultima direzione, si lasciano a destra i pochi ruderi di Tetti delle Donzelle (1516 m, 0:25 - 0:30 ore da Carnino inferiore) e, poco dopo, sulla sinistra, si trascura anche la brevissima deviazione (circa un minuto) per il Rifugio Ciarlo Bossi (1526 m) 13.
A monte del rifugio, addentrandocisi nel Vallone delle Saline, il bosco si dirada. Si taglia in salita un pendio detritico inerbito 4, punteggiato di arbusti di rosa, sorbo montano e ginepro, puntando in direzione della stretta Gola delle Saline. Avvicinandosi alla gola, le pendenze diventano più sostenute; l'angusto passaggio attraverso rocce calcaree 125 si supera dapprima con alcuni tornanti sul versante sinistro orografico, poi con un traverso in diagonale ed infine, lasciata a destra la diramazione per il Monte Mongioie, attraversando un piccolo rio per spostarsi sul lato destro orografico. All'uscita della gola si incontra una croce in ferro in memoria di Elisabetta Pastorelli deceduta nel dicembre del 1883 in una tormenta di neve.

Elisabetta viveva a Carnino, col marito Bartolomeo e i due figli Enrico e Gianbattista, di 14 e 15 anni. La famiglia era proprietaria di un castagneto in Val Ellero, presso Prea. Per recuperare le molte castagne essiccate ancora rimaste, Elisabetta e i suoi due figli intrapresero i lungo cammino che, in cinque o sei ore, attraverso il Passo delle Saline, Pian Marchisio e il Ponte Murato, li avrebbe portati a Prea.
Giunti al seccatoio si fermarono un paio di giorni per sistemare le cose per l'inverno, poi l'ultima sera riempirono i sacchi per le castagne e si prepararono a partire la mattina seguente. Il meteo però aveva incominciato a volgere al brutto e, durante la salita al Passo delle Saline, una fitta nevicata inizio a sferzare i tre viandanti. Al colle già si sprofondava abbondantemente: la fatica, il peso e il freddo stavano lentamente vincendo la resistenza di Elisabetta. Giunti presso il Gias delle Saline, sapendoli ormai non lontano da casa, Elisabetta mentì ai figli per metterli in salvo: fingendo di aver perso la borraccia e voler tornare a recuperarla, li invitò a scendere da soli in paese e riferire quanto accaduto.
I figli si salvarono, ma stessa fortuna non ebbe la madre, che perì sotto la tormenta. Oggi una muta croce in ferro racconta della disgrazia e apre uno spiraglio sulla difficile vita in montagna nei secoli passati.

[Alpidoc n.92, pp.78-87]

Il paesaggio cambia ora in maniera evidente: verticali pareti rocciose lasciano il posto a dolci declivi pascolivi dall'inconfondibile aspetto carsico 67. Lasciata sulla sinistra la deviazione per la Cima Pian Ballaur e la Cima delle Saline e, poco oltre, il riattato Gias delle Saline, si prosegue a salire tra conche prative 89. Trascurata un'altra traccia a sinistra per le due cime sopra menzionate, ci si eleva decisi fino all'ampia depressione del Passo delle Saline (2177 m, 1:50 - 2:05 ore dai Tetti delle Donzelle) 121110.

Come suggerisce il toponimo, in tempi passati il Passo delle Saline ha costituito un frequentato valico di una importante "Via del Sale", percorsa per portare il prezioso bene dalla Liguria al basso Piemonte. La Via del Sale seguiva molto probabilmente il tracciato di una strada romana realizzata nel sec. I a.C. per collegare Acqui ad Albenga, che sfruttava a sua volta il tracciato di percorsi (detti leys) utilizzati da popolazioni Celtiche e Liguri.
Il sale ha rappresentato per anni un elemento irrinunciabile, utilizzato per conservare i cibi e per la corretta alimentazione di alcuni animali da allevamento. Un deposito per la conservazione e lo stoccaggio del sale era situato nei pressi dell'abitato di Rastello, in Val Ellero, nella località adesso nota come 'Casa del Sale'.

[Escursioni in media e bassa valle, p.21] [-]

Al colle si trovano il sentiero che sale a sinistra a Cima delle Saline (segnavia A44), il sentiero che punta verso destra in direzione del Monte Mongioie (segnavia G15) ed infine il sentiero che scende in Valle Ellero (segnavia G03).

Carta schematica - Itinerario 01.02

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Ceva si risale la Valle Tanaro fino a Ponte di Nava, dove si prende il bivio a destra per Viozene, Carnino e Upega. Prima del ponte sul Rio Carnino si trova la deviazione sulla destra per Carnino. A Carnino inferiore (posteggio) si lascia l'auto.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

[Asf n.3] [Fra n.19] [Blu n.2] [IGC n.8]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2011

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 01.02

Non sono presenti commenti per questo itinerario.

Commenta l'itinerario 01.02

3 - La mulattiera che attraversa Carnino inferiore (2006)
3 - La mulattiera che attraversa Carnino inferiore (2006)
12 - Il sentiero a mezzacosta che supera la Gola delle Saline (2006)
12 - Il sentiero a mezzacosta che supera la Gola delle Saline (2006)
4 - Panorama verso valle dal basso Vallone delle Saline: a destra il pendio detritico ai piedi di verticali pareti calcaree (2006)
4 - Panorama verso valle dal basso Vallone delle Saline: a destra il pendio detritico ai piedi di verticali pareti calcaree (2006)
7 - Astro delle Alpi (<i>Aster alpinus</i>) (2006)
7 - Astro delle Alpi (Aster alpinus) (2006)
6 - I pendii pascolivi, su terreno carsico, nell'alto Vallone delle Saline. Sullo sfondo, il Passo delle Saline (2006)
6 - I pendii pascolivi, su terreno carsico, nell'alto Vallone delle Saline. Sullo sfondo, il Passo delle Saline (2006)
2 - La cresta spartiacque dal Passo delle Saline. Sullo sfondo, a destra, il Monte Mongioie (2004)
2 - La cresta spartiacque dal Passo delle Saline. Sullo sfondo, a destra, il Monte Mongioie (2004)
1 - Al Passo delle Saline (2004)
1 - Al Passo delle Saline (2004)
11 - Il Monte Mongioie (2006)
11 - Il Monte Mongioie (2006)
5 - La Gola delle Saline (2006)
5 - La Gola delle Saline (2006)
10 - Cima delle Saline dal passo omonimo (2006)
10 - Cima delle Saline dal passo omonimo (2006)
9 - Botton d'oro (<i>Trollius europaeus</i>) (2006)
9 - Botton d'oro (Trollius europaeus) (2006)
14 - Carnino inferiore (2011)
14 - Carnino inferiore (2011)
13 - Il Rifugio Ciarlo Bossi (2003)
13 - Il Rifugio Ciarlo Bossi (2003)
8 - Panorama verso la Valle Tanaro dal Passo delle Saline (2006)
8 - Panorama verso la Valle Tanaro dal Passo delle Saline (2006)
×