Itinerario 12.15

12.15 Argentera - Lago superiore di Roburent - Colle di Roburent

Argentera (1680 m) - La Tinetta (2021 m) - Lago inferiore di Roburent (2333 m) - Lago mediano di Roburent (2355 m) - Lago superiore di Roburent (2430 m) - Colle di Roburent (2502 m)

+902 / -80

Dislivello [m]

3:00 - 3:25

Tempo [h:mm]

6751

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Una ripida salita iniziale, invero abbastanza faticosa e con tratti dalle pendenze sostenute, conduce nel Vallone di Roburent, sede di numerosi laghi che si incontrano in successione. Il più scenografico di questi è sicuramente il lago superiore, con la sua caratteristica penisola, i verdi pascoli che lo circondano ed un caratteristico torrione roccioso che lo sovrasta.

Profilo altimetrico - Itinerario 12.15
A Da Argentera (1680 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B La Tinetta (2021 m) +341 / -0
(+341 / -341)
0:55 - 1:05
(1:30 - 1:45)
1353
(2706)
E P41
C Lago inferiore di Roburent (2333 m) +710 / -57
(+767 / -767)
2:15 - 2:30
(3:50 - 4:20)
4400
(8800)
E P41
D Lago superiore di Roburent (2430 m) +819 / -69
(+888 / -888)
2:40 - 3:00
(4:30 - 5:05)
5477
(10954)
E P41
E Colle di Roburent (2502 m) +902 / -80
(+982 / -982)
3:00 - 3:25
(5:15 - 5:55)
6751
(13502)
E P41

A discapito della (datata) segnaletica verticale presso la Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo 15, conviene iniziare l'escursione di fronte al cimitero di Argentera (1680 m). Una mulattiera inerbita sale davanti al cimitero, passa alle spalle della chiesa e raggiunge il bivio a destra con il sentiero per i Laghi di Roburent (segnavia P41).
Il sentiero si innalza subito assai ripido 73, tra qualche larice e qualche pino montano. Ben presto si entra in un bel boschetto di pini, dove la salita prosegue sempre assai sostenuta con lunghi traversi intervallati da alcuni tornanti. Giunti a scollinare in località "La Tinetta" (2021 m, 0:55 - 1:05 ore da Argentera) 8, si entra nel Vallone di Roburent, dove finalmente il sentiero spiana.
Un bel tratto a mezzacosta su pendii prativi, lungo il versante destro orografico del vallone, consente di godersi la bella cascatella che gorgheggia in una piccola gola sul versante opposto. Giunti ad un primo ripiano pascolivo, si riprende a salire lungo un valloncello che adduce ad una seconda, ben più ampia, conca pascoliva, all'imbocco della quale si trovano due edifici di un gias (uno dei quali di recente costruzione).
Con un ampio semicerchio verso destra e qualche saliscendi si contorna l'intera conca e ci si sposta sul versante sinistro orografico del vallone 9. Si costeggia una breve ma profonda gola, si guada il Rio Roburent proprio nei pressi della sorgente da cui origina, e si riprende la ripida salita, ora su terreno detritico ma comunque agevole. Il sentiero rimonta un comodo canale e valica il colletto che adduce al Lago inferiore di Roburent (2333 m, 1:20 - 1:25 ore da La Tinetta) 410.
Subito prima del lago si ignora a destra una traccia poco evidente per il Passo Peroni, mentre proprio alla fine del lago si incontra un ulteriore bivio, anche questo non segnalato, sulla sinistra.

Il sentiero di sinistra si ricongiunge a quello principale poco prima del Lago superiore di Roburent. Può essere utilizzato come alternativa per il ritorno come descritto più sotto.

Si ignora la diramazione, tenendosi sul sentiero principale, che guadagna quota con una breve impennata e conduce al Lago mediano di Roburent (2355 m) 5.
Dopo un breve traverso su pietrame 6, seguito da un piacevole percorso tra verdi prati, si arriva infine allo splendido Lago superiore di Roburent (2430 m, 0:25 - 0:30 ore dal Lago inferiore di Roburent) 161114. Il sentiero contorna per intero la sponda orientale del lago, attraversando anche i ruderi di numerose "trune", vecchi ricoveri militari in pietra 2.
Al termine dell'ampio specchio d'acqua, una moltitudine di tracce s'innalza verso nord sul ripido pendio inerbito. Non è facile capire quale sia il sentiero principale e quali le scorciatoie; giunti comunque alla sommità del pendio, si lascia a destra il sentiero per il Colle della Scaletta (segnavia S10) e si prosegue quasi in piano verso nord-ovest (bei panorami alle spalle sul Lago superiore di Roburent).
Attraverso belle praterie alpine si giunge così al vicino Colle di Roburent (2502 m, 0:20 - 0:25 ore dal Lago superiore di Roburent) agevole depressione che curiosamente si allunga a cavallo dello spartiacque per molte centinaia di metri.

Spostato poco a sinistra del sentiero si trova un vecchio termine di confine 13, risalente agli inizi dell'Ottocento, posizionato probabilmente nel punto di massima depressione del valico.

Dalla palina segnavia posta sul colle, è consigliabile proseguire innanzi ancora per alcuni minuti, fino ad affacciarsi sulla bella conca sede del Lac de l'Oronaye 12.

