Itinerario 01.08

01.08 Rifugio Don Barbera - Colle del Pas

Rifugio Don Barbera (2079 m) - Conca di Piaggiabella (2212 m) - Colle del Pas (2340 m)

+383 / -113

Dislivello [m]

1:35 - 1:50

Tempo [h:mm]

4457

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Il Colle del Pas mette in comunicazione l'alta Val Tanaro con l'alta Val Ellero. Il sentiero attraversa la famosa area carsica di Piaggia Bella, conca prativa nella quale si aprono decine di grotte. La Capanna Saracco Volante, al centro della conca, funge da base per le esplorazioni speleologiche.

Profilo altimetrico - Itinerario 01.08
A Da Rifugio Don Barbera (2079 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Colle del Pas (2349 m) +383 / -113
(+496 / -496)
1:35 - 1:50
(2:55 - 3:20)
4457
(8914)
E A03 » A03B » A44

Dal nuovo Rifugio Don Barbera (2079 m) si scende al vecchio omonimo rifugio 28 poi, dapprima ripidi tra qualche roccetta, quindi gradatamente fino a q. 2000 m. circa, lungo un evidente sentiero (segnavia A03). Un tratto pianeggiante in costa raggiunge un bivio: a sinistra per il Colle del Pas (segnavia A03B), a destra per Carnino superiore (segnavia A03). Imboccata la diramazione di sinistra, una salita breve ma abbastanza decisa conduce ad un lungo tratto con saliscendi a mezzacosta attraverso diverse conche carsiche, a tratti con scorci molto panoramici 3 sui sottostanti Vallone dei Maestri e Vallone di Carnino.
Lasciata una deviazione a destra per il Passo delle Mastrelle, si entra infine nella Conca di Piaggiabella 6, sede di ingressi di numerose grotte e della Capanna Sociale Saracco Volante 1.

La Conca di Piaggia Bella (indicata indifferentemente Conca di Piaggiabella), con gli ingressi di oltre 50 grotte, rientra tra le grandi mete della speleologia italiana. Ospita tra gli altri il Complesso di Piaggia Bella, che con i suoi 14 ingressi principali, i quasi 40 km di sviluppo e gli oltre 900 m di profondità, costituisce il più lungo e profondo complesso ipogeo presente sul Massiccio del Marguareis, ed una delle principali grotte italiane. Per questo motivo, e per agevolare il lavoro di esplorazione degli speleologi nelle numerose altre grotte che si aprono nell'area, al centro della conca è stato costruito il rifugio speleologico nonché Capanna Sociale Saracco Volante.
Il sistema carsico di "Piaggia Bella - Garb della Foce" il principale della zona, raccoglie le acque sul versante sud-orientale del Massiccio del Marguareis (nella Conca di Piaggia Bella, ma anche nell'alto Vallone dei Maestri); dopo un tragitto sotterraneo di parecchi chilometri, con un complesso sistema idrografico sotterraneo, le acque riemergono nella Gola delle Fascette (a valle di Upega), nelle grotte del Garb della Foce e dell'Arma del Lupo.

[Alpi Liguri, pp.73-75]
[La Guida del Parco Alta Valle Pesio e Tanaro, pp.43-46]

In questo tratto si trascurano a destra alcune tracce per la Capanna Sociale Saracco Volante e a sinistra la traccia di sentiero per Punta Marguareis (da quest'ultimo bivio ci si immette sul segnavia A44), che possono confondere un poco la direzione da seguire in caso di scarsa visibilità. La depressione del Colle del Pas (2349 m, 1:35 - 1:50 ore dal Rifugio Don Barbera) 7 è comunque ben evidente di fronte, e si raggiunge con diversi lunghi tornanti (segnavia A44) lungo il pendio prativo 459.

Anche se l'interpretazione più immediata farebbe pensare a "Colle del Passo", rimandando ad una evidente tautologia, l'origine del toponimo dovrebbe essere assai diversa. Cola der Pa, ovvero Colla del Palo, potrebbe essere l'interpretazione corretta del toponimo: il palo, usato a guisa di segnavia, per facilitare l'individuazione di un tracciato con terreno innevato, o per segnare il confine tra due territori, era sovente posizionato sui punti di valico.

[Vaii, gias e vastere, p.22]

Carta schematica - Itinerario 01.08

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Disponendo di un mezzo fuoristrada, il Colle del Lago dei Signori (distante poche decine di metri dal Rifugio Don Barbera) si può raggiungere da Monesi (alla testata della Val Tanaro) o dal Colle di Tenda (alla testata della Val Vermenagna) con un'ardita rotabile ex-militare. Informarsi presso il gestore del rifugio sulla percorribilità della strada.
A piedi il rifugio è raggiungibile lungo l'Itinerario 01.04.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

[AsF n.3] [Blu n.2] [IGC n.114] [IGC n.8]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2016

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 01.08

Non sono presenti commenti per questo itinerario.

Commenta l'itinerario 01.08

5 - Jeracio villoso (<i>Hieracium villosum</i>) (2003)
5 - Jeracio villoso (Hieracium villosum) (2003)
4 - Nigritella comune (<i>Nigritella nigra</i>), orchidea tipica dei pascoli d'alta quota (2003)
4 - Nigritella comune (Nigritella nigra), orchidea tipica dei pascoli d'alta quota (2003)
6 - La Conca di Piaggiabella (2006)
6 - La Conca di Piaggiabella (2006)
2 - Il vecchio Rifugio Don Barbera (2003)
2 - Il vecchio Rifugio Don Barbera (2003)
1 - La Capanna Sociale Saracco Volante, nella Conca di Piaggiabella (1990)
1 - La Capanna Sociale Saracco Volante, nella Conca di Piaggiabella (1990)
7 - La Conca di Piaggiabella; sullo sfondo, l'ampia e pianeggiante displuviale del Colle del Pas (2006)
7 - La Conca di Piaggiabella; sullo sfondo, l'ampia e pianeggiante displuviale del Colle del Pas (2006)
9 - Al Colle del Pas (2013)
9 - Al Colle del Pas (2013)
8 - Il nuovo Rifugio Don Barbera (2006)
8 - Il nuovo Rifugio Don Barbera (2006)
3 - Le prime luci dell'alba dal sentiero che sale alla Conca di Piaggiabella (2003)
3 - Le prime luci dell'alba dal sentiero che sale alla Conca di Piaggiabella (2003)
×