Itinerario 12.07

12.07 Sant'Anna di Vinadio - Lago di Sant'Anna - Colle Saboulè - Lac du Lausfer superieur - Colle del Lausfer - Sant'Anna di Vinadio

Sant'Anna di Vinadio (2010 m) - Lago di Sant'Anna (2166 m) - Passo di Tesina (2393 m) - Colle Saboulè (2460 m) - Lac du Lausfer superieur (2358 m) - Colle del Lausfer (2430 m) - Colle di Sant'Anna (2307 m) - Lago del Colle di Sant'Anna (2155 m) - Sant'Anna di Vinadio (2010 m)

+583 / -583

Dislivello [m]

3:20 - 3:45

Tempo [h:mm]

10554

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Piacevolissimo itinerario ad anello che si snoda parte in territorio italiano e parte in territorio francese. Il percorso, un susseguirsi di laghi e valichi, si mantiene sempre in quota ed è estremamente panoramico.

Profilo altimetrico - Itinerario 12.07
A Da Sant'Anna di Vinadio (2010 m) a: Dislivello [m] Tempo [h:mm] Distanza [m] Difficoltà Segnavia
B Lago di Sant'Anna (2167 m) +161 / -4 0:30 - 0:35 1639 T P18 » P19
C Passo di Tesina (2393 m) +389 / -6 1:15 - 1:20 3418 T P19
D Colle Saboulè (2460 m) +469 / -19 1:35 - 1:45 4530 E P19B
E Lac du Lausfer superieur (2358 m) +479 / -131 1:50 - 2:05 5484 E =
F Colle del Lausfer (2430 m) +559 / -139 2:05 - 2:25 6058 E =
G Colle di Sant'Anna (2307 m) +583 / -286 2:35 - 3:00 7961 E P18
H Lago del Colle di Sant'Anna (2155 m) +583 / -438 3:00 - 3:25 9339 E P18
I Sant'Anna di Vinadio (2010 m) +583 / -583 3:20 - 3:45 10554 E P18

Dal Santuario di Sant'Anna (2010 m) 5167 si imbocca verso sud la piccola rotabile asfaltata che porta alla Roccia dell'Apparizione 8 (ampio posteggio sterrato).

Affiancata ad un ospizio, luogo di ristoro per viandanti, della presenza della piccola chiesa intitolata alla "Beata Maria de Brasca" si hanno notizie certe da un documento del 1307. Nel 1443 la cappella è però già nota con l'attuale denominazione di Chiesa di Sant'Anna; il culto verso la madre di Maria si era infatti andato diffondendo in seguito alle crociate. L'importanza che andava acquisendo la struttura portò l'amministrazione ad insediare un custode, il "Randiere", ivi residente tutto l'anno, con compiti che andavano dall'assistenza ai viandanti, alla manutenzione della strada e degli edifici, alla preparazione dei pasti per i sacerdoti durante le feste. L'attuale Santuario, costruito poco a valle della cappella originaria, presenta una struttura a tre navate e risale al 1681; ha un caratteristico pavimento in legno in salita, realizzato per assecondare il pendio roccioso sottostante. Lavori di manutenzione e di ampliamento si susseguiranno nei secoli; gli ultimi di un certo rilievo sono eseguiti tra il 1870 e il 1881.
Il Santuario è aperto nel periodo estivo (in genere da luglio a metà settembre).

[I Sentieri della Storia, pp.253-254]

Qui, nei pressi di una fontanella e di una statua posta su un grosso masso a ricordo dell'apparizione di Sant'Anna, incomincia una vecchia rotabile sterrata ex militare per il Passo di Sant'Anna (segnavia P18). La sterrata si abbandona quasi subito per imboccare la comoda mulattiera sulla destra (segnavia P19) che risale un costone prativo con qualche rado larice.

Tradizione vuole che sul grosso masso ai lati del posteggio sopra al santuario sia avvenuta l'apparizione di Sant'Anna, madre di Maria, alla pastorella Anna Bagnis, cui chiese che il luogo di culto fosse dedicato a lei: le impronte dei piedi della Santa sarebbero ancora visibili sulla roccia.