Per il rientro ad Argentera, è possibile compiere l'intero percorso a ritroso o seguire, fino al Lago inferiore di Roburent, due sentieri alternativi meno battuti e non segnalati (ma piuttosto evidenti). Se ne riporta per completezza la descrizione.
Ridiscesi dal colle al Lago superiore di Roburent, si segue il sentiero che ne costeggia la sponda occidentale. Superato il lago, ci si addentra in una appartata valletta, poi si rimonta verso sinistra fino a valicare un colletto ai piedi dell'imponente torrione che domina il lago stesso. Puntando a nord, quasi a ritroso, il sentiero ridiscende fin sul percorso principale.
Si va a destra, ma solo per una cinquantina di metri, poi si imbocca il sentiero che si stacca a destra. Il sentiero, dal fondo prevalentemente detritico, corre parallelo al percorso principale, tenendosi tuttavia più in quota ed offrendo viste davvero accattivanti sui laghi mediano e inferiore. Giunti all'altezza del Lago inferiore di Roburent, una breve ma assai ripida discesa su pietrisco (prestare un pizzico di attenzione) riporta definitivamente sul percorso principale.

Carta schematica - Itinerario 12.15

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Stura di Demonte fino ad Argentera. Pochi metri prima di entrare in paese (prima del semaforo) si trova un piccolo posteggio a sinistra della carreggiata.

Note

Il Vallone di Roburent è adibito al pascolo ovi-caprino: in estate è facile incontrare greggi di dimensioni davvero notevoli. Queste allietano sicuramente l'escursione se incontrate lungo il cammino, un po' meno se incontrate durante la sosta presso uno dei laghi. Si raccomanda cautela con i cani da guardianìa.

Pernottamento

--

Cartografia

[Fra n.13] [AsF n.6 e n.7] [IGC n.111 e n.112] [IGC n.7]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2018

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 12.15

agdag

venerdì 21 agosto 2009

[ 94.81.*.*]

Data escursione: 20/08/2009. Tragitto veramente bello e laghi eccezionali. Il secondo lago inferiore ha un colore verde-azzurro mozzafiato. La fatica più grande la si fa nel tratto tra Argentera e la Tinetta: all'andata a causa della ripidità e al ritorno per via della costante esposizione al sole dopo 2 ore e mezza di cammino. La vista più bella è tra il Colle e il Lago superiore. Complimenti per le indicazioni accurate.

Valerio79

domenica 27 giugno 2010

[ 84.223.*.*]

Itinerario molto bello, merita per la vista dei laghi mediano e inferiore. Grazie all'esposizione a sud oggi 27 giugno 2010 permette un escursione piena di fiori, a 2500m e senza neve sul sentiero. Un saluto

silvia83

martedì 23 agosto 2011

[ 94.161.*.*]

17/08/11 nella parte iniziale il percorso per i laghi è un pò franato, purtroppo sono tornata indietro. Se avessi continuato la situazione sarebbe stata migliore? Anche gli altri escurionisti sono tornati indietro. Grazie

Commenta l'itinerario 12.15

16 - Il Lago superiore di Roburent (2018)
16 - Il Lago superiore di Roburent (2018)
12 - Il Lac de l'Oronaye (2018)
12 - Il Lac de l'Oronaye (2018)
10 - Il Lago inferiore di Roburent (2018)
10 - Il Lago inferiore di Roburent (2018)
9 - Il Vallone di Roburent (2018)
9 - Il Vallone di Roburent (2018)
8 - La località 'La Tinetta', porta di accesso al Vallone di Roburent (2018)
8 - La località 'La Tinetta', porta di accesso al Vallone di Roburent (2018)
7 - I resti dei terrazzamenti sopra ad Argentera (2018)
7 - I resti dei terrazzamenti sopra ad Argentera (2018)
3 - L'alta Valle Stura dal sentiero che sale ai Laghi di Roburent (2003)
3 - L'alta Valle Stura dal sentiero che sale ai Laghi di Roburent (2003)
5 - Il Lago mediano di Roburent; in alto a destra si vede l'intaglio di Passo Peroni (2003)
5 - Il Lago mediano di Roburent; in alto a destra si vede l'intaglio di Passo Peroni (2003)
14 - Nuvole riflesse nel Lago superiore di Roburent (2018)
14 - Nuvole riflesse nel Lago superiore di Roburent (2018)
2 - Le 'Trune', sulle sponde del Lago superiore di Roburent (1997)
2 - Le 'Trune', sulle sponde del Lago superiore di Roburent (1997)
15 - La Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo ad Argentera (2018)
15 - La Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo ad Argentera (2018)
6 - <i>Cerastium latifolium</i> (2003)
6 - Cerastium latifolium (2003)
11 - Il Lago superiore di Roburent (2018)
11 - Il Lago superiore di Roburent (2018)
13 - Termine di confine ottocentesco al Colle di Roburent (2018)
13 - Termine di confine ottocentesco al Colle di Roburent (2018)
4 - Il Lago inferiore di Roburent (2003)
4 - Il Lago inferiore di Roburent (2003)
1 - Panorama sulle Alpi Marittime dai pressi del Colle di Roburent (1997)
1 - Panorama sulle Alpi Marittime dai pressi del Colle di Roburent (1997)
×