Itinerario 12.39

12.39 Vallone dell'Ischiator, q.1638 - Rifugio Migliorero - Cascata del Pisciai - Vallone dell'Ischiator, q.1638

Vallone dell'Ischiator, q.1638 (1638 m) - Rifugio Migliorero (2094 m) - Cascata del Pisciai (1809 m) - Vallone dell'Ischiator, q.1638 (1638 m)

+463 / -463

Dislivello [m]

2:40 - 3:05

Tempo [h:mm]

8744

Distanza [m]

Difficoltà

Tipologia

Dopo una salita un po' monotona, ravvivata dallo spettacolare passaggio ai piedi della Cascata del Pisciai, il percorso diventa assai affascinante con l'ampio fondovalle pascolivo che precede il Rifugio Migliorero, adagiato su un mammellone roccioso di fronte al Lago inferiore dell'Ischiator.

Profilo altimetrico - Itinerario 12.39
A Da Vallone dell'Ischiator q.1638 (1638 m) a: Dislivello [m] Tempo [h:mm] Distanza [m] Difficoltà Segnavia
B Rifugio Migliorero (2094 m) +456 / -0 1:30 - 1:45 4504 T P26
C Cascata del Pisciai (1809 m) +458 / -287 2:15 - 2:35 7201 E P26 » P26A
D Vallone dell'Ischiator q.1638 (1638 m) +463 / -463 2:40 - 3:05 8744 E P26

Sopra l'abitato di Besmorello si trova una delle sorgenti di una nota acqua minerale, i cui stabilimenti si trovano ben più a valle, in frazione Roviera presso Vinadio. Le virtù di queste acque, particolarmente pure e leggere, sono note e decantate già dal XVI secolo.

[-]

Dal posteggio nel Vallone dell'Ischiator, q.1638 si segue la strada sterrata (segnavia P26) che si allunga verso ovest sul versante sinistro orografico del vallone, tra detriti e rada vegetazione (maggiociondolo, sorbo, ciliegio, salicone, acero).
La strada s'innalza quindi con sei lunghi tornanti: in corrispondenza del secondo verso destra, all'altezza della Cascata del Pisciai, si ignora a sinistra il cosiddetto "Sentiero Whymper", (segnavia P26A), che verrà utilizzato per il ritorno.

I lunghi tornanti della strada sterrata sono sovente tagliati da scorciatoie. Se ne riporta la descrizione per completezza, ma il consiglio è sempre quello di evitare di percorrerle per ridurre i fenomeni di erosione del suolo.
Una cinquantina di metri dopo il primo tornante verso destra dalla partenza, si stacca a sinistra un sentiero che sale ripido lungo il pendio e si riunisce alla sterrata, in corrispondenza di un tornante verso destra. Qui, sulla sinistra, si imbocca il "Sentiero Whymper" (vedi sotto), che conduce alla Cascata del Pisciai, e lo si abbandona subito per seguire la traccia verso destra che si inerpica a fianco di rocce montonate. Tornati sulla sterrata, al successivo tornante verso destra si prende l'ennesimo sentierino che si stacca a sinistra e si ricongiunge definitivamente alla sterrata poco sopra.

Il sentiero è intitolato al cavallo che, per anni, ha rifornito di viveri il Rifugio Migliorero seguendo proprio questo tracciato.
A poche decine di metri dal tornante della strada, il sentiero passa ai piedi della spettacolare Cascata del Pisciai sfruttando una passerella in legno per superare l'impetuoso rio: il suggerimento è di verificare le condizioni della passerella durante la salita al rifugio, onde trovarla impraticabile durante il rientro (vedi anche le Note a fondo pagina).
Per chi invece non ha intenzione di compiere l'intero anello, la deviazione fino alla cascata è obbligatoria comunque.

