Itinerario 12.10

12.10 Vallone dell'Ischiator, posteggio q.1638 - Rifugio Migliorero - Lago superiore dell'Ischiator

Vallone dell'Ischiator, posteggio q.1638 (1638 m) - Rifugio Migliorero (2094 m) - Lago inferiore dell'Ischiator (2069 m) - Laghi mediani dell'Ischiator (2384 m) - Lago superiore dell'Ischiator (2732 m)

+1119 / -25

Dislivello [m]

3:50 - 4:05

Tempo [h:mm]

-

Distanza [m]

E/EE 

Difficoltà

Tipologia

Dopo una salita un po' monotona, il percorso diventa assai affascinante con l'ampio fondovalle pascolivo che precede il Rifugio Migliorero, adagiato su un mammellone roccioso di fronte al Lago inferiore dell'Ischiator. Una salita più faticosa e in ambiente detritico conduce fino al lago superiore, di colore azzurro intenso, circondato da numerose cime rocciose di oltre tremila metri.

A Da Vallone dell'Ischiator posteggio q.1638 (1638 m) a: Dislivello [m]
(andata e ritorno)
Tempo [h:mm]
(andata e ritorno)
Distanza [m]
(andata e ritorno)
Difficoltà Segnavia
B Rifugio Migliorero (2094 m) +456 / -0
(+456 / -456)
1:30 - 1:45
(2:45 - 3:05)
4504
(9008)
T P26
C Lago inferiore dell'Ischiator (2069 m) +456 / -25
(+481 / -481)
1:35 - 1:50
(2:55 - 3:15)
4805
(9610)
T P26
D Lago superiore dell'Ischiator (2732 m) +1119 / -25
(+1144 / -1144)
3:50 - 4:05
(7:35)
-
(-)
E/EE P26

(1) E/EE dai Laghi mediani dell'Ischiator al Lago superiore dell'Ischiator.

Dal posteggio nel Vallone dell'Ischiator, q.1638 si raggiunge il Rifugio Migliorero 11 in comune con l'Itinerario 12.39.
Tornati sui propri passi fino all'ultimo bivio incontrato, si svolta a sinistra (sempre segnavia P26) per scendere al vicinissimo Lago inferiore dell'Ischiator (2069 m, 0:05 ore dal Rifugio Migliorero) 3.
Il sentiero passa sul lembo di pietre e terra che di fatto divide il lago in due bacini e subito si biforca: si lascia a sinistra il ramo per il Passo di Laroussa (segnavia P24) e si svolta a sinistra per il Lago superiore dell'Ischiator (segnavia P26).
Il sentiero si inerpica deciso con ampi tornanti lungo il pendio detritico inerbito 4; dopo un lungo traverso si trascura sulla destra il bivio per il Becco Alto dell'Ischiator e si prosegue sul segnavia P24. Alcuni stretti tornanti portano ad attraversare l'emissario dei laghi mediani e quindi a raggiungere la conca detritica dei Laghi mediani dell'Ischiator (2384 m) 567.
Il sentiero passa in mezzo ai due laghi e sale assai ripido nella pietraia; della mulattiera ex-militare che risaliva il pendio non restano che poche tracce, sostituite spesso da un ripido sentierino. Un passaggio obbligato (necessario aiutarsi con le mani) supera alcune balze rocciose e porta in una conca detritica, che si aggira sul suo versante sinistro orografico (passando a destra di una serie di levigate placche rocciose).
Un ripido tratto permette di superare quest'ultima balza e di incontrare la mulattiera ex-militare che, per quanto malridotta, nel suo incedere segue un percorso meno ripido. La mulattiera conduce fin sopra la spalla che chiude a valle il Lago superiore dell'Ischiator (2732 m, 2:15 dal Lago inferiore dell'Ischiator) 98.

Poco a monte del Lago superiore, ove ha termine la vecchia mulattiera ex-militare, si trovano i resti di alcune trune 10, piccoli edifici destinati al ricovero della guarnigione schierata a difesa dei colli circostanti.

[-]

Carta schematica - Itinerario 12.10

Mappa su base CTR Piemonte

Accessi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Stura fino a Pianche, poco oltre Vinadio. A Pianche si prende il bivio a sinistra per Bagni di Vinadio, dove si prosegue a destra per Besmorello. Oltre la minuscola borgata ha inizio una sterrata con fondo discreto che si addentra nel Vallone dell'Ischiator. Passato un ponte in muratura, il Ponte del Medico, dove si trova un primo posteggio, si ignora a destra la diramazione per le case Luca e si sale ancora per due tornanti. Qui si trova un secondo posteggio per alcune auto e una catena che impedisce la prosecuzione alle autovettura private (circa 4 km, di cui 1,5 di strada sterrata, da Bagni di Vinadio).

