Itinerario 14.25

14.25 Sorgenti del Maira - Bivacco Sartore

Sorgenti del Maira (1628 m) - Prati Murtier (2120 m) - Bivacco Sartore (2444 m)

+821 / -0

Dislivello [m]

2:20 - 2:35

Tempo [h:mm]

4683

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Piacevolissima escursione nel Vallonasso del Sautron meridionale, tra rilassanti distese pascolive circondate da ardite vette. Spartano, ma assai grazioso, il piccolo e recente Bivacco Sartore.

Carta schematica - Itinerario 14.25


Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Profilo altimetrico - Itinerario 14.25
A Da Sorgenti del Maira (1623 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Prati Murtier (2112 m) +489 / -0
(+489 / -489)
1:25 - 1:35
(2:25 - 2:45)
3266
(6532)
E S13 » = » S16
C Bivacco Sartore (2444 m) +821 / -0
(+821 / -821)
2:20 - 2:35
(3:50 - 4:25)
4683
(9366)
E S16 » =

All'inizio del posteggio presso le Sorgenti del Maira (1623 m) si stacca a destra una ripida rampa (segnavia S13) che in qualche decina di metri porta su un crinale. Si prosegue a sinistra su una sorta di mulattiera ignorando, poco dopo, sia il sentiero a destra che scende su Chiappera sia il successivo bivio a sinistra, che riporta verso la partenza dell'itinerario.
Si continua diritti per molteplici direzioni (Colle Sautron, Colle delle Munie, Grange Pausa), si supera un traliccio per le telecomunicazioni, quindi ci si immette su un'altra mulattiera, proveniente anch'essa dalle Sorgenti del Maira, che si segue verso destra.

La bella radura che ospita le Sorgenti del Maira è un piccolo dedalo di stradine e sentieri, più facili da percorrere che da descrivere. In alternativa al percorso sopra riportato, si può attraversare il posteggio verso ovest fino al suo termine, continuando quindi sulla mulattiera che si ricollega in breve al tracciato principale.

Con una ripida ma breve salita ci si immette su una rotabile sterrata ex militare, dove si presentano tre alternative 1: attraversandola ed imboccando il sentiero di fronte si sale al Lago Visaisa, al Bivacco Bonelli e al Colle delle Munie (segnavia S13, "Sentiero Pier Giorgio Frassati"); percorrendola in discesa verso sinistra si ritorna alle Sorgenti del Maira; seguendola in salita verso destra si procede per il Passo della Cavalla, il Bivacco Sartore e il Colle del Sautron.
Si sale dunque a destra, sulla sterrata 4 che s'innalza lentamente nel lariceto con un paio di tornanti: al secondo di questi si ignora a sinistra una traccia ancora per il Colle delle Munie e si continua l'ascesa con un traverso tra radi larici.
A metà del lungo rettilineo si ignora un primo sentiero a destra che scende a Chiappera (segnavia S16A) poi, quando la strada volge a destra, si incontra un sentiero che la incrocia: a destra si scende ancora verso Chiappera 3 (segnavia S16), mentre a sinistra si sale verso il Colle Sautron e il Bivacco Sartore (sempre segnavia S16 e Sentiero Pier Giorgio Frassati).

Da questo punto la strada, con fondo più accidentato, guadagna quota con numerosi lunghi tornanti, mentre il sentiero traversa più ripido intersecando la rotabile svariate volte. Proseguendo brevemente sulla strada, al vicino tornante, si trova la freschissima Sorgente Pausa. Chi preferisce una salita meno faticosa, può rimanere sulla carrareccia fin oltre le Grange Pausa.

Imboccata quest'ultima direzione, si rimonta abbastanza ripidi il pendio di erba e detriti che adduce al Vallonasso del Soutron meridionale. Si incrocia una prima volta la ex militare a quota 1920 circa, la si attraversa e si prosegue verso nord-ovest; il sentiero piega ad ovest, ritrova la rotabile intorno a quota 1950 e, poco sopra, a quota 1965 circa.
Nuovamente puntando a nord nord-ovest, il sentiero ritrova la rotabile intorno a quota 2005 5, poi ancora a quota 2035 circa. Qui ci si tiene sulla strada solo per pochi metri, prima che questa svolti bruscamente a destra per raggiungere le Grange Pausa. Ripreso il sentiero a sinistra, giunti in prossimità dei ruderi di un piccolo edificio ex militare a quota 2060 circa, si cammina nuovamente a fianco della sterrata, che questa volta si trova pochi metri a sinistra.
Quando la strada svolta a destra (nord-ovest) il sentiero prosegue diritto e porta agli ondulati pendii prativi di Prati Murtier (2112 m, 1:25 - 1:35 ore dalle Sorgenti del Maira) 2.
Sul bel pianoro inclinato, proprio in corrispondenza della Fontana del Baciasset 6, il sentiero si biforca: a sinistra si prosegue per il Passo della Cavalla (segnavia S17 e Sentiero Pier Giorgio Frassati), a destra per il Colle del Sautron e il Bivacco Sartore.
Si tiene la destra, salendo abbastanza ripidi ai piedi di spettacolari torrioni rocciosi 7, fino a trovare, nei pressi della Sorgente del Baciasset, una vecchia mulattiera, qui solo abbozzata (si tratta della prosecuzione della rotabile ex militare più volte incrociata).