[I Sentieri della Storia, p.253]

Con alcuni ampi tornanti si giunge ad un primo minuscolo laghetto che si lascia sulla destra, per arrivare subito dopo al Lago di Sant'Anna (2167 m, 0:30 - 0:35 ore dal Santuario di Sant'Anna) 9.
Lasciato a sinistra un secondo laghetto, si prosegue la salita ormai tra magri prati, qualche ginepro e qualche rododendro, ignorando un paio di tracce a destra che ridiscendono verso il santuario. Salendo di quota appaiono poco lontani altri due minuscoli laghetti verso valle. Pochi ampi tornanti (numerose le scorciatoie che li tagliano, se possibile, da evitare per ridurre il degrado del suolo) portano quindi al Passo di Tesina (2393 m, 0:45 ore dal Lago di Sant'Anna) 10.
Al passo si trascura il sentiero (segnavia P19) che scende a destra nel Vallone di Tesina e si prosegue a sinistra (segnavia P19B) con un bel tratto a mezzacosta in lieve salita, aereo e molto panoramico 11. Passata la casermetta a difesa del colle, ancora discretamente conservata e possibile riparo di fortuna, si giunge al Colle Saboulè (2460 m, 0:20 - 0:25 minuti dal Passo di Tesina) 12.
Da qui, lasciato a destra il sentiero per il Passo del Bue e il Vallone della Guercia (segnavia P19B), si prende a sinistra e si prosegue ancora con un tratto in leggera salita, quindi, con una discesa abbastanza ripida con qualche tornante, ci si porta al Lac du Lausfer superieur (2357 m, 0:15 - 0:20 ore dal Colle Saboulè) 17.
Si risale sul versante opposto del lago, costeggiando un bunker prima ed una piccola casermetta poi, per arrivare al più alto dei Lacs du Lausfer inferieurs 13.

Il bunker è il malloppo dell'Opera 2 bis, armata con due mitragliatrici e con un presidio di 6 uomini, mentre la soprastante casermetta apparteneva ai Regi Carabinieri, in servizio a guardia del colle. La casermetta incontrata al Colle Saboulè era invece la "Casermetta Passo Lausfer settentrionale" - precedente denominazione del colle - nei pressi della quale era posizionata la 339^ batteria.

[Valle Stura Fortificata, p.134]

Di fatto il lago non si raggiunge, ma si sale sulla sinistra al Colle del Lausfer (2430 m, 0:15 - 0:20 ore dal Lac du Lausfer superieur) 14, lasciando sulla destra alcune evidenti tracce. Al colle si incontrano altre due costruzioni militari.

Si tratta della "Casermetta difensiva Passo Lausfer meridionale" e della stazione di arrivo della teleferica che saliva da poco sotto Sant'Anna di Vinadio. La casermetta, capace di ospitare 20 uomini, è intitolata all'alpino Borghetto Andrea, di Magliano Alpi, medaglia d'argento, deceduto nel 1917 sul Monte Vorice.

[Valle Stura Fortificata, p.130]

Oltre il valico si scende in diagonale con lieve pendenza (segnavia P18) ai margini di una conca di sfasciumi fino ad aggirare un costone roccioso, superato il quale riappare in basso il Lago di Sant'Anna, incontrato all'inizio del percorso.
Si prosegue su mulattiera, sempre con percorso abbastanza pianeggiante subito sotto lo spartiacque (si devono passare due tratti attrezzati, il primo con una fune metallica, il secondo con una catena ed una passerella in legno, causa sentiero franato, ma nessuno dei due presenta difficoltà, almeno con fondo asciutto). La mulattiera taglia scoscesi pendii rocciosi, lambisce il Passo di Colla Auta, attraversa un caratteristico intaglio nella roccia 154, e raggiunge la sterrata che sale dal santuario 16.
Si scendono alcuni tornanti fino ad un ripiano erboso, si passa una costruzione privata ristrutturata (il Bivacco Tallone, possibile riparo sotto il tetto) e, dopo alcuni altri tornanti, si arriva al Colle di Sant'Anna (o Passo di Sant'Anna, 2308 m, 0:30 - 0:35 ore dal Colle del Lausfer) 3, che viene solo 'toccato' ma non attraversato.

