Italiano Franšais Nederlands Deutsch English
Ordina per: localitÓádi partenza Ordina per: numero progressivo Ordina per: data ultimo aggiornamento Ordina per: numero di commenti Ordina per: lunghezza (ove disponibile)
Ordina per: dislivello in salita Ordina per: dislivello totale Ordina per: tempo di salita Ordina per: tempo totale Ordina per: difficoltÓ
[01] [02] [03] [04] [05] [06] [07] [08] [09] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [27] [28] [29] [30] [33] [34] [35] [39] [41] [42] [43]
Trekking 'Sui sentieri del Re'
11.23 San Giacomo di Entracque - Gias sottano del Vej del Bouc al Pra del Rasur
San Giacomo di Entracque (1209 m) - Gias dell'Aiera (1342 m) - Gias sottano del Vej del Bouc al Pra del Rasur (1437 m)
Itinerario classico (andata e ritorno) Scarica la traccia GPS in formato GPX [Commenta l'itinerario] [Leggi i commenti (1)] [Stampa]
4 - Il Vallone di Moncolomb sagomato dall'azione dei ghiacciai (2007)
4 - Il Vallone di Moncolomb sagomato dall'azione dei ghiacciai (2007)
Una semplice passeggiata, interamente su strada sterrata e per buona parte immersa nel bosco di faggio, che porta all'ampia piana pascoliva di Pra del Rasur. All'inizio dell'itinerario, nei pressi di San Giacomo, si possono ammirare le vecchie Palazzine Reali di Caccia.
A Da San Giacomo di Entracque (1209 m) a: Dislivello
[m]
Dislivello A/R
[m]
Tempo
[h:mm]
Tempo A/R
[h:mm]
Distanza
[m]
DifficoltÓ Segnavia
B Gias dell'Aiera (1342 m) +133 / -0 +133 / -133 0:30 - 0:35 0:50 - 1:00 1333 T M14
C Gias sottano del Vej del Bouc (1437 m) +252 / -24 +276 / -276 1:10 - 1:20 2:05 - 2:25 3600 T M14
Profilo altimetrico - Itinerario 11.23
Descrizione: Qualche decina di metri a valle di San Giacomo di Entracque (1209 m), si attraversa il ponte sul Torrente Gesso della Barra. Lasciati a sinistra l'area attrezzata per pic-nic ed il bivio per il Ponte della Rovina e TrinitÓ di Entracque (segnavia M22 e GTA), si sale lungo la strada asfaltata, ma chiusa al traffico privato, che attraverso un bosco con magnifici esemplari di faggio ed abete rosso porta in alcuni minuti alla ex Palazzina Reale di Caccia 10 e alla Caserma Principessa Elena, oggi colonie estive proprietÓ di enti religiosi.
Le ex Palazzine Reali di Caccia
Le due grosse palazzine, ora di proprietÓ di enti religiosi, furono costruite verosimilmente tra il 1865 e il 1870 da Vittorio Emanuele II per i suoi soggiorni all'interno della Riserva Reale di Caccia. Quella di sinistra, con il bel porticato decorato a fasce orizzontali nei colori di Casa Savoia 12, costituiva la residenza reale vera e propria; quella di destra ospitava le stalle. La palazzina ospitante le stalle venne poi ceduta all'esercito che la ampli˛ tra il 1897 e il 1898 e ne ricav˛ la Caserma principessa Elena.
Meravigliosi alcuni faggi nei pressi delle palazzine: si tratta probabilmente di piante separate messe a dimora molto vicine tra loro dal giardiniere reale i cui tronchi si sono fusi assieme durante la crescita dando origine ad esemplari di dimensioni davvero fuori dall'ordinario 119. Questi faggi maestosi sono censiti nell'elenco degli alberi monumentali della Regione Piemonte.
[Fortificazioni della Valle Gesso, pp.79-80] [-]
Alle loro spalle (fontana) la strada asfaltata diventa sterrata (giÓ segnavia M13, ora segnavia M14) e si addentra nel Vallone di Moncolomb, salendo a tornanti 38. Dopo un lungo tratto all'interno di un fresco bosco di faggio, e trascurate varie tracce e diramazioni secondarie (perlopi¨ scorciatoie), si lascia a sinistra il modesto Gias dell'Aiera (1342 m, 0:30 - 0:35 ore da San Giacomo di Entracque) 7, dove ha origine una vecchia mulattiera di caccia dei Savoia.
