Itinerario 01.04

01.04 Carnino superiore - Rifugio Don Barbera - Colle dei Signori

Carnino superiore (1384 m) - Gola della Chiusetta (1811 m) - Rifugio Don Barbera (2079 m) - Colle dei Signori (2107 m)

+745 / -15

Dislivello [m]

2:20 - 2:40

Tempo [h:mm]

5918

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

E' la via di accesso più breve per il Rifugio Don Barbera, che richiede tuttavia la salita lungo i Valloni di Carnino e dei Maestri, in estate caldi ed assolati. I panorami si aprono decisamente al Colle dei Signori, raggiunto anche dalla lunghissima ed assai panoramica rotabile (da percorrere solo in fuoristrada) che collega Monesi al Colle di Tenda.

Profilo altimetrico - Itinerario 01.04
A Da Carnino superiore (1377 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Gola della Chiusetta (1811 m) +439 / -5
(-444 / -444)
1:15 - 1:25
(2:10 - 2:25)
2774
(5548)
E A29 » A03
C Rifugio Don Barbera (2079 m) +716 / -14
(+730 / -730)
2:15 - 2:35
(3:55 - 4:30)
5735
(11470)
E A03
D Colle dei Signori (2107 m) +745 / -15
(+760 / -760)
2:20 - 2:40
(4:05 - 4:40)
5918
(11836)
E A03

Dal posteggio a valle di Carnino superiore (1377 m circa) si entra tra le case della bella borgata 7, seguendo la mulattiera che ne esce in direzione ovest. Lasciato a sinistra il bivio per il Passo del Lagarè e Upega (segnavia A29), si prosegue sul sentiero che si addentra nel Vallone di Carnino (segnavia A03) 2.
Il percorso, tortuoso, si snoda lungo caldi e assolati versanti coperti in prevalenza da vegetazione arbustiva. Dopo aver trascurato una traccia che si stacca a sinistra, si incontra una piccola fontana con annessa panca in legno, unico punto di ristoro lungo la salita. Il sentiero taglia il versante sinistro orografico del vallone, lascia a destra il bivio per il Passo delle Mastrelle 1 (segnavia A04), quindi traversa ai piedi di alcuni salti di roccia e raggiunge lo stretto intaglio della Gola della Chiusetta (1811 m, 1:15 - 1:25 ore dal posteggio a valle di Carnino superiore), che da accesso al Vallone dei Maestri.
Questo angusto passaggio apre le porte ad una prima piana pascoliva, cui ne segue una seconda, ben più ampia, dopo una breve risalita.

Il primo dei due pianori, oggi noto come Piana della Chiusetta, era sede del Lago dei Signori. Sebbene il lago sia scomparso da quasi mezzo millennio a causa del progressivo interramento e si sia parzialmente trasformato in torbiera, la sua presenza è testimoniata dal toponimo del Colle del Lago dei Signori, valico al confine con la Francia ubicato alla testata del Vallone dei Maestri.

[La Guida del Parco Alta Valle Pesio e Tanaro, p.200]

La piana, sede dell'alpeggio delle Selle di Carnino, recentemente riattato, dei ruderi del Rifugio Selle di Carnino e della Cappella di Sant'Erim, è raggiunta da monte da una pista agro-pastorale proveniente dal Rifugio Don Barbera.

La Cappella di Sant'Erim (Cappella di Sant'Elmo) è stata edificata a seguito delle apparizioni del santo in questo luogo a gruppi di pastori. Tradizione vuole che qui venisse celebrata una messa ogni anno nel giorno della salita all'alpe del bestiame.
Il Rifugio Selle di Carnino venne invece realizzato dalla Sezione Ligure del CAI da un ricovero di pastori. E' stato utilizzato fino alla seconda guerra mondiale quando, gravemente danneggiato, venne definitivamente abbandonato.

[Nel cuore delle Alpi Liguri, p.42]

Tenendosi a destra delle costruzioni, ed ignorando la pista, si imbocca il sentiero segnalato che si allunga sul versante sinistro orografico del vallone.
Con un lungo diagonale tra distese pascolive e roccette affioranti il sentiero guadagna lentamente quota, lascia a destra la diramazione per il Colle del Pas (segnavia A03B) ed infine, dopo un breve tratto più ripido tra roccette, giunge al Rifugio Don Barbera (2079 m, 1:00 - 1:10 ore dalla Gola della Chiusetta) 4.

