Itinerario 12.19

12.19 Colle Valcavera - Colle Serour - Colle Moura delle Vinche

Colle Valcavera (2394 m) - Colle Serour (2430 m) - Colle Moura delle Vinche (2435 m)

+321 / -280

Dislivello [m]

2:25

Tempo [h:mm]

7460

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

'Il sentiero dei fiori', così è conosciuto questo agevole quanto panoramico percorso che si snoda per buona parte nell'alto Vallone dell'Arma. In primavera inoltrata, con lo sciogliersi delle nevi, le praterie attraversate dal sentiero si ricoprono di gigli, anemoni, tulipani, orchidee ed altre rarità botaniche.

A Da Colle Valcavera (2394 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Colle Serour (2430 m) +301 / -265
(+585 / -585)
2:20
(4:35)
7120
(14240)
E -
C Colle Moura delle Vinche (2435 m) +321 / -280
(+601 / -601)
2:25
(4:45)
7460
(14920)
E -

Il sentiero (segnavia P46, erroneamente indicato P12 su alcune paline) 3 taglia a mezzacosta con comodo percorso i pendii prativi, intervallati da qualche colata di detriti, del Monte Ruissias.

Il sentiero descritto, noto anche come "Lou viol d'es fiour" (il "Sentiero dei Fiori"), è anche segnalato come "Percorso naturalistico". Sebbene il "percorso naturalistico" si limiti alla presenza due paline segnaletiche, invero anche malandate, è indubbio l'interesse di questo itinerario se percorso nel periodo della fioritura primaverile 5681011, dove si possono incontrare una infinità di specie, alcune anche abbastanza rare, dagli anemoni 4 ai tulipani 1, dalle orchidee 2 ai gigli 12. Inutile ricordare che, divieti vigenti o meno, è sempre meglio lasciare i fiori al loro posto...

[-]

Arrivati ad aggirare un costone prativo, il sentiero piega deciso a S e lambisce il soprastante Passo d'Eguiette (o Passo Guiette, secondo alcuna cartografia), ove si trovano i ruderi di una truna 7 e dal quale si gode di ottimo panorama 15. Ripreso il cammino verso E traversando il lieve discesa le ripide pendici del Monte Omo, si supera uno sperone roccioso (un breve tratto attrezzato con una catena appare davvero eccessivo, almeno in assenza di neve) per poi continuare fino alla displuviale prativa con il Vallone Serour. Quasi invertendo la direzione di marcia si punta ora verso SO 9, scendendo con ampi tornanti in un ambiente tipicamente carsico per contornare le frastagliate Rocce Serour.
Raggiunto l'impluvio del Vallone Serour 14, si trascurano una prima labile traccia che sale sulla destra al Colle Salè e, poco dopo, una seconda traccia che scende sulla sinistra ad una piccola baracca. Ripreso per breve tratto il percorso in costa, si aggirano le pendici del Monte Salè per incominciare a risalire con comodi tornanti tra arrotondati pendii erbosi. Si entra così in un anfiteatro di magra erba e fini sfasciumi, che si percorre con un lungo traverso a semicerchio verso sinistra. Pochi metri a valle della displuviale, una diramazione a destra conduce al Colle Serour 16, raggiunto anche dal sentiero principale con percorso più lungo di qualche decina di metri. In ogni caso, lungo la displuviale si incontra un sentiero segnalato: trascurato il ramo di destra che scende nel sottostante Vallone degli Spagnoli al Gias Salè e al Rifugio Don Martini, si prosegue a sinistra (segnavia P12). Varcata la linea spartiacque, un breve tratto in leggero saliscendi conduce al vicino Colle Moura delle Vinche 1713.

Carta schematica - Itinerario 12.19

Mappa su base CTR Piemonte

Accessi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Stura fino a Demonte. Verso la fine del paese, si imbocca il bivio a destra per S. Giacomo ed il Vallone dell'Arma. Si sale per circa 25km la stretta strada asfaltata che raggiunge i 2394 metri del Colle Valcavera. Al colle, proprio in corrispondenza del bivio per il Colle della Bandia, si lascia l'auto nei piccoli slarghi disponibili. Percorsi pochi metri in direzione del Colle della Bandia, si incontra sulla sinistra l'inizio del sentiero.

Note

--

Pernottamento

--

Cartografia

--

Ultimo aggiornamento

Estate 2012

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 12.19

Non sono presenti commenti per questo itinerario.

Commenta l'itinerario 12.19

14 - La Rocca di Salè (2007)
14 - La Rocca di Salè (2007)
16 - Il Colle Serour (2012)
16 - Il Colle Serour (2012)
11 - Paradisia, Giglio di monte (<i>Paradisea liliastrum</i>) (2007)
11 - Paradisia, Giglio di monte (Paradisea liliastrum) (2007)
5 - Senecio capitato (<i>Tephroseris capitata</i>) (2007)
5 - Senecio capitato (Tephroseris capitata) (2007)
6 - Stella Alpina (<i>Leontopodium alpinum</i>) (2007)
6 - Stella Alpina (Leontopodium alpinum) (2007)
7 - Truna al Passo d'Eguiette (2007)
7 - Truna al Passo d'Eguiette (2007)
9 - Il Monte Salè a sinistra, e la Rocca di Salè a destra, alla testata del Vallone Serour (2007)
9 - Il Monte Salè a sinistra, e la Rocca di Salè a destra, alla testata del Vallone Serour (2007)
12 - Giglio di San Giovanni (<i>Lilium bulbiferum</i>) (2007)
12 - Giglio di San Giovanni (Lilium bulbiferum) (2007)
13 - (<i> </i>) (2007)
13 - ( ) (2007)
15 - La Rocca di Salè ed il sottostante Vallone degli Spagnoli dai pressi del Passo d'Eguiette (2007)
15 - La Rocca di Salè ed il sottostante Vallone degli Spagnoli dai pressi del Passo d'Eguiette (2007)
1 - Tulipano montano (<i>Tulipa australis</i>) (2007)
1 - Tulipano montano (Tulipa australis) (2007)
4 - Anemone (<i>Anemone narcissiflora</i>) (2007)
4 - Anemone (Anemone narcissiflora) (2007)
2 - Nigritella (<i>Nigritella nigra</i>) (2007)
2 - Nigritella (Nigritella nigra) (2007)
10 - Centaurea (<i>Centaurea sp.</i>) (2007)
10 - Centaurea (Centaurea sp.) (2007)
17 - Al Colle Moura delle Vinche (2012)
17 - Al Colle Moura delle Vinche (2012)
3 - Il Becco Grande dal Colle Valcavera (2007)
3 - Il Becco Grande dal Colle Valcavera (2007)
8 - Astro delle Alpi (<i>Aster alpinus</i>) (2007)
8 - Astro delle Alpi (Aster alpinus) (2007)
×