Itinerario 14.17

14.17 Vallone di Unerzio, bivio Colle Ciarbonet - Bivacco Valmaggia - Bivacco Enrico e Mario

Vallone di Unerzio, bivio Colle Ciarbonet (1829 m) - Bivacco Valmaggia (2335 m) - Bivacco Enrico e Mario (2693 m)

+864 / -0

Dislivello [m]

2:35 - 2:55

Tempo [h:mm]

4568

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Dopo una iniziale salita nel Vallone d'Enchiausa ci si sposta in un valloncello laterale, selvaggio e detritico, che conduce con un po' di fatica alla vecchia casermetta difensiva trasformata in bivacco.

A Da bivio Colle Ciarbonet (1829 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Bivacco Valmaggia (2335 m) +506 / -0
(+506 / -506)
1:25 - 1:35
(2:20 - 2:35)
3224
(6448)
E S09 » S30
C Bivacco Enrico e Mario (1) (2693 m) +864 / -0
(+864 / -864)
2:35 - 2:55
(4:05 - 4:35)
4568
(9136)
E S30

(1) Esclusa la deviazione al Bivacco Valmaggia

Dal Vallone di Unerzio, poco oltre il bivio per il Colle Ciarbonet (1829 m), si segue l'Itinerario 14.01 fino al primo bivio segnalato a sinistra per il Colle Feuillas (segnavia S30), che si imbocca.
Il sentiero taglia in leggera salita pendii prativi 423, ricevendo quasi subito da sinistra la vecchia mulattiera per il Colle Feuillas, staccatasi più a valle dal sentiero principale (possibile alternativa nel tragitto di ritorno). Entrati in uno splendido valloncello 10, con percorso pianeggiante si supera la Fontana d'Gioanin (con abbeveratoio, situata pochi metri a valle del sentiero), puntando alla base del Monte Oronaye 1. Lasciata una traccia a destra, dopo alcuni tornanti il sentiero piega a sud-ovest e passa alla base della modesta elevazione che ospita il Bivacco Valmaggia (2335 m, 1:25 - 1:35 ore dal Vallone di Unerzio presso il bivio per il Colle Ciarbonet) 1112.

Il bivacco dista poche decine di metri, e si raggiunge senza problemi seguendo la traccia per prati.

Dopo aver staccato una traccia a destra che si ricollega al sentiero per il Colle d'Enchiausa 13, si entra in un ampio circo detritico 14: un lungo quanto ripido traverso tra sfasciumi 5 porta alla base della conoide sopra la quale sorge la ex casermetta riattata e trasformata in bivacco. Con stretti tornanti assai ripidi si inizia la faticosa risalita della conoide di fini detriti 6; si ignora, circa a metà della salita, la traccia a sinistra per il Colle della Scaletta (segnavia SRC) e si arriva al Bivacco Enrico e Mario (2693 m, 1:10 - 1:20 ore dal Bivacco Valmaggia) 157.

Subito prima del bivacco si stacca a sinistra la traccia per il Colle Feuillas, mentre in fondo al piazzale antistante la struttura parte il sentiero di avvicinamento per la Ferrata degli Alpini al Monte Oronaye.

Volendo variare il percorso di rientro è possibile scendere fin oltre la Fontana d'Gioanin oltre la quale si imbocca sulla destra la vecchia mulattiera tralasciata all'andata. La mulattiera, non segnalata e ormai ridotta a sentiero, è comunque abbastanza facilmente rintracciabile: scende tra prati e roccette con alcuni tornanti, quindi si attraversa una piccola conca pascoliva e la morena frontale del Ghiacciaio di Enchiausa 89 (in salita solo aggirata). Il vecchio tracciato si ricongiunge poi con quello seguito durante la salita, sul quale ci si tiene fino a tornare al punto di partenza dell'itinerario.

Carta schematica - Itinerario 14.17

Mappa su base © OpenStreetMap contributors - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Dronero si risale la Valle Maira fin quasi ad Acceglio. Poche decine di metri prima di entrare in paese, si imbocca sulla sinistra il ponte che attraversa il Torrente Maira e si risale il Vallone di Unerzio superando Chialvetta, Pratorotondo e Viviere. Appena passata Viviere, in corrispondenza del bivio a destra per il Colle Ciarbonet, la strada diventa sterrata. Circa 200 metri oltre ha inizio il sentiero. Pochi posti auto sono disponibili presso il bivio per il Colle Ciarbonet.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

[AsF n.7] [Fra n.11] [IGC n.111] [IGC n.7]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2015

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 14.17

Non sono presenti commenti per questo itinerario.

Commenta l'itinerario 14.17

9 - Il Vallone d'Enchiausa e la conca prativa di Grangia Gorra dalla morena del ghiacciaio (2008)
9 - Il Vallone d'Enchiausa e la conca prativa di Grangia Gorra dalla morena del ghiacciaio (2008)
5 - La salita alla conca detritica dove dove si apre il Colle Feuillas (2008)
5 - La salita alla conca detritica dove dove si apre il Colle Feuillas (2008)
11 - Il Bivacco Valmaggia (2015)
11 - Il Bivacco Valmaggia (2015)
2 - Le levigate placche sulla parete N del Bric Content (2008)
2 - Le levigate placche sulla parete N del Bric Content (2008)
6 - Speronella alpina (<i>Delphinium dubium</i>), pianta tipica di macereti calcarei (2008)
6 - Speronella alpina (Delphinium dubium), pianta tipica di macereti calcarei (2008)
13 - Guglie nel Vallone d'Enchiausa (2015)
13 - Guglie nel Vallone d'Enchiausa (2015)
7 - Il Vallone d'Enchiausa dal Bivacco Enrico e Mario (2008)
7 - Il Vallone d'Enchiausa dal Bivacco Enrico e Mario (2008)
1 - Il Monte Oronaye e, sulla destra, il Colle d'Enchiausa (2008)
1 - Il Monte Oronaye e, sulla destra, il Colle d'Enchiausa (2008)
15 - Il Bivacco Enrico e Mario (2015)
15 - Il Bivacco Enrico e Mario (2015)
4 - I pendii prativi che si incontrano nella prima parte della salita al bivacco (2008)
4 - I pendii prativi che si incontrano nella prima parte della salita al bivacco (2008)
10 - Il tratto prativo del sentiero che precede il Bivacco Valmaggia (2015)
10 - Il tratto prativo del sentiero che precede il Bivacco Valmaggia (2015)
14 - L'imbocco della conca detritica che precede il Colle Feuillas (2015)
14 - L'imbocco della conca detritica che precede il Colle Feuillas (2015)
12 - Il Bivacco Valmaggia costruito su un cocuzzolo roccioso (2015)
12 - Il Bivacco Valmaggia costruito su un cocuzzolo roccioso (2015)
8 - La conca prativa racchiusa dalla morena glaciale ed attraversata da una vecchia mulattiera (2008)
8 - La conca prativa racchiusa dalla morena glaciale ed attraversata da una vecchia mulattiera (2008)
3 - Il lungo contrafforte del Monte Vanclava chiude a S il Vallone d'Enchiausa; al centro, il Bric Content (2008)
3 - Il lungo contrafforte del Monte Vanclava chiude a S il Vallone d'Enchiausa; al centro, il Bric Content (2008)
×