Qualche decina di metri prima del recente rifugio si incontra il prefabbricato metallico del vecchio rifugio del CAI, sempre intitolato a Don Umberto Barbera 3, che per decenni è stato l'unico punto di appoggio in zona. Il rifugio viene ancora utilizzato in alta stagione in caso di necessità di posti letto.

La prima realizzazione del rifugio risale al 1966, per merito della sezione del CAI di Albenga. Si trattava di una struttura prefabbricata in metallo con 18 posti letto.
Non più in grado di soddisfare le esigenze del moderno turismo alpino, l'allora Parco Naturale Alta Valle Pesio e Tanaro (oggi Parco Naturale del Marguareis) decide di farsi carico della costruzione di un nuovo rifugio al Colle dei Signori. La struttura, moderna e confortevole, viene inaugurata nel 2006.
Il nuovo rifugio non ha mutato la denominazione originaria: è dedicato alla figura di Don Umberto Barbera, classe 1886. Preso il sacerdozio nel Vecchio Seminario di Albenga, si diploma maestro elementare e quando viene realizzato il Centro di scuola di religione, di educazione e cultura (ora Opera del Sacro Cuore in Albenga), il fondatore Don Isola lo vuole al suo fianco. Alpinista, grande comunicatore, è molto attivo nell'avvicinare i giovani alla montagna; muore nel 1946, all'età di 60 anni.

[Alpi Liguri, pp.143-144]
[Rifugio Don Barbera, Don Umberto Barbera]

Dal rifugio una traccia per prati raggiunge in breve l'ampio e prativo Colle del Lago dei Signori, oggi sempre più frequentemente indicato solo come Colle dei Signori (2107 m, 0:05 ore dal Rifugio Don Barbera) 56.

Carta schematica - Itinerario 01.04

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Ceva si risale la Valle Tanaro fino a Ponte di Nava, dove si prende il bivio a destra per Viozene, Carnino e Upega. Prima del ponte sul Rio Carnino si trova la deviazione sulla destra per Carnino. A Carnino superiore (posteggio) si lascia l'auto.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

[Fra n.19] [AsF n.3] [Blu n.2] [IGC n.114] [IGC n.8]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2017

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 01.04

Valerio79

mercoledì 12 ottobre 2011

[ 79.16.*.*]

Itinerario molto bello. L'ho fatto il 7 Ottobre scorso e quando arriva l'autunno la Valle Tanaro è veramente da consigliare! Panorama aperto, su un angolo di marittime spesso nascosto, dal colle dei Signori. Ora il percorso tratteggiato in questa descrizione è la via preferenziale. Vi sono cartelli segnaletici e tacche bianco-rosse fino al Rifugio e al colle.

RP (alpicuneesi.it)

venerdì 08 agosto 2014

[ 79.0.*.*]

Grazie al commento di Valerio79 ho ridescritto il percorso seguendo il sentiero fino al Rifugio Don Barbera (la pista sterrata che dalle Selle di Carnino sale al Colle dei Signori è ora solo menzionata a margine dell'itinerario principale).

Commenta l'itinerario 01.04

5 - Non sempre si arriva al Colle dei Signori in fuoristrada... (2006)
5 - Non sempre si arriva al Colle dei Signori in fuoristrada... (2006)
7 - Carnino superiore (2017)
7 - Carnino superiore (2017)
2 - Il Vallone di Carnino e la Gola della Chiusetta, oltre la quale si trovano la Cappella di Sant'Erim e la Sella di Carnino (2003)
2 - Il Vallone di Carnino e la Gola della Chiusetta, oltre la quale si trovano la Cappella di Sant'Erim e la Sella di Carnino (2003)
6 - Il vecchio Rifugio Don Barbera e il Vallone dei Maestri dal Colle dei Signori (2006)
6 - Il vecchio Rifugio Don Barbera e il Vallone dei Maestri dal Colle dei Signori (2006)
3 - Il vecchio Rifugio Don Barbera (2003)
3 - Il vecchio Rifugio Don Barbera (2003)
1 - Cima degli Arpetti (2003)
1 - Cima degli Arpetti (2003)
4 - Il nuovo Rifugio Don Barbera (2006)
4 - Il nuovo Rifugio Don Barbera (2006)
×