Itinerario 11.41

11.41 San Giacomo di Entracque - Colle del Vej del Bouc

San Giacomo di Entracque (1210 m) - Gias dell'Aiera (1343 m) - Gias sottano del Vej del Bouc (1437 m) - Colle del Vej del Bouc (2616 m)

1433 / -24

Dislivello [m]

4:35

Tempo [h:mm]

-

Distanza [m]

E/EE 

Difficoltà

Tipologia

Itinerario abbastanza impegnativo per il notevole dislivello, che si snoda in gran parte su vecchie mulattiere (a tratti ridotte fino a esili sentieri) con infinite svolte lungo assolati pendii. Lo sforzo è ripagato dai maestosi panorami che si godono dal colle, nonché dai branchi di stambecchi intenti a pascolare sulle praterie alpine, che si incontrano assai di sovente.

A Da San Giacomo di Entracque (1209 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Gias dell'Aiera (1342 m) +133 / -0
(+133 / -133)
0:30 - 0:35
(0:50 - 1:00)
1333
(2666)
T M14
C Gias sottano del Vej del Bouc (1437 m) +252 / -24
(+276 / -276)
1:10 - 1:20
(2:05 - 2:25)
3600
(7200)
T M14
D Colle del Vej del Bouc (2618 m) 1433 / -24
(1457 / -1457)
4:35
(7:50)
-
(-)
E/EE M14

Qualche decina di metri a valle di San Giacomo di Entracque (1209 m), si attraversa il ponte sul Torrente Gesso della Barra. Lasciati a sinistra l'area attrezzata per pic-nic ed il bivio per il Ponte della Rovina e Trinità di Entracque (segnavia M22 e GTA), si prosegue in comune con l'Itinerario 11.01, fino al bivio per il Colle del Vej del Bouc, intorno a quota 2015.
Qui si tralascia il ramo di destra per il Lago del Vej del Bouc e si prosegue innanzi. Il sentiero continua la salita tenendosi sulla destra orografica del vallone: trascurata a destra una traccia che scende alle sponde nord-est del lago, ci si eleva con diversi tornanti alle spalle dei ruderi del Gias soprano del Vej del Bouc fino ad un successivo bivio. Ignorata la diramazione di sinistra (segnavia M19) che sale al Passo di Monte Carboné, si piega a sud-est, traversando alti sul lago lungo ripidi pendii inerbiti 1. Superati alcuni piccoli rii, il lungo traverso conduce alla testata del vallone 2. La pendenza inizia ad aumentare: dapprima il sentiero sale quasi parallelo ad un piccolo crinale, quindi alcuni brevi traversi intervallati da poche svolte rimontano la ripidissima china di erba e detriti fini che termina al Colle del Vej del Bouc (2618 m, 3:25 ore dal Gias sottano del Vej del Bouc) 3456 (una casermetta nei pressi del colle può costituire un riparo di emergenza).

La piccola casermetta, nota come Bivacco Colle del Vei del Bouc, è una struttura risalente al Vallo Alpino, utilizzata come collegamento tra i settori difensivi di Tenda e di San Giacomo di Entracque. Dotata di un unico vano di 36 mq, poteva ospitare fino a 15 uomini. E' ancora in discreto stato di conservazione, sebbene manchi di tutti gli infissi.

[Fortificazioni Valle Gesso, p.80]

Carta schematica - Itinerario 11.41

Mappa su base CTR Piemonte

Accessi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Gesso in direzione Valdieri ed Entracque. Passato l'abitato di Valdieri, si prende la deviazione a sinistra (rotatoria) per Entracque e, poco oltre, una successiva deviazione a destra per San Giacomo. Oltre la diga della Piastra, un ultimo bivio a sinistra porta alla piccola borgata di San Giacomo di Entracque (ampio posteggio, a pagamento nella stagione estiva).

Note

Nell'inverno 2008/09, e successivamente nell'inverno 2013/14, movimenti franosi del pendio hanno in parte compromesso il sentiero. Alcuni tratti sono stati ripristinati, altri abbandonati e sostituiti da nuovi tracciati.
Il tratto per il Colle del Vej del Bouc che costeggia in quota le sponde nord orientali del lago è stato anch'esso interessato da frane, che si superano con qualche difficoltà vista la natura friabile del terreno e la notevole pendenza dei versanti: prestare attenzione a non scivolare.

Pernottamento

--

Cartografia

[Fra n.15] [AsF n.4] [Blu n.1] [IGC n.113] [IGC n.8]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2009

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 11.41

Klaud76

mercoledì 02 agosto 2017

[ 213.215.*.*]

Escursione effettuata a fine luglio. Nessun problema per arrivare al Lago, il sentiero è sempre ben visibile e in ottime condizioni. Confermo invece, come indicato nella descrizione, che il tratto che costeggia il lago è interessato da qualche frana che lo rende di difficile attraversamento, quindi bisogna porre molta attenzione. Stesso discorso per l'ultimissimo tratto per arrivare al colle, da cui comunque si gode di ottimo panorama.

franz

martedì 24 ottobre 2017

[ 146.122.*.*]

effettuato in assoluta solitaria il 21 ottobre 2017, solo molti animali sopra il lago, montagne un poco tristemente asciutte. dalle punte sopra il colle la padania immersa nella bassa e grigia nuvolaglia. bellissima gita, ma attenzione al fondo secco e ancor più friabile dal lago al colle

Commenta l'itinerario 11.41

3 - Stambecchi nei pressi del Colle del Vej del Bouc (2009)
3 - Stambecchi nei pressi del Colle del Vej del Bouc (2009)
4 - Al Colle del Vej del Bouc (2009)
4 - Al Colle del Vej del Bouc (2009)
6 - Panorama sul Colle del Sabbione dal Colle del Vej del Bouc (2009)
6 - Panorama sul Colle del Sabbione dal Colle del Vej del Bouc (2009)
1 - Il Lago del Vej del Bouc dal sentiero per il Colle del Vej del Bouc (2009)
1 - Il Lago del Vej del Bouc dal sentiero per il Colle del Vej del Bouc (2009)
2 - L'alto Vallone del Vej del Bouc e il Colle del Vej del Bouc, la prima insellatura da sinistra sullo sfondo (2009)
2 - L'alto Vallone del Vej del Bouc e il Colle del Vej del Bouc, la prima insellatura da sinistra sullo sfondo (2009)
5 - Stambecchi nei pressi del Colle del Vej del Bouc (2009)
5 - Stambecchi nei pressi del Colle del Vej del Bouc (2009)
×