La sterrata si affaccia infine sulla splendida conca pascoliva che si apre nel Vallone dell'Ischiator, quasi un piccolo altopiano caratterizzato da arrotondate ondulazioni. Qui, appena oltre un ponte in cemento che scavalca il Rio Ischiator, si abbandona la strada per il sentiero che si stacca sulla destra. Il sentiero sfila ai piedi di una recente malga, prosegue quasi in piano tra il margine del lariceto e il corso d'acqua appena attraversato e infine si ricongiunge alla carrareccia.
Poco oltre, intorno a quota 1970, un ponticello in legno sulla destra 2 consente di tornare senza difficoltà sulla sponda sinistra idrografica, mentre la strada guada a raso il Rio Ischiator.
Tornati sulla rotabile, si lascia a destra il poco evidente sentiero per la Comba Gias Verde e si incomincia una più ripida rampa. Quando, con una svolta a sinistra, la strada guada nuovamente il Rio Ischiator, ci si tiene sul sentiero che si stacca a destra 37.
Ci s'innalza abbastanza decisi tra erba e detriti a fianco del mammellone roccioso che ospita il rifugio, si lascia a destra il bivio per il Passo di Rostagno (segnavia P27) e subito dopo si attraversa ancora il Rio Ischiator su una passerella in legno.
Ci si ricongiunge così un'ultima volta alla sterrata, che si segue verso destra. Si lascia a destra il sentiero che scende al vicino Lago inferiore dell'Ischiator 95 e si raggiunge il Rifugio Migliorero (2094 m, 1:30 - 1:45 ore dal posteggio nel Vallone dell'Ischiator, q.1638) 18.

Ai lati del rifugio sono ben visibili due Opere del Vallo Alpino, facenti parte dello sbarramento dell'Ischiator: l'Opera 154 bis sul versante destro orografico, e l'Opera 154 ter 4, poco più in alto, sul versante sinistro orografico. Entrambe erano Opere di tipo '7000' poi ampliate ad Opere di tipo '15000'. I malloppi di ciascuna opera, con mascheratura in pietra, erano armati con due mitragliatrici installate su piastra di protezione piana.

[Valle Stura Fortificata]

Per il rientro è possibile compiere un breve anello. Dal rifugio si ridiscende sull'ampia conca pascoliva fino al ponticello in legno, circa a quota 1970, che porta sulla destra idrografica del Rio Ischiator. Poco più avanti si lascia a sinistra il sentiero utilizzato in salita e ci si tiene sulla carrareccia.
La strada, con qualche saliscendi, lascia a destra una pista sterrata per una baita, quindi stacca ancora a destra il sentiero per il Vallone inferiore dell'Alpette e il Monte Seita e passa a monte della malga già incrociata all'andata.
Quando la strada svolta bruscamente a sinistra, si imbocca a destra il già citato "Sentiero Whymper" (segnavia P26A). Con una serie di stretti tornanti, un poco ostacolati dall'erba alta, si scende dalla balza rocciosa, si guada un piccolo rio ed infine si traversa in ripida discesa fino alla Cascata del Pisciai (1809 m, 0:45 - 0:50 ore dal Rifugio Migliorero) 6.
Si attraversa la (precaria) passerella ai piedi della cascata e si perviene, in breve, alla strada sterrata percorsa durante la salita. Scendendo a destra, la rotabile riporta al posteggio nel Vallone dell'Ischiator, q.1638 (1638 m, 0:25 - 0:30 ore dalla Cascata del Pisciai).

Carta schematica - Itinerario 12.39

Scarica la traccia GPS in formato GPX

Mappa su base © OpenStreetMap contributors, SRTM; map style © OpenTopoMap - licenza CC-BY-SA

Accessi

Da Borgo San Dalmazzo si risale la Valle Stura fino a Pianche, poco oltre Vinadio. A Pianche si prende il bivio a sinistra per Bagni di Vinadio, dove si prosegue a destra per Besmorello. Oltre la minuscola borgata ha inizio una sterrata con fondo discreto che si addentra nel Vallone dell'Ischiator. Passato un ponte in muratura, il Ponte del Medico, dove si trova un primo posteggio, si ignora a destra la diramazione per le case Luca e si sale ancora per due tornanti. Qui si trova un secondo posteggio per alcune auto e una catena che impedisce la prosecuzione alle autovettura private (circa 4 km, di cui 1,5 di strada sterrata, da Bagni di Vinadio).

Note

Alla data del rilevamento la passerella che attraversa il Rio Ischiator ai piedi della Cascata del Pisciai era in condizioni piuttosto precarie: si raccomanda prudenza. In caso la passerella cedesse l'attraversamento risulterebbe decisamente più problematico. A chi intende percorrere l'anello, conviene, durante la salita, verificare lo stato della passerella.