La costruzione ristrutturata era in origine un'opera militare, il "Ricovero Passo di Sant'Anna" alle cui spalle, nella roccia, si apre l'ingresso di una caverna-ricovero in grado di ospitare alcune decine di uomini. Nel ripiano erboso soprastante, ove si scorgono ancora pochi ruderi, era invece posizionata la "Batteria di Passo Sant'Anna".

[Valle Stura Fortificata, p.128]

Si prosegue invece in discesa sulla rotabile, divenuta più ampia, con numerosi tornanti, fino al Lago del Colle di Sant'Anna (2155 m, 0:25 ore dal Colle di Sant'Anna) 2, dove si trascura a destra la mulattiera che sale alla Cima Moravacciera e al Colle della Lombarda (segnavia P57, GTA).
Continuando sulla sterrata, ora tra qualche rado larice, si scende fino a tornare al Santuario di Sant'Anna (2010 m, 0:20 ore dal Lago del Colle di Sant'Anna).

Carta schematica - Itinerario 12.07

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Stura fino a Vinadio. Poco oltre Vinadio si prende il bivio a sinistra per il Colle della Lombarda e Sant'Anna di Vinadio. Trascurando le deviazioni a sinistra per Riofreddo prima, e per il Colle della Lombarda poi, si raggiunge il Santuario di Sant'Anna (ampi piazzali per posteggiare).

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

[AsF n.6] [Fra n.13] [IGC n.112] [IGC n.7]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2016

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 12.07

paperino

domenica 17 luglio 2011

[ 94.85.*.*]

Descrizione molto chiara, carino il link veloce alle singole foto. la mappa dell'itinerario dà l'idea. Si tratta di un percorso molto bello, metterei forse l'accento sulla parte di sentiero largo 1,30 metri strapiombante, al fine di meglio chiarire il punto a chi lo intenda fare con ragazzini al seguito.

jack

venerdì 26 agosto 2011

[ 94.38.*.*]

Bellissima escursione, con panorami spettacolari. La lunghezza dell'itinerario è di circa 20 km (effettuata con gps).

agdag

giovedì 15 settembre 2011

[ 94.81.*.*]

Data escursione: 14/09/2011. La mancanza di eccessive e prolungate pendenze rende molto godibile l'itinerario, anche per un ginocchio con LCA rotto come il mio. I panorami apprezzabili dai valichi sono eccezionali e i Lacs du Lausfer sono perle blu inserite in castoni di pietra. I sentieri così aerei, ma mai troppo pericolosi, danno quel brivido vertiginoso che rende l'escursione più avventurosa. Dal Colle del Lausfer al parcheggio c'è voluta neanche 1 ora e mezza, senza fretta e con tante foto.

agdag

venerdì 02 agosto 2013

[ 94.81.*.*]

Data escursione: 01/08/2013. Due anni fa a settembre erano rimasti soltanto i quattro laghi principali. Questa volta, a causa del lungo inverno, si vedevano sul percorso altri 6/7 laghetti. Addirittura c'erano alcuni tratti di neve da attraversare tra Passo Tesina e Colle Saboulè, nei quali prestare molta attenzione a non scivolare giù. Anche questa volta ci abbiamo messo poco più di 3:30' per l'interno anello, senza fretta e con tante pause foto, esclusa una lunga pausa pranzo. Da ri-ri-fare..

gianni

giovedì 08 agosto 2013

[ 79.25.*.*]

data escursione: 05/08/2013_ Itinerario molto facile e godibile, ideale per una uscita fisicamente poco impegnativa ma di sicuro fascino e divertimento. Confermo quanto sopra riportato a proposito di neve da attraversare (senza difficoltà) prima della casermetta di passo Sabouluè. Abbiamo avuto inoltre la fortuna di avvistare in questa zona un gruppo di stambecchi, presenza che gente del posto ci ha confermato essere non frequente. La parte attrezzata (fune e catena) non presenta difficoltà.

Laura

domenica 31 agosto 2014

[ 83.224.*.*]

Data escursione: 28 Agosto 2014. Escursione fatta nel senso inverso a quello descritto. I panorami sono spettacolari, nessun problema nel tratto con passerella, un pò esposto quello dopo il colle Saboulè verso il Lago sup. del Lausfer. Avvistato uno stambecco prima del Colle di Sant'Anna e molti rapaci al colle del Lausfer. Giro completato in 5 ore con pausa pranzo e tante foto.