L'itinerario segue in parte il percorso della strada ex-militare 201, "Saretto - Sorgenti del Maira - Sorgente del Baciasse". La rotabile, iniziata nel 1940 e mai terminata, doveva servire le varie opere fortificate facenti parti della prima linea difensiva della Val Maira, realizzate a protezione del Colle del Sautron e dei valichi immediatamente a sud-est di questo, fino al Colle delle Munie.
Il tracciato doveva salire da Saretto alla Sorgente del Baciasse, da dove avrebbe dovuto diramarsi una via di comunicazione di pari importanza verso il Passo della Cavalla ed un'altra di minor importanza in direzione del Colle del Sautron.

[Le strade dei cannoni, pp.135-138]

La vecchia mulattiera termina presso la vasca della sorgente; si prosegue allora verso sinistra, su un discreto sentiero. Si ignora una traccia a sinistra per una vecchia casermetta e si continua a salire, prima con alcune svolte, poi con lunghi tornanti e qualche traverso 8.
Intorno a quota 2410 il sentiero stacca una traccia a destra, sempre diretta a vecchie opere militari, e piega verso sinistra (sud) incontrando, dopo un paio di tornanti, un bivio: lasciato a destra il ramo principale per il Colle Sautron, si tiene la sinistra per raggiungere in poche decine di metri il Bivacco Sartore (2444 m, 0:55 - 1:00 ore dai Prati Murtier) 91011.

Accessi

Da Dronero si risale la Valle Maira fino ad Acceglio e quindi Saretto. Proprio alla fine della borgata, in corrispondenza di un ampio piazzale, si svolta a sinistra (di fatto una inversione di marcia) per imboccare la strada che sale alle Sorgenti del Maira, le cui indicazioni purtroppo sono visibili soltanto per chi scende da Chiappera. Al termine della strada si trova un ampio parcheggio sterrato ove lasciare l'auto.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

[Fra n.11] [AsF n.7] [IGC n.111] [IGC n.7]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Ultimo sopralluogo: Autunno 2014

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 14.25

Non sono presenti commenti per questo itinerario.

Commenta l'itinerario 14.25

3 - Panorama sull'alta Val Maira e Chiappera (2014)
3 - Panorama sull'alta Val Maira e Chiappera (2014)
7 - Le caratteristiche formazioni rocciose lungo il sentiero per il Colle Sautron (2014)
7 - Le caratteristiche formazioni rocciose lungo il sentiero per il Colle Sautron (2014)
6 - La Fontana del Baciasset in controluce (2014)
6 - La Fontana del Baciasset in controluce (2014)
10 - Il Bivacco Sartore e la Rocca Bianca (2014)
10 - Il Bivacco Sartore e la Rocca Bianca (2014)
11 - Statua della Madonna intagliata in un tronco presso il Bivacco Sartore (2014)
11 - Statua della Madonna intagliata in un tronco presso il Bivacco Sartore (2014)
8 - Il Vallonasso del Sautron meridionale dal sentiero per il Bivacco Sartore (2014)
8 - Il Vallonasso del Sautron meridionale dal sentiero per il Bivacco Sartore (2014)
4 - La rotabile ex militare per il Colle Sautron (2014)
4 - La rotabile ex militare per il Colle Sautron (2014)
5 - Un tratto del sentiero per il Colle Sautron (201)
5 - Un tratto del sentiero per il Colle Sautron (201)
9 - Il Bivacco Sartore (2014)
9 - Il Bivacco Sartore (2014)
2 - L'imponente parete di Punta della Reculaye, sulla destra, fa da sfondo ai dolci declivi di Prati Murtier (2005)
2 - L'imponente parete di Punta della Reculaye, sulla destra, fa da sfondo ai dolci declivi di Prati Murtier (2005)
1 - Il bivio con la rotabile ex militare: sulle paline è ben visibile la nuova segnaletica escursionistica regionale bianca e rossa (2005)
1 - Il bivio con la rotabile ex militare: sulle paline è ben visibile la nuova segnaletica escursionistica regionale bianca e rossa (2005)