Pernottamento

--

Cartografia

[Fra n.13] [AsF n.6] [IGC n.7]
I riferimenti dettagliati alle carte sono disponibili nella sezione Bibliografia.

Ultimo aggiornamento

Estate 2019

QR code

Inquadra il QR code con l'apposita App del tuo telefonino per essere indirizzato a questa pagina web.

QR Code - Itinerario 12.39

agdag

lunedì 28 giugno 2010

[ 94.81.*.*]

Data escursione: 24/06/2010. Giornata poco nuvolosa, quanto basta ad abbellire un paesaggio già molto suggestivo. Sentiero molto facile e panoramico. Le pecore al pascolo vicino alla cascata trasmettevano un gran senso di quiete; il rifugio sul poggio roccioso, di autorità; le cime innevate, di protezione. Fermati sulle rocce al di là del lago inferiore, causa neve. Da qui si gode della vista migliore, col rifugio che si specchia elegante nelle fresche acque del lago. Da rifare in famiglia.

rosy

giovedì 06 ottobre 2011

[ 93.32.*.*]

Oggi 06-10-11 gita a Vinadio, sbagliando incrocio, invece di San Bernolfo siamo andati a Besmorello. Non mi aspettavo una cascata cosi' meravigliosa, la cascata dei Pisciai, percorso facile, segnato benissimo. Ci ritorneremo. Complimenti x il sito Alpi Cunesi.

rosy

domenica 27 novembre 2011

[ 95.244.*.*]

Oggi 27-11-11 siamo tornati a Besmorello dovevo ritornarci prima del grande freddo,..e kmq giornata fredda ma bellissima la cascata dei Pisciai era mezza ghiacciata ,meraviglia..come gita la consiglio a tt ..a proposito c.era già neve...ciao rosy e felix

rosalba

lunedì 29 luglio 2013

[ 37.206.*.*]

Sono salita da sola fino al rifugio migliorero venerdì 26.07.2013. giornata spettacolare, percorso assolutamente fattibile e frequentato anche in settimana, sentiero ben segnalato e paesaggio da godere soprattutto da metà strada in poi. nota: questo sito è decisamente funzionale e fonte di tante informazioni oltrechè di ispirazione per escursionisti esperti e non. grazie.

rosy

giovedì 17 luglio 2014

[ 87.8.*.*]

giovedi 17-07-2014 gita in mtb, partenza da Vinadio arrivo al rifugio Migliorero. bellissima gita e altrettanto la giornata tutto in fiore, i gestori del rifugio cordiali, e simpatici una bella coppia ...alla prox gita

Em1977

sabato 17 agosto 2019

[ 5.170.*.*]

Siamo saliti dal sentiero Whymper con qualche difficoltà (sentiero stretto e qualche piccolo guado) sulla destra orografica, il rientro dalla strada sterrata è stato più agevole. Cascata del Pisciai, Rifugio Migliorero e lago in forma smagliante!

Commenta l'itinerario 12.39

2 - Il ponticello in legno che valica il Rio Ischiator (2005)
2 - Il ponticello in legno che valica il Rio Ischiator (2005)
7 - Il Rifugio Migliorero arroccato su un mammellone roccioso (2019)
7 - Il Rifugio Migliorero arroccato su un mammellone roccioso (2019)
6 - La Cascata del Pisciai (2019)
6 - La Cascata del Pisciai (2019)
3 - Il bivio per il Rifugio Migliorero (2005)
3 - Il bivio per il Rifugio Migliorero (2005)
8 - Il Rifugio Migliorero (2019)
8 - Il Rifugio Migliorero (2019)
1 - Il Rifugio Migliorero e il Lago inferiore dell'Ischiator (2001)
1 - Il Rifugio Migliorero e il Lago inferiore dell'Ischiator (2001)
4 - Il malloppo dell'Opera 154 ter del Vallo Alpino (2005)
4 - Il malloppo dell'Opera 154 ter del Vallo Alpino (2005)
5 - Il Rifugio Migliorero si specchia nel Lago inferiore dell'Ischiator (2005)
5 - Il Rifugio Migliorero si specchia nel Lago inferiore dell'Ischiator (2005)
9 - Il Lago inferiore dell'Ischiator e il Rifugio Migliorero (2019)
9 - Il Lago inferiore dell'Ischiator e il Rifugio Migliorero (2019)
×