Si prosegue sulla sterrata e, quando questa spiana, si Ŕ ormai giunti all'imbocco di Pra del Rasur 4. Si ignora a sinistra la vecchia (e non evidente) mulattiera per il Vallone Frassinetto e, usciti dal bosco, si lascia a sinistra anche la breve diramazione per il Gias del Rasur, iniziando la lenta discesa verso l'ampia piana pascoliva del fondovalle 5. La sterrata, sostanzialmente pianeggiante, percorre gran parte del lungo Vallone di Moncolomb 6 mantenendosi sulla destra idrografica del torrente. La strada, e l'itinerario, terminano presso i ruderi del Gias sottano del Vej del Bouc (1437 m, 0:40 - 0:45 ore dal Gias dell'Aiera). Da questo punto originano sia il sentiero per il Lago del Vei del Bouc (segnavia M14) che il sentiero per il Rifugio Federici Marchesini al Pagarý (segnavia M13).
Il Pra del Rasur
Il grande pianoro di Pra del Rasur ha avuto origine al termine dell'ultima glaciazione, quando frane cadute dai valloni laterali hanno sbarrato il corso del torrente. I detriti apportati dal torrente stesso, ancor oggi assai tumultuoso, hanno lentamente riempito il bacino fino a formare la piana.
[La Guida del Parco Alpi Marittime, p.209]
Carta schematica - Itinerario 11.23
Mappa su base © OpenStreetMap contributors - licenza CC-BY-SA [?]
[Scarica la traccia GPS in formato GPX]
Accessi: Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Gesso in direzione Valdieri ed Entracque. Passato l'abitato di Valdieri, si prende la deviazione a sinistra (rotatoria) per Entracque e, poco oltre, una successiva deviazione a destra per San Giacomo. Oltre la diga della Piastra, un ultimo bivio a sinistra porta alla piccola borgata di San Giacomo di Entracque (ampio posteggio, a pagamento nella stagione estiva).
Note: -
Cartografia: [Fra n.15] [AsF n.4] [Blu n.1] [IGC n.113] [IGC n.8]
(i riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia).
Ultimo aggiornamento: Autunno 2013
5 - Pra del Rasur dai pressi del Gias del Rasur (2007)
5 - Pra del Rasur dai pressi del Gias del Rasur (2007)
6 - Pra del Rasur nei pressi del Gias sottano del Vej del Bouc (2007)
6 - Pra del Rasur nei pressi del Gias sottano del Vej del Bouc (2007)
1 - Le ex Palazzine Reali di Caccia: la residenza reale dipinta nei colori di Casa Savoia (2007)
1 - Le ex Palazzine Reali di Caccia: la residenza reale dipinta nei colori di Casa Savoia (2007)
3 - Il bel bosco di faggio alle spalle delle ex Palazzine Reali di Caccia (2007)
3 - Il bel bosco di faggio alle spalle delle ex Palazzine Reali di Caccia (2007)
2 - Le ex Palazzine Reali di Caccia (2007)
2 - Le ex Palazzine Reali di Caccia (2007)
11 - Uno degli enormi faggi che si trovano presso la ex Palazzina Reale di Caccia (2013)
11 - Uno degli enormi faggi che si trovano presso la ex Palazzina Reale di Caccia (2013)
10 - La ex Palazzina Reale di Caccia (2013)
10 - La ex Palazzina Reale di Caccia (2013)
7 - Il Gias dell'Aiera (2013)
7 - Il Gias dell'Aiera (2013)
8 - Il bosco di faggi alle spalle della ex Palazzina Reale di Caccia, nella sua splendida colorazione autunnale (2013)
8 - Il bosco di faggi alle spalle della ex Palazzina Reale di Caccia, nella sua splendida colorazione autunnale (2013)
9 - Il tronco di uno dei faggi di fronte alla ex Palazzina Reale di Caccia (2013)
9 - Il tronco di uno dei faggi di fronte alla ex Palazzina Reale di Caccia (2013)
Commenti all'itinerario 11.23
[Commenta l'itinerario] [Inizio pagina] [Menu] [Stampa]
agdag
lunedý 24 maggio 2010
[ 94.81.*.*]

Data escursione: 22/05/2010. Cielo limpido e clima fresco. Essendo il tragitto totalmente su strada (sgombra da neve), la fatica è minima e il percorso è piacevole, adatto anche alle famiglie. Incontrati 3 stambecchi, 2 capre e 2 marmotte tra andata e ritorno. Bellissima la vista sul Pra del Rasur in uscita dal bosco e sulla corona di montagne candidamente innevate.

QR Code - Itinerario 11.23