Note

Il tratto tra i Laghi mediani ed il Lago superiore si svolge su detriti e sfasciumi, e presenta un passaggio obbligato per superare alcune roccette. E' possibile incontrare neve anche in estate. Per questi motivi si sconsiglia in caso di maltempo.

Pernottamento

--

Cartografia

[Fra n.13] [AsF n.6] [IGC n.7]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2005

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 12.10

Valerio79

domenica 31 luglio 2011

[ 79.41.*.*]

Ora la strada è asfaltata quasi fino al ponte del medico. Da lì si raggiungono i laghi mediani con la caratteristica forma a cuore in circa 2h15. Fino a quel punto gita totalmente priva di difficoltà. consiglio decisamente.

Klaud76

venerdì 24 agosto 2012

[ 79.11.*.*]

Gita fatta il 17 agosto, arrivato fino al lago superiore dell'Ischiator, nessuna difficoltà nemmeno a superare la balza rocciosa. Molto belli tutti i laghi. Segnalo solo che prima di arrivare al ponte in muratura c'è un bel pezzo di strada sterrata.

lorenzo72

mercoledì 02 luglio 2014

[ 95.249.*.*]

Itinerario fatto il 1 luglio 2014, ma solo fino ai laghi di mezzo perché c'è ancora troppa neve per proseguire, almeno per me! Le indicazioni sono chiarissime e facili da seguire, bella gita! Il gestore del rifugio mi ha segnalato un sentiero alternativo per la discesa che si ricongiunge al principale attraversando la cascata su un ponticello molto suggestivo!

silvio andrea e luca

giovedì 17 agosto 2017

[ 79.50.*.*]

Gita tranquilla ma sempre bella non siamo però arrivati fino al lago superiore

Marty94

lunedì 09 ottobre 2017

[ 62.18.*.*]

9.10.17 Bellissima giornata di sole. Partita dal ponte medico ho raggiunto il rifugio ormai chiuso, breve pausa per poi riprendere la via per i laghi mediani e in seguito il superiore, prosciugato. Ho provato a continuare per raggiungere il passo dell' Ischiator ma la pietraia era molto scivolosa per via del ghiaccio formatosi di notte e inoltre non sono riuscita a seguire tacche e omini, quindi ho desistito e sono ridiscesa. Peccato, avrei sbirciato volentieri i laghi Rabuons in Francia!

Commenta l'itinerario 12.10

1 - Giochi d'acqua nel Vallone dell'Ischiator (2001)
1 - Giochi d'acqua nel Vallone dell'Ischiator (2001)
2 - Giochi d'acqua nel Vallone dell'Ischiator (2001)
2 - Giochi d'acqua nel Vallone dell'Ischiator (2001)
6 - I due Laghi mediani dell'Ischiator (2005)
6 - I due Laghi mediani dell'Ischiator (2005)
8 - Il Vallone dell'Ischiator dai pressi del Lago superiore dell'Ischiator(2005)
8 - Il Vallone dell'Ischiator dai pressi del Lago superiore dell'Ischiator(2005)
3 - La dorsale che scende da Punta Gioffredo si specchia nel Lago inferiore dell'Ischiator (2005)
3 - La dorsale che scende da Punta Gioffredo si specchia nel Lago inferiore dell'Ischiator (2005)
10 - Resti di una truna nei pressi del Lago superiore dell'Ischiator(2005)
10 - Resti di una truna nei pressi del Lago superiore dell'Ischiator(2005)
9 - Il Lago superiore dell'Ischiator; sullo sfondo a destra la Cima del Corborant, a sinistra il Gendarme del Corborant (2005)
9 - Il Lago superiore dell'Ischiator; sullo sfondo a destra la Cima del Corborant, a sinistra il Gendarme del Corborant (2005)
11 - Il Rifugio Migliorero (2019)
11 - Il Rifugio Migliorero (2019)
4 - Il Lago inferiore dell'Ischiator, ormai diviso in due laghetti (2005)
4 - Il Lago inferiore dell'Ischiator, ormai diviso in due laghetti (2005)
7 - Il primo dei due Laghi mediani dell'Ischiator (2005)
7 - Il primo dei due Laghi mediani dell'Ischiator (2005)
5 - Il primo dei due Laghi mediani dell'Ischiator che si incontra salendo; sullo sfondo, le Cime d'Ischiator (2005)
5 - Il primo dei due Laghi mediani dell'Ischiator che si incontra salendo; sullo sfondo, le Cime d'Ischiator (2005)
×