Itinerario 01.15

01.15 San Giacomo di Eca - Albra - Villaro

San Giacomo di Eca (859 m) - Vacieu (1021 m) - Cariò (1155 m) - Albra (1078 m) - Villaro (1038 m)

+394 / -215

Dislivello [m]

1:40 - 1:55

Tempo [h:mm]

4822

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Bellissima traversata che tocca numerose caratteristiche borgate, alcune parzialmente riattate ed altre abitate da una manciata di residenti, altre ormai abbandonate, ma tutte ricche di fascino e di storia. Notevole la Chiesa di Albra, perfettamente restaurata e in magnifica posizione panoramica, mentre poco impervio risulta l'attraversamento del Vallone del Rio Peisino, stretto e roccioso.

Profilo altimetrico - Itinerario 01.15
A Da San Giacomo di Eca (859 m) a: Dislivello [m] Tempo [h:mm] Distanza [m] Difficoltà Segnavia
B Albra (1078 m) +314 / -95 1:05 - 1:15 2908 E A34
C Villaro (1038 m) +394 / -215 1:40 - 1:55 4822 E A34

A San Giacomo di Eca, subito a monte dell'omonima Chiesa di San Giacomo 1, risalente ai secoli XVII e XVIII, ha inizio una carrareccia in leggera salita in direzione ovest (segnavia A34). Usciti dal paese la carrareccia si trasforma in mulattiera; nei pressi di un piccolo edificio in pietra si trascura la traccia a sinistra e si prosegue innanzi con un piacevole mezzacosta all'interno di un bosco ceduo: dapprima tra vecchi terrazzamenti ormai ricolonizzati dal bosco quindi, in moderata salita, parallelamente all'impluvio di un piccolo rio.
Superate alcune abitazioni, ci si immette sulla strada sterrata che collega Albra con Eca: si segue la sterrata per poche decine di metri verso sinistra, per poi riprendere la mulattiera che si stacca sulla destra e sale decisa tra le abitazioni della borgata Vacieu (1021 m).
Oltre la bella piazzetta con il forno comune, un pilone votivo 2 e la fontana, si ignora davanti la stradina sterrata al servizio della borgata e si sale a destra. Si incontra una seconda fontana, quindi si esce dalle case; un breve tratto pianeggiante interrompe per poco la salita, che riprende all'interno di un castagneto. Passato un impluvio con un ruscello, la mulattiera 3 piega ad ovest e supera un secondo impluvio. Trascurata una deviazione a sinistra in discesa, ci si mantiene sul ramo di destra in salita; quando la mulattiera spiana si è ormai all'ingresso della deliziosa borgata Cariò (anche indicata come Carià, 1155 m, fontana) 46.
Più o meno alle spalle della fontana si trascura una traccia non segnalata che sale alle Case Lurdera, mentre presso le ultime case della borgata 5 la mulattiera si biforca; si ignora in questo caso il ramo che scende a sinistra e si segue il ramo di destra in salita.
Raggiunta una sterrata, la si segue verso sinistra in leggera discesa fino al primo tornante, dove si incontra l'asfalto. Qui si lascia la strada per scendere a destra sulla mulattiera che dapprima fiancheggia il cimitero di Albra, quindi passa un piccolo rio su ponticello in legno, stacca a destra una vecchia mulattiera ed infine perviene alla Chiesa del Santo Sudario 78. in posizione panoramica e dominante sulla sottostante frazione. Con alcune svolte si scende in breve alle case di Albra (1078 m, 1:05 - 1:15 ore da San Giacomo di Eca).
Trascurando a sinistra la strada che raggiunge la frazione, si svolta a destra (ovest) tra le abitazioni. Quando la straduncola si biforca, si scende a sinistra per trovare, a valle delle ultime case, un sentierino che si allunga verso ovest a mezzacosta. Si ignora quasi subito una malandata mulattiera a sinistra e, tenendosi a destra sul sentiero, si inizia una leggera salita fino ad un ponticello di legno che oltrepassa un piccolo rio. Ci si addentra ora nel vallone del Rio Peisino, incassato e roccioso, scendendo a tratti con ripidi tornanti fino all'impluvio. Superato il Rio Peisino 9 su ponte in legno, il sentiero traversa in diagonale sul versante opposto lungo un pendio scosceso, salendo assai deciso tra roccette a doppiare il costone che porta all'esterno dello stretto vallone.
Nuovamente su una comoda mulattiera, si traversa in falsopiano tra castagneti e cedui di faggio, si attraversa l'ennesimo rio e ci si immette su una comoda mulattiera selciata ed inerbita. Si scende a sinistra (a destra si salirebbe verso Cascine), fino ad un'ulteriore vicina biforcazione: si trascura a destra la pista inerbita e si continua a scendere diritti, volgendo poi a destra per entrare tra le case di Villaro (1038 m, 0:35 - 0:40 ore da Albra) 1011.

Carta schematica - Itinerario 01.15

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Ceva si risale la Valle Tanaro fin oltre Garessio. All'inizio della piccola frazione di Nasagò si imbocca sulla destra la stradina asfaltata che si inerpica fino alla frazione San Giacomo di Eca. Poco prima della borgata, ai margini della strada, è possibile posteggiare alcune auto.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

[Fra n.19] [IGC n.15]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Autunno 2016

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 01.15

Ezio

giovedì 18 ottobre 2018

[ 95.244.*.*]

Posso consigliare di trasformare l'itinerario in un anello. Ormea - Barchi - Nasagò - Eca san Giacomo - Albra - Villaro - Airola - Ormea. Tutto segnalato per la Balconata di Ormea.

Commenta l'itinerario 01.15

6 - L'inerbita mulattiera che attraversa borgata Cariò (2008)
6 - L'inerbita mulattiera che attraversa borgata Cariò (2008)
2 - Particolare di un affresco su pilone votivo in borgata Vacieu (2008)
2 - Particolare di un affresco su pilone votivo in borgata Vacieu (2008)
8 - Il portico della Chiesa del Santo Sudario ad Albra (2008)
8 - Il portico della Chiesa del Santo Sudario ad Albra (2008)
10 - Castagneti da frutto a Villaro (2008)
10 - Castagneti da frutto a Villaro (2008)
3 - Un tratto di mulattiera tra Vacieu e Albra (2008)
3 - Un tratto di mulattiera tra Vacieu e Albra (2008)
1 - Un covone di fieno e, sullo sfondo, la Chiesa di San Giacomo di Eca (2008)
1 - Un covone di fieno e, sullo sfondo, la Chiesa di San Giacomo di Eca (2008)
11 - Viole e castagni secolari a Villaro (2008)
11 - Viole e castagni secolari a Villaro (2008)
9 - Il Rio Peisino (2008)
9 - Il Rio Peisino (2008)
5 - Abitazioni dirute a Cariò (2008)
5 - Abitazioni dirute a Cariò (2008)
4 - La mulattiera all'ingresso di Cariò (2008)
4 - La mulattiera all'ingresso di Cariò (2008)
7 - La Chiesa del Santo Sudario di Albra (2008)
7 - La Chiesa del Santo Sudario di Albra (2008)
×