MICHELA

lunedì 10 ottobre 2016

[ 5.198.*.*]

DATA ESCURSIONE: 8/8/2016 Itinerario ad anello molto appagante, con dislivello contenuto e possibilità di ammirare tanti laghi e laghetti e quattro colli e bei panorami. Lo abbiamo percorso in senso inverso a quello descritto

stelline2

mercoledì 16 agosto 2017

[ 176.65.*.*]

13/08/2017 - Bellissima escursione che parte dal Santuario presso la Roccia dell'Apparizione. E' un anello con poco dislivello ma molto panoramico, alcuni tratti un po' esposti. Il tempo nuvoloso ci ha accompagnati senza accaldarci troppo. Belli i laghi e tanta gente incontrata lungo il tragitto. Giornata trascorsa con marito e figlie.

domenico

venerdì 18 agosto 2017

[ 79.44.*.*]

Ottima descrizione del percorso, noi l'abbiamo fatto all'inverso così al pomeriggio abbiamo camminato all'ombra; con picnic e tante foto circa 5 orette.

Luca Andrea e Silvio

mercoledì 08 agosto 2018

[ 79.30.*.*]

Anello gradevole e molto panoramico, descrizione perfetta.

Commenta l'itinerario 12.07

6 - Il Santuario di Sant'Anna di Vinadio (2012)
6 - Il Santuario di Sant'Anna di Vinadio (2012)
9 - Il Lago di Sant'Anna (2013)
9 - Il Lago di Sant'Anna (2013)
11 - Il panoramico sentiero che porta al Colle Saboulè (2013)
11 - Il panoramico sentiero che porta al Colle Saboulè (2013)
12 - L'alto Vallone di Tesina dal Colle Saboulè. In primo piano la Casermetta Passo Lausfer settentrionale, a presidio del valico (2013)
12 - L'alto Vallone di Tesina dal Colle Saboulè. In primo piano la Casermetta Passo Lausfer settentrionale, a presidio del valico (2013)
15 - Il caratteristico intaglio roccioso attraversato dal sentiero (2013)
15 - Il caratteristico intaglio roccioso attraversato dal sentiero (2013)
1 - Il porticato del Santuario di Sant'Anna (2000)
1 - Il porticato del Santuario di Sant'Anna (2000)
17 - Il Lac du Lausfer superieur (2013)
17 - Il Lac du Lausfer superieur (2013)
2 - La tortuosa rotabile che scende dal Passo di Sant'Anna. In basso, il Lago del Colle di Sant'Anna (2003)
2 - La tortuosa rotabile che scende dal Passo di Sant'Anna. In basso, il Lago del Colle di Sant'Anna (2003)
8 - La statua di Sant'Anna alla Roccia dell'Apparizione (2013)
8 - La statua di Sant'Anna alla Roccia dell'Apparizione (2013)
4 - Sassifraga florulenta (<i>Saxifraga florulenta</i>) in fiore (2003)
4 - Sassifraga florulenta (Saxifraga florulenta) in fiore (2003)
10 - Al Passo di Tesina (2013)
10 - Al Passo di Tesina (2013)
5 - Il Santuario di Sant'Anna di Vinadio (2007)
5 - Il Santuario di Sant'Anna di Vinadio (2007)
13 - I Lacs du Lausfer inferieurs (2013)
13 - I Lacs du Lausfer inferieurs (2013)
3 - Il Passo di Sant'Anna (2003)
3 - Il Passo di Sant'Anna (2003)
14 - Al Colle del Lausfer; a sinistra, i resti della stazione di arrivo della teleferica Passo del Lausfer (2013)
14 - Al Colle del Lausfer; a sinistra, i resti della stazione di arrivo della teleferica Passo del Lausfer (2013)
16 - La rotabile ex militare proveniente da Sant'Anna di Vinadio (2013)
16 - La rotabile ex militare proveniente da Sant'Anna di Vinadio (2013)
7 - Il Santuario di Sant'Anna dalla sterrata per il Passo di Sant'Anna (2012)
7 - Il Santuario di Sant'Anna dalla sterrata per il Passo di Sant'Anna